Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studi i rapporti sul decorso clinico di COVID-19 e dei fattori di rischio nei pazienti di IBD

In uno studio imminente da pubblicare in gastroenterologia, i ricercatori alla scuola di medicina di Icahn al monte Sinai e l'università di scuola di medicina di North Carolina riferiscono sul decorso clinico di COVID-19 ed i fattori di rischio per i risultati avversi in un grande gruppo dei pazienti con IBD si sono raccolti con una registrazione internazionale.

Quando l'epidemia di Covid ha cominciato spiegare intorno al paese, i ricercatori hanno collaborato per formare una registrazione internazionale dei pazienti che hanno la malattia di viscere infiammatoria (IBD) e COVID-19. La registrazione, l'epidemiologia di sorveglianza di Coronavirus nell'ambito dell'esclusione della ricerca per la malattia di viscere infiammatoria (SECURE-IBD), fin qui include 528 pazienti da 33 paesi.

Abbiamo stabilito la registrazione per caratterizzare meglio il decorso clinico di COVID-19 all'interno della popolazione paziente di IBD e per valutare l'associazione fra dati demografici, le caratteristiche cliniche ed i trattamenti di IBD sui risultati COVID-19.„

Erica Brennero, MD, co-author di studio, collega pediatrico di gastroenterologia, ospedale pediatrico di UNC

I ricercatori concludono quello l'età aumentante, comorbidities ed i corticosteroidi sono associati con COVID-19 severo fra i pazienti di IBD, sebbene una relazione causale non possa definitivo essere stabilita. Considerevolmente, gli antagonisti di TNF non sembrano essere associati con COVID-19 severo.

“Uno dei nostri takeaways principali per IBD che la popolazione paziente è quella la remissione di mantenimento con i trattamenti steroide-con parsimonia sarà importante con questa pandemia. La nostra individuazione che la terapia dell'antagonista di TNF non è associata con COVID-19 severo sta rassicurando le notizie alla luce del grande numero di pazienti che richiedono questa terapia, corrente la terapia biologica il più comunemente prescritta per i pazienti di IBD,„ dice il co-author di studio, Ryan Ungaro, MD, assistente universitario, scuola di medicina di Icahn al monte Sinai e un gastroenterologo con il centro del Feinstein IBD dell'ospedale di monte Sinai.