Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuovo ed angolo inesplorato in associazione di SARS-CoV-2 alle cellule ospiti

I ricercatori nei Paesi Bassi, Cuba ed in Italia hanno fatto le scoperte importanti circa l'associazione carboidrato-mediata della proteina della punta di coronavirus 2 di sindrome respiratorio acuto severo (SARS-CoV-2) ai ricevitori del lectin della cellula ospite e al microbiota del polmone ospite.

I risultati indicano le nuove vie molecolari in questione SARS-CoV-2 nell'infezione, indipendente dall'enzima di conversione dell'angiotensina 2 (ACE2) che lega, che usano i lectins e la segnalazione ospite per aiutare l'infezione virale e per esacerbare la risposta immunitaria ospite.

Questo romanzo, individuazione precedentemente non riferita potrebbe piombo alla progettazione di nuovi approcci a trattare le infezioni batteriche in pazienti con COVID-19, dice Fabrizio Chiodo (Amsterdam UMC, Paesi Bassi) e colleghi.

Una versione della pubblicazione preliminare dell'articolo può essere raggiunta nel bioRxiv*, mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

“Nuovi ed angoli inesplorati„

“La richiesta immediata per ricerca di traduzione nel campo dei bisogni di pandemia di malattia di coronavirus (COVID-19) nuovi e degli angoli inesplorati da supportare e contribuire a questo problema sanitario mondiale importante,„ dica Chiodo ed il gruppo.

Il SARS-CoV-2 che causa le cellule ospiti di accessi COVID-19 facendo uso di una proteina glicosilata della punta a legatura al ricevitore ACE2. Eppure, durante i primi punti dell'infezione, altre interazioni carboidrato-mediate dell'host-agente patogeno possono svolgere i ruoli importanti, come precedentemente è stato indicato per il HIV-1, l'influenza e SAR-CoV, tra l'altro.

Le proteine virali glicosilate sono riconosciute dai vari ricevitori dell'carboidrato-associazione ospite, che inducono le risposte immunitarie che possono qualsiasi entrata virale dell'aiuto o inibirla. A differenza della maggior parte degli altri agenti patogeni, i virus non possiedono generalmente il macchinario della glicosilazione ed invece non utilizzano il macchinario della cellula ospite per ripiegare.

I glycans presenti sulle proteine virali sono essenziali a permettere all'accesso alle proteasi ed agli anticorpi ospite. I virus utilizzano i ricevitori dell'carboidrato-associazione al fine delle cellule ospiti d'accesso e del loro macchinario della glicosilazione come modo di nascondere gli epitopi immunogeni potenziali.

gli anticorpi di Basso affinità che mirano a determinate proteine glicosilate virali egualmente sono stati indicati per contribuire all'infezione ed il profilo della glicosilazione della proteina della punta SARS-CoV-2 recentemente è stato descritto in questo contesto.

Diagramma contrassegnato di SARS-CoV-2 che mostra la glicoproteina della punta, proteina della membrana, busta, RNA. Credito: lmt3d/Shutterstock
Diagramma contrassegnato di SARS-CoV-2 che mostra la glicoproteina della punta, proteina della membrana, busta, RNA. Credito: lmt3d/Shutterstock

La ricerca che esamina le celle embrionali umane del rene (HEK293) ha trovato che il profilo della N-glicosilazione di questa proteina ha incluso gli alti glycans del mannosio e gli oligosaccaridi complesso tipi ai vari siti della glicosilazione.

Miglioramento della comprensione dell'associazione carboidrato-mediata di SARS-CoV-2

Per capire meglio i ricevitori dell'carboidrato-associazione che possono permettere all'entrata virale e contribuire alle risposte immuni-modulatory, i ricercatori hanno eseguito le analisi immuni in fase solida facendo uso delle celle HEK293 per esplorare le interazioni fra la proteina della punta e 12 ospitano i ricevitori del lectin in questione nell'induzione e nella modulazione delle risposte immunitarie.

Il gruppo ha trovato che la proteina della punta SARS-CoV-2 specificamente limita a determinati ricevitori del lectin che sono espressi sulle celle mieloidi quali le celle ed i macrofagi dentritici. I ricevitori erano aderenza intercellulare Cella-Specifica dentritica molecule-3-Grabbing lectin obbligatorio del macrofago e) DC-SIGN (Non-integrin del galattosio (MGL), lectins immunoglobulina tipi dell'acido-associazione sialica (Siglec) - 9 e Siglec-10.

Per egualmente migliori capiscono come il microbiota del polmone potrebbe promuovere o modulare l'infezione virale, il gruppo ha esplorato le interazioni fra la proteina della punta e un intervallo dello streptococco polisaccaridi di pneumoniae ed altri glycoconjugates microbici.

I ricercatori riferiscono quello la punta legata alle proteine specificamente a due sierotipi del polisaccaride di pneumoniae dello S. Egualmente limita ad un glucoconiugato su Pseudomonas aeruginosa, ad una causa principale delle infezioni ospedale-acquistate acute e ad una polmonite.

Che cosa sono le implicazioni dello studio?

I ricercatori dicono che, interessante, hanno trovato che gli epitopi rhamnosylated specifici in microbiota del polmone erano un fattore acuto per l'associazione della proteina della punta, potenzialmente fornente un collegamento fra la presenza di determinato microbiota del polmone, l'infezione SARS-CoV-2 e la severità della malattia.

“Queste osservazioni potrebbero avviare la progettazione di nuovi approcci terapeutici per le co-infezioni batteriche in pazienti COVID-19,„ suggerisce il gruppo.

“In conclusione, abbiamo rivelato le interazioni carboidrato-mediate ACE2-independent del romanzo con i lectins dimodulazione espressi sulle celle mieloidi come pure i glycoconjugates di microbiota del polmone ospite,„ scrivono i ricercatori.

Suggeriscono che queste nuove vie che molecolari hanno identificato possano contribuire a e determinare la severità di infezione virale e, successivamente, una risposta immunitaria e un'infiammazione esacerbate e incontrollate.

“Questi risultati possono avere implicazioni da gestire e capire le co-infezioni batteriche, per avere una migliore comprensione della severità di malattia e per aggiungere i fattori di rischio in pazienti COVID-19,„ dica Chiodo ed il gruppo. “Insieme, questi dati puntano su aggiungere le interazioni carboidrato-mediate differenti nella maschera complessa ed olistica dell'infezione SARS-CoV-2 e delle sue implicazioni.„

Journal reference:
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2020, May 17). Nuovo ed angolo inesplorato in associazione di SARS-CoV-2 alle cellule ospiti. News-Medical. Retrieved on July 02, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200517/New-and-unexplored-angle-in-the-binding-of-SARS-CoV-2-to-host-cells.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Nuovo ed angolo inesplorato in associazione di SARS-CoV-2 alle cellule ospiti". News-Medical. 02 July 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200517/New-and-unexplored-angle-in-the-binding-of-SARS-CoV-2-to-host-cells.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Nuovo ed angolo inesplorato in associazione di SARS-CoV-2 alle cellule ospiti". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200517/New-and-unexplored-angle-in-the-binding-of-SARS-CoV-2-to-host-cells.aspx. (accessed July 02, 2020).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2020. Nuovo ed angolo inesplorato in associazione di SARS-CoV-2 alle cellule ospiti. News-Medical, viewed 02 July 2020, https://www.news-medical.net/news/20200517/New-and-unexplored-angle-in-the-binding-of-SARS-CoV-2-to-host-cells.aspx.