Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Un approccio come minimo dilagante a dolore di gestione senza opioidi

I ricercatori all'università di Wisconsin (UW) stanno adottando un approccio come minimo dilagante e più sicuro elettricamente a trattare il dolore direttamente alla sorgente come componente del NIH che contribuisce a cessare l'iniziativa di lungo termine di dipendenza (GUARISCA).

È un avanzamento da uno dell'istituto nazionale delle prime concessioni biomediche della bioingegneria e della rappresentazione (NIBIB) nell'ambito dell'iniziativa di GUARIGIONE, lanciata nel 2018 per trovare le soluzioni alla crisi dell'opioide.

Le terapie di neuromodulatore si applicano lo stimolo elettrico ai nervi ai termini dell'ossequio come dolore lombo-sacrale, la paralisi, l'incontinenza, le emicranie, l'apnea nel sonno e l'obesità cronici.

La tecnologia di UW è stata sviluppata dall'avvio Neuronoff, Inc., soprattutto facendo uso del finanziamento privato e del finanziamento (DARPA) di Defense Advanced Research Projects Agency e l'infusione del supporto di NIH preparerà l'unità per i sui test clinici primo in umani.

L'innovazione chiave è un nuovo tipo di elettrodo che può rendere le terapie di neuromodulatore meno dilaganti, meno costose, meno dolorose, più affidabili e molto più facili sottoporre a operazioni di disgaggio per un più grande numero dei pazienti.

Corrente, i trattamenti di neuromodulatore più efficaci richiedono le procedure chirurgiche complesse di impiantare un'unità complessa che è dilagante e costosa, rendentegli un trattamento di ultima località di soggiorno.

Al contrario, le unità non invadenti di neuromodulatore applicano lo stimolo tramite gli elettrodi che sono collocati sulla superficie dell'interfaccia ed usano una forma d'onda elettrica specialmente perfezionamento per bloccare i segnali di dolore in nervi.

Queste forme d'onda elettriche attraversano through il tessuto, il muscolo ed i nervi superficiali per raggiungere un effetto terapeutico. Purtroppo, gli elettrodi di superficie possono provocare le sensazioni scomode dovuto stimolo indesiderato dei nervi superficiali. Questo approccio ha efficacia limitata per i nervi dell'obiettivo che profondamente sono sepolti sotto l'interfaccia.

Per indirizzare queste limitazioni, il gruppo di Wisconsin ha creato una nuova tecnica che ha l'efficacia di un'unità impiantabile ed è soltanto marginalmente più dilagante degli elettrodi di superficie.„

Michael Wolfson, Ph.D, Direttore dei sistemi bionici e robot di programma di NIBIB,

Usando un polimero liquido iniettabile che fa maturare - come l'epossidico della famiglia -- accanto a o intorno al nervo dell'obiettivo, i ricercatori dicono che l'unità fornisce uno stimolo localizzato che evita gli effetti secondari di altri tipi di terapie di neuromodulatore.

Il nuovo elettrodo liquido del polimero nominato “Injectrode„ è fatto dei materiali più molli che le unità impiantabili tradizionali e che è meccanicamente simile al tessuto umano, permettendo che integri più facilmente, tutti mentre fornisce la conduttività elettrica simile ad un collegare metallico.

Il gruppo diUW-Madison, piombo da Kip Ludwig, un professore di assistenza tecnica biomedica e di ambulatorio neurologico, ha presentato il loro lavoro in materiali avanzati di sanità, rappresentazione che il Injectrode potrebbe formare le strutture flessibili intorno a vari nervi del maiale e fornire uno stimolo elettrico al nervo vago di un maiale.

Il nervo vago servisce da collegamento di comunicazione critico fra il tronco cerebrale ed il resto dell'organismo, specialmente gli organi ed i tessuti. La terapia di stimolo del nervo vago egualmente è stata usata per il trattamento la depressione e dell'epilessia. Il gruppo ha riferito che la loro tecnologia aveva passato parecchie norme di sicurezza precliniche riconosciute da Food and Drug Administration per questo tipo di unità.

“Questo è un approccio innovatore a collegare mediante interfaccia al sistema nervoso e sono eccitato per vedere loro PER GUARIRE duro la spinta di concessione verso le dimostrazioni primo in umane,„ ha detto Wolfson. “Anche nel mezzo di una pandemia, la crisi dell'opioide continua non diminuito ed offerte di questa nuova tecnologia sperano alle persone che soffrono dal dolore alla schiena debilitante.„

I collaboratori all'università del Michigan stanno sviluppando le simulazioni di calcolo per ottimizzare la consegna della corrente ad un cluster dei neuroni nel nervo spinale chiamato i gangli di root dorsale. Questo cluster dei nervi è un obiettivo primario per le terapie di neuromodulatore i collaboratori di Case Western Reserve University che sono caratterizzanti ed ottimizzanti i beni meccanici del Injectrode.

Infine, legarlo tutto sul gruppo di Ludwig è insieme il lavoro preclinico condotto dall'università di ricercatori di Pittsburgh che stanno eseguendo l'efficacia che prova per aiutare nel trattamento di traduzione di portare questo trattamento di dolore per commercializzare.

Neuronoff, gruppo di Ludwig e di Inc. continuerà a sviluppare il Injectrode con ulteriori esperimenti dell'efficacia e della sicurezza come pure le tecniche per amministrarlo attendibilmente ed alimentarlo con uno stimolatore wireless.