Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuovo trattamento scoperto per diminuire gonfiare dopo le lesioni del midollo spinale e del cervello

Gli scienziati hanno scoperto un nuovo trattamento per diminuire drammaticamente gonfiare dopo le lesioni del midollo spinale e del cervello, offrenti la speranza a 75 milione vittime universalmente ogni anno.

Nuovo trattamento scoperto per diminuire gonfiare dopo le lesioni del midollo spinale e del cervello

L'innovazione nel trattamento delle tali lesioni - citate come l'edema (CNS) del sistema nervoso centrale - è probabilmente enorme significativa perché le opzioni correnti sono limitate al mettere i pazienti in un coma indotto o ad eseguire l'ambulatorio rischioso.

Le lesioni del midollo spinale e del cervello pregiudicano tutte le fasce d'età. La gente più anziana è più a rischio del sostenimento loro dai colpi o cadute, mentre per le più giovani fasce d'età, le cause importanti comprendono gli incidenti di traffico della strada e le lesioni dagli sport come rugby, calcio stile statiunitense ed altro contattano i giochi.

L'esempio di alto profilo del driver di corsa di formula 1 Michael Schumacher dimostra le difficoltà che i medici corrente affrontano nel trattamento delle tali lesioni. Dopo la caduta e colpito la sua testa su una roccia mentre sciava in Svizzera nel 2013, Schumacher ha sviluppato un gonfiamento sul suo cervello dall'acqua che precipita nelle celle commoventi. Ha passare sei mesi da un in un coma indotto da medica ed ha subito l'ambulatorio complesso, ma il suo ripristino continua a questo giorno.

Il nuovo trattamento, sviluppato da un gruppo internazionale degli scienziati che lavorano all'Aston University (UK), alla facoltà di medicina (US) di Harvard, all'università di Birmingham (Regno Unito), all'università di Calgary (Canada), all'università di Lund (Svezia), all'università di Copenhaghen (Danimarca) ed all'università di Wolverhampton (Regno Unito), funzionalità nell'ultima edizione della cella del giornale scientifico.

I ricercatori hanno usato una medicina antipsicotica già-conceduta una licenza a - trifluoperazine (TFP) - per alterare il comportamento dei pori minuscoli del ` del canale idrico' in celle conosciute come i aquaporins.

Verificando il trattamento sui ratti feriti, hanno trovato quegli animali dati un d'una sola dose della droga al movimento ed alla sensibilità completi recuperati sito di trauma solo in due settimane, confrontato ad un gruppo non trattato che ha continuato a mostrare il motore ed il danno sensitivo oltre sei settimane dopo la lesione.

Il trattamento funziona neutralizzando la reazione normale delle cellule ad una perdita di ossigeno nello SNC - il cervello ed il midollo spinale - causato tramite il trauma. In tali circostanze, le celle rapidamente si trasformano in in ` più salato' a causa di un'accumulazione degli ioni, causante un'attività  dell'acqua attraverso i aquaporins che incita le celle a gonfiare ed esercita la pressione sul cranio e sulla spina dorsale. Questa accumulazione di pressione danneggia i tessuti del midollo spinale e del cervello fragile, interrompenti il flusso dei segnali elettrici dal cervello all'organismo e vice versa.  

Ma gli scienziati hanno scoperto che TFP può fermare questo dall'avvenimento. Concentrando i loro sforzi sulle celle del midollo spinale e del cervello a forma di stella importante chiamate astrocytes, hanno trovato che TFP impedisce una proteina chiamata calmodulina l'associazione con i aquaporins. Normalmente, questo effetto obbligatorio invia i aquaporins che sparano alla superficie della cella, lasciante in più acqua. Fermando questo atto, la permeabilità delle celle è diminuita.

Tradizionalmente, TFP è stato usato per curare i pazienti con la schizofrenia ed altri stati di salute mentale. Il suo uso a lungo termine è associato con gli effetti secondari avversi, ma i ricercatori hanno detto che i loro esperimenti hanno suggerito che appena un d'una sola dose potrebbe avere un impatto duraturo significativo per i pazienti dell'edema dello SNC.

Poiché TFP già è conceduto una licenza a per uso in esseri umani tramite l'amministrazione federale della droga degli Stati Uniti (FDA) ed istituto nazionale BRITANNICO per eccellenza di cura e di salubrità (PIACEVOLE) potrebbe essere spiegata rapido come trattamento per i traumi cranici. Ma i ricercatori hanno sollecitato che ulteriore lavoro li avrebbe permessi di sviluppare le nuove, ancora migliori medicine basate sulla loro comprensione dei beni di TFP.

Secondo l'organizzazione mondiale della sanità (WHO), ogni anno intorno 60 milione di persone sostengono un cervello traumatico o la lesione del midollo spinale e 15 milione di persone più ancora soffrono un colpo. Queste lesioni possono essere interne o piombo all'inabilità a lungo termine, ai disordini psichiatrici, all'abuso di sostanza o all'autolesionismo.

Ogni anno, milioni di persone di tutte le età subisce il cervello e le lesioni spinali, se dalle cadute, dagli incidenti, dalle collisioni di traffico stradale, dalle lesioni di sport o dal colpo. Fin qui, le loro opzioni del trattamento sono state molto limitate e, in molti casi, molto rischiose.

Questa scoperta, in base ad una nuova comprensione di come le nostre celle lavorano al livello molecolare, dà le vittime di lesione ed i loro medici sperano. Usando una droga già conceduta una licenza a per l'uso umano, abbiamo indicato come è possibile fermare l'accumulazione di pressione e del gonfiamento nello SNC che è responsabile di danno a lungo termine.

Mentre ulteriore ricerca ci aiuterà a raffinare la nostra comprensione, la cosa emozionante è che medici potrebbero presto avere un efficace, modo non invadente dell'aiuto il cervello e dei pazienti di lesione del midollo spinale a loro disposizione.„

Il professor Roslyn Bill, gruppo di ricerca di scienze biologiche all'Aston University

Il Dott. Zubair Ahmed dell'università di istituto di Birmingham di infiammazione e di invecchiamento ha detto: “Questo è un avanzamento significativo dalle terapie correnti, che trattano soltanto i sintomi del cervello e delle lesioni spinali ma non fa niente impedire i deficit neurologici che si presentano solitamente come conseguenza del gonfiamento. La droga ri-purposed offre una soluzione reale a questi pazienti e può rapido essere tenuta la carreggiata alla clinica.„

È stupefacente che il nostro lavoro che studia i canali idrici minuscoli nel cervello può dirci qualcosa circa il gonfiamento traumatico del cervello che pregiudica milioni di persone ogni anno.„

Dott. Alex Conner, università di istituto di Birmingham delle scienze cliniche

Il Dott. Mootaz Salman, ricercatore in biologia cellulare alla facoltà di medicina di Harvard, ha detto: “Questo trattamento novello offre la nuova speranza per i pazienti con le lesioni dello SNC ed ha potenziale terapeutico enorme. I nostri risultati suggeriscono che potrebbe essere pronto per l'applicazione clinica ad un basso costo in un futuro molto prossimo„.