Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

MRI rivela i segni della sindrome alcolica fetale nell'utero

Le nuove immagini rivelano i danni più iniziali allo sviluppo fetale del cervello del primate non umano dovuto l'alcool ingerito tramite la madre, in uno studio piombo dagli scienziati all'università di salubrità & di scienza dell'Oregon che comprende i macachi del reso.

L'imaging a risonanza magnetica ha mostrato i danni alla crescita del cervello durante il terzo acetonide della gravidanza, anche se il feto è stato esposto all'alcool soltanto durante il primo acetonide.

La ricerca, pubblicata negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze, evidenzia il pericolo di bere di baldoria presto in una gravidanza, anche prima che una donna realizzi che è incinta. Egualmente suggerisce il vantaggio potenziale di usando la rappresentazione nell'utero per individuare i segni della sindrome alcolica fetale prima della nascita.

Più in anticipo la rilevazione, il migliore. La predizione dei rischi per i danni specifici significa che la terapia può cominciare presto dopo che il bambino nasce, quando il cervello ha la più grande plasticità.„

Chris Kroenke, Ph.D., autore senior, professore associato nella divisione di neuroscienza al centro di ricerca nazionale del primate dell'Oregon a OHSU

Le configurazioni di studio sopra gli avanzamenti recenti nella qualità e nella risoluzione dei metodi di imaging a risonanza magnetica impiegati per esaminare il cervello fetale in utero.

“Lo scopo di questo studio era di valutare la sensibilità di questo sistema diagnostico clinico comune per individuare l'impatto delle assunzioni livellate beventi di baldoria dell'alcool [4-6 bevande] presto nella gravidanza ai tipi di modello di bere nelle donne prima che sapessero che sono incinte,„ ha detto il co-author Kathleen Grant, il Ph.D., professore ed il capo della divisione della neuroscienza al centro del primate.

I ricercatori al centro del primate hanno riflesso complessivamente 28 macachi incinti, misuranti lo sviluppo del cervello con MRIs in tre fasi della gravidanza. In un esperimento che non sarebbe stato possibile per condurre nella gente, la metà dei macachi ha consumato l'equivalente quotidiano dell'essere umano di sei bevande alcoliche al giorno mentre il resto non ha consumato l'alcool.

La rappresentazione nel corso della gravidanza ha rivelato una differenza nello sviluppo fetale del cervello entro il 135th giorno di un termine gestazionale dei 168 giorni, all'inizio del terzo acetonide. La rappresentazione non ha rivelato differenza con il gruppo di controllo misurato durante il secondo acetonide.

Le registrazioni elettrofisiologiche dei cervelli MRI dopo hanno suggerito che le differenze fossero dal punto di vista funzionale significative. Oltre a convalidare l'utilizzabilità potenziale come strumento diagnostico in anticipo per la sindrome alcolica fetale, i ricercatori dicono che le immagini generate durante lo studio erano su di abbastanza qualità che la invitare per essere utile come punto del confronto per altri scienziati che lavorano nel campo.

“Gli atlanti del cervello descritti in nostro documento sono stati caricati ad un sito Web in cui altri ricercatori possono accedergli,„ Kroenke hanno detto.

Source:
Journal reference:

Wang, X., et al. (2020) In utero MRI identifies consequences of early-gestation alcohol drinking on fetal brain development in rhesus macaques. PNAS. doi.org/10.1073/pnas.1919048117.