Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I disinfettanti di polverizzazione sulle vie possono essere nocivi, il WHO avverte

I disinfettanti di polverizzazione negli spazi all'aperto quali le vie non sono raccomandati per uccidere il coronavirus novello o altri agenti patogeni, l'organizzazione mondiale della sanità (WHO) avverte.

L'orientamento provvisorio rilasciato tramite gli obiettivi del WHO per aiutare i servizi sanitari per formulare ed applicare le polizze sulla disinfezione delle superfici ambientali durante la pandemia di malattia di coronavirus (COVID-19).

Pulizia e disinfezione nominate delle superfici ambientali nel contesto di COVID-19,„ l'orientamento mette in guardia contro i disinfettanti di polverizzazione poiché sono inattivate tramite la sporcizia ed i detriti. Non è egualmente fattibile da eliminare manualmente tutta la materia organica da queste superfici.

Polverizzazione del non efficace

L'orientamento egualmente specifica che quello disinfettare i marciapiedi ed i passaggi pedonali non pavimentati sarebbe ancor meno efficace. La polverizzazione del prodotto chimico non può riguardare adeguatamente tutte le superfici per la durata del momento necessario del contatto di inattivare il virus. Gli esperti in salubrità egualmente hanno sottolineato che i marciapiedi e le vie non sono considerati come bacini idrici per il coronavirus novello, chiamati il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo.

Inoltre, il WHO mette in guardia contro la gente di polverizzazione con i disinfettanti, come nelle camere o i tunnel. Ciò non può aiutare nella diminuzione della capacità della persona di trasmettere il virus attraverso le goccioline o il contatto di fine.

“Questo potrebbe essere fisicamente e psicologicamente nocivo e non diminuirebbe la capacità di una persona infettata di spargere il virus attraverso le goccioline o il contatto,„ il documento legge.

Inoltre, i disinfettanti di polverizzazione quale cloro ed altri prodotti chimici tossici, direttamente alle persone possono essere nocivi. Questi possono causare l'occhio ed irritazione cutanea, emissioni gastrointestinali come la nausea e vomito e broncospasmo dovuto inalazione.

Credito di immagine: Prostock-studio/Shutterstock
Credito di immagine: Prostock-studio/Shutterstock

Anche negli spazi dell'interno

Lo stesso va per gli spazi dell'interno, quali gli ospedali ed i posti di lavoro. Il WHO non raccomanda l'applicazione sistematica dei disinfettanti sulle superfici ambientali tramite la polverizzazione, l'annebbiamento, la nebbia o la fumigazione per uccidere il coronavirus.  

Negli spazi dell'interno, compreso le impostazioni di sanità, polverizzare non può essere efficace nell'eliminazione del materiale organico e può mancare affiorato coperto di oggetti. Più ulteriormente, agire in tal modo può comportare i rischi sanitari seri, quali irritazione oculare, irritazione cutanea e le emissioni respiratorie.

Nella disinfezione delle superfici, è migliore usare un panno o una strofinata inzuppata in una soluzione disinfettante. Poiché il SARS-CoV-2 può fissarsi alle superfici per molti giorni, pulire le superfici è più efficace.

Come uccidere il coronavirus?

Come altri coronaviruses, quali il coronavirus 1 (SARS-CoV-1) di sindrome respiratorio acuto severo e il coronavirus respiratorio di sindrome di Medio Oriente (MERS-CoV), SARS-CoV-2 è un virus avvolto con un coperchio esterno delicato del lipido, rendente più vulnerabili ai disinfettanti confrontati ai virus non avvolti quale il virus polio, il norovirus ed il rotavirus.

Gli studi precedenti hanno indicato che il virus COVID-19 può restare per i giorni su determinate superfici. Il virus rimane il fino a un giorno possibile su fabbricato e su legno, dei fino a due giorni su vetro, dei quattro giorni su plastica e sull'acciaio e di fino a una settimana sul livello esterno della maschera medica.

La disinfezione delle superfici ambientali nelle impostazioni di sanità che serviscono da bacino idrico del virus è cruciale da impedire la diffusione del virus, che ora ha infettato più di 4,79 milione di persone ed ha ucciso più di 318.000 mondiali.

Le guide di pulizia eliminano gli agenti patogeni e diminuiscono il loro caricamento sulle superfici contaminate. Solitamente, pulendo con acqua ed il sapone, con certo modulo di atto meccanico gradisca sfregare, elimini la sporcizia, i detriti e perfino le secrezioni. Tuttavia, non è abbastanza per uccidere i microrganismi.

È raccomandato per usare i disinfettanti chimici, quali l'alcool ed il cloro. Questi dovrebbero essere applicati dopo la pulizia per uccidere tutti gli agenti patogeni restanti sulle superfici.

È vitale preparare i disinfettanti basati sulle raccomandazioni del produttore.

“Segua le istruzioni del produttore assicurare che i disinfettanti siano preparati e la sicurezza trattata, indossante i dispositivi di protezione individuale appropriati (PPE) per evitare l'esposizione chimica,„ il WHO spiegato.

I prodotti chimici non dovrebbero essere misti evitare la generazione dei vapori che possono irritare gli occhi ed i polmoni. Inoltre, le dilatazioni insufficienti delle concentrazioni possono diminuire la loro efficacia. D'altra parte, le alte concentrazioni possono danneggiare le superfici ed i rischi sanitari per coloro che sarà esposto ai prodotti chimici.

Inoltre, disinfettare le superfici dovrebbe mettere a fuoco sulle aree di alto-tocco ed obietta, quali le rotaie del letto, le manopole di porta, gli interruttori della luce, le tabelle, le pompe endovenose, l'acqua dispensa, cassetti e lavandini, tra l'altro. Tuttavia, tutte le superfici touchable dovrebbero essere disinfettate.

Sources:
Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2020, May 18). I disinfettanti di polverizzazione sulle vie possono essere nocivi, il WHO avverte. News-Medical. Retrieved on September 27, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200518/Spraying-disinfectants-on-streets-can-be-harmful-WHO-warns.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "I disinfettanti di polverizzazione sulle vie possono essere nocivi, il WHO avverte". News-Medical. 27 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200518/Spraying-disinfectants-on-streets-can-be-harmful-WHO-warns.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "I disinfettanti di polverizzazione sulle vie possono essere nocivi, il WHO avverte". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200518/Spraying-disinfectants-on-streets-can-be-harmful-WHO-warns.aspx. (accessed September 27, 2021).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2020. I disinfettanti di polverizzazione sulle vie possono essere nocivi, il WHO avverte. News-Medical, viewed 27 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20200518/Spraying-disinfectants-on-streets-can-be-harmful-WHO-warns.aspx.