Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Esposizione antibiotica di vita in anticipo collegata al rischio aumentato di obesità di infanzia

Molto i bambini piccoli esposti agli antibiotici in età precoce (dalla nascita a 12 mesi) sono associati con gli elevati rischi dell'obesità di infanzia e dell'adiposità aumentata dentro presto all'mezzo infanzia. I risultati da un gruppo dei ricercatori dalla scuola di medicina di Lin del gabinetto del NUS Yong di Singapore (medicina di NUS), agenzia per l'istituto di Singapore di scienza, della tecnologia e della ricerca (A*STAR) per le scienze cliniche (SICS) e donne di KK e ospedale pediatrico (KKH) sono stati pubblicati nel giornale internazionale del giornale scientifico dell'obesità nell'aprile 2020.

Gli studi sugli animali facendo uso dei mouse hanno documentato che l'esposizione antibiotica di vita in anticipo causa le anomalie metaboliche compreso l'obesità con rottura di microbiota dell'intestino sebbene ci fosse prova limitata dagli studi umani.

Egualmente sta raccogliendo la prova che suggerisce che la colonizzazione del microbiota dell'intestino in età precoce svolga un ruolo fondamentale nell'obesità e nello sviluppo dell'obesità nella vita più tarda (fra le età 12-14).

In uno sotto-studio del crescere a Singapore verso il gruppo sano della nascita di risultato (SLANCIO), piombo dal professor Lee Yung Seng, capo della pediatria alla medicina di NUS e Direttore del gruppo, la pediatria, sistema nazionale di salubrità dell'università (NUHS) e ricercatore principale a SICS ed il Dott. Neerja Karnani, assistente universitario dell'aggiunta al dipartimento della medicina di NUS della biochimica e del ricercatore principale senior, SICS, il gruppo ha esaminato l'implicazione del microbiota dell'intestino nella relazione fra l'esposizione e l'obesità antibiotiche infantili di infanzia. Altro piombo i ricercatori per questo studio è il Dott. Ling-Wei Chen ed il Dott. Jia Xu da SICS, A*STAR. Molto pochi studi umani fin qui hanno esaminato questa associazione.

Con lo studio, il gruppo ha indicato che l'uso degli antibiotici nell'infanzia può sollevare il rischio di obesità nella prima infanzia, con i ragazzi che sono leggermente più vulnerabili. L'amministrazione ricorrente degli antibiotici può interrompere lo sviluppo del microbiota infantile dell'intestino e servire da meccanismo potenziale per il collegamento dell'esposizione antibiotica con l'adiposità successiva.

L'obesità di infanzia è una preoccupazione crescente per i molti effetti sulla salute che avversi porta nell'età adulta quale il diabete di tipo 2. Il periodo di infanzia (primo anno) rappresenta la parte di una finestra critica dello sviluppo che può avere un effetto durevole su salubrità e sulla malattia successive più successivamente nella vita.„

Il professor Lee Yung Seng, testa di pediatria alla medicina di NUS ed a Direttore del gruppo, pediatria, sistema nazionale di salubrità dell'università (NUHS) e ricercatore principale a SICS

L'intestino umano conta sui sui abitanti microbici per fornire determinate sostanze nutrienti essenziali, per aiutare la digestione e per supportare il loro sistema immunitario. L'acquisizione di questi microbi amichevoli comincia subito dopo della nascita e questo trattamento è altamente sensibile alle esposizioni infantili. Gli antibiotici usano è un'tale esposizione. Sebbene contribuisca ad eliminare i batteri patogeni, può anche eliminare alcuni buoni batteri nel corso del suo atto.

“L'acquisizione dei microbi dell'intestino nell'infanzia è un trattamento altamente dinamico e vulnerabile. L'uso degli antibiotici durante questo trattamento può interrompere la colonizzazione e lo sviluppo normali del microbiota infantile dell'intestino e questo può conseguentemente influenzare l'obesità di un bambino ed il rischio dell'obesità,„ Dott. aggiunto Karnani.

Le alterazioni associate nel microbiota dell'intestino con l'uso degli antibiotici ed il loro collegamento con adiposità del bambino ha implicazioni importanti sul ruolo del microbiota dell'intestino nello sviluppo di grasso corporeo e rischio di obesità ed il meccanismo con cui l'esposizione degli antibiotici può gettare la base per i cattivi risultati metabolici in futuro. I risultati di questo studio ampliano l'esigenza dell'attenta riflessione dei vantaggi contro i rischi di amministrazione gli antibiotici e della frequenza del loro uso nella vita in anticipo.

I dati dallo studio sono stati basati sui questionari intervistatore-amministrati con i genitori, le misure della composizione corporea e l'analisi del laboratorio dei campioni di feci in bambini dallo studio di gruppo della madre-prole di SLANCIO.