Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: 3 - 5% dei bambini con una zia o uno zio con ASD possono avere autismo

Approssimativamente 3 - 5% dei bambini con una zia o uno zio con disordine di spettro di autismo (ASD) possono anche essere preveduti di avere ASD, confrontato a circa 1,5% dei bambini nella popolazione in genere, secondo uno studio costituito un fondo per dagli istituti della sanità nazionali. I ricercatori egualmente hanno trovato che un bambino di cui la madre ha un fratello germano con ASD non è sensibilmente più probabile essere influenzato da ASD, confrontato ad un bambino di cui il padre ha un fratello germano con ASD. I risultati mettono in dubbio l'effetto protettivo femminile, una teoria che le femmine hanno un più a tariffa ridotta di ASD che i maschi perché hanno maggior tolleranza dei fattori di rischio di ASD.

I risultati, derivati dalle registrazioni di quasi 850.000 bambini svedesi e delle loro famiglie, compaiono in psichiatria biologica. Gli studi sono stati intrapresi da John N. Constantino, M.D., all'università di Washington a St. Louis ed ai colleghi negli Stati Uniti ed in Svezia.

I risultati offrono nuove informazioni importanti per consigliare la gente che ha un fratello germano con ASD. I risultati egualmente suggeriscono che la maggior prevalenza di ASD in maschi sia probabile dovuto un effetto protettivo femminile.„

KUCI di Alice, Ph.D., del ramo intellettuale ed inerente allo sviluppo di inabilità dell'istituto nazionale dell'Eunice Kennedy Shriver di NIH della salute dei bambini e dello sviluppo umano (NICHD)

Il finanziamento supplementare di NIH è stato fornito dall'istituto della salute mentale nazionale.

ASD è un disordine neurologico ed inerente allo sviluppo complesso che comincia presto nella vita e pregiudica come una persona interagisce con altre, comunica ed impara. Gli studi precedenti hanno trovato che approssimativamente 3 volte più maschi che le femmine hanno ASD. Le ragioni per la differenza sono sconosciute.

Una spiegazione possibile è che le femmine hanno una resistenza incorporata ai fattori genetici che piombo all'autismo. Con così effetto protettivo femminile, la teoria sostiene che molte donne potrebbero portare tali fattori di rischio ed essere inalterate, ma potrebbe trasmetterle ai loro figli, che mancano dell'effetto protettivo e possono sviluppare ASD.

Nello studio corrente, i ricercatori hanno analizzato i dati dai registri nazionali svedesi delle nascite e delle relazioni di famiglia. I bambini nascevano dal 2003 al 2012. Approssimativamente 13.000 bambini sono stati diagnosticati con ASD, circa 1,5% del totale. La prole delle madri con uno o più fratelli germani con ASD era circa tre volte più probabilmente dei bambini nella popolazione in genere avere ASD. I bambini dei padri con uno o più fratelli germani con ASD erano due volte più probabili dei bambini nella popolazione in genere avere ASD, una tariffa che non ha differito significativamente che quella dei bambini di cui le madri hanno un fratello germano con ASD. Secondo gli autori di studio, i risultati forniscono il primo preventivo popolazione di ampiezza del rischio di ASD ai bambini dei genitori che hanno un fratello germano con ASD.

Ciò che trova sfida l'esistenza di un effetto protettivo femminile, il Dott. Constantino spiegato, perché se un tal effetto esistesse, i bambini delle madri con un fratello germano con ASD potrebbero essere preveduti di avere fino ad un elevato rischio di 30% di ASD. Similmente, i ricercatori non hanno trovato statisticamente importante crescita nel rischio di ASD per i bambini di cui gli zii hanno ASD, confrontato ai bambini di cui le zie hanno la circostanza.

Source:
Journal reference:

Bai, D., et al. (2020) Inherited risk for autism through maternal and paternal lineage. Biological Psychiatry. doi.org/10.1016/j.biopsych.2020.03.013.