Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

COVID-19 infetta i globuli periferici?

L'emergenza dello scoppio novello di coronavirus nel dicembre 2019 è stata seguita dalla sua diffusione su scala globale ineguagliabile durante i 100 anni ultimi. Attualmente, ha sostenuto oltre 322.000 vite dappertutto, con oltre 4,88 milione casi che verificano il positivo.

La sequenza di coronavirus 2 di sindrome respiratorio acuto severo (SARS-CoV-2) in primo luogo è stata caricata all'inizio del 2020, ma a partire da ora, oltre 17.000 genoma sono stati ordinati dagli sforzi virali isolati dappertutto. Ciò tiene conto la selezione rapida del RNA nei tessuti umani come pure nei campioni ambientali.

Coronavirus novello SARS-CoV-2: Questa immagine del microscopio elettronico a scansione mostra SARS-CoV-2 (oggetti rotondi dell

Coronavirus novello SARS-CoV-2: Questa immagine del microscopio elettronico a scansione mostra SARS-CoV-2 (oggetti rotondi dell'oro) che emerge dalla superficie delle celle coltivate in laboratorio. SARS-CoV-2, anche conosciuto come 2019-nCoV, è il virus che causa COVID-19. Il virus indicato è stato isolato da un paziente nel credito degli Stati Uniti: NIAID-RML

Rilevazione del virus in sangue umano o globuli

Lo studio corrente dai ricercatori a Il Cairo, Egitto e pubblicato sul medRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare è stato destinato per provare a presenza del virus in sangue umano o tutti i globuli, che potrebbero permettere che il virus si nasconda dal sistema immunitario o essere trafficati ad altri organi. È particolarmente qualche dato pertinente (dubbioso) riferisce che il virus potrebbe infettare i linfociti.

Altri scienziati hanno sostenuto che il virus forse attacca l'emoglobina, o che deve essere trovato nel sangue dei pazienti infettati, o le celle mononucleari di sangue periferico (PMBCs), come nel caso di altri virus contagiosi come epatite B, epatite virale C o il HIV.

Lo studio corrente, quindi, ha usato l'analisi di calcolo su tre sequenze del genoma da PBMCs dai pazienti attivi COVID-19, da tre dal donatore in buona salute PBMCs e da due dal fluido di lavaggio broncoalveolare (BAL) dai pazienti. Hanno trovato rispettivamente che le tracce ed un gran numero di RNA SARS-CoV-2 sono stati trovati in PMBCs e BAL.

Globuli bianchi nella sbavatura periferica di sangue. Credito di immagine: Jarun Ontakrai/Shutterstock
Globuli bianchi nella sbavatura periferica di sangue. Credito di immagine: Jarun Ontakrai/Shutterstock

RNA virale in globuli

I risultati hanno indicato che i campioni di PBMC e di BAL ampiamente sono stati separati, come previsto, mentre il PBMCs da sano ed i campioni pazienti leggermente sono stati separati generalmente. Il RNA virale era presente in tutte le sequenze di BALF a 2,15% del totale legge (mediana). Il PBMC di un paziente egualmente ha mostrato che due leggono che abbinato la glicoproteina della proteina SAR-CoV-2 e della superficie.

Gli studi più iniziali hanno mostrato quello con l'uso di RT-PCR, il CoV-RNA è stato trovato nei campioni del plasma dai pazienti COVID-19, ma non hanno confermato la presenza di particelle virali contagiose nel sangue. Per questo motivo, hanno chiamato il loro ` d'individuazione RNAemia' piuttosto che la viremia.

Il rapporto corrente è, tuttavia, il primo per mostrare la presenza di RNA virale in PBMC. Infatti, uno studio priore che ha esaminato il RNA isolato da PBMC ha indicato chiaramente che nessuna sequenza virale è stata trovata.

I ricercatori hanno usato la alto-capacità di lavorazione che ordina, che è stata dimostrata per essere efficace nell'identificazione e nella misurazione del numero delle particelle virali nel sangue. Per questo motivo, hanno usato questo metodo ora per fare una ricerca completa delle sequenze virali del RNA all'interno di solo gruppo di dati pubblico disponibile. Hanno trovato che il RNA virale era presente all'interno di tutti i campioni di BAL, ad una concentrazione di 2,15% del RNA totale. Il RNA due legge corrispondente al genoma SARS-CoV-2. Tuttavia, come previsto, il PBMC dai comandi non ha contenuto alcun RNA.

Implicazioni

Sebbene la quantità di RNA virale sia piccola, è indubbiamente quella del SARS-CoV-2. Uno del legge codifica un poliproteico, che partecipa alla trascrizione ed alla replica virali e che è il più grande delle proteine di coronavirus. Un altro hanno codificato la proteina della punta, che è responsabile dell'entrata virale nelle cellule umane che portano il ricevitore della molecola ACE2.

La possibilità è sempre viva che il RNA virale legge è il risultato di contaminazione trasversale o uno spurgo del codice a barre in un altro. Tuttavia, questa è una probabilità rara perché nessuno dei campioni di controllo hanno mostrato la simile corrispondenza. Di nuovo, potrebbero essere il risultato della campionatura del virus dalle celle dipresentazione, particolarmente dalle celle dentritiche, o dalla presentazione del virus alle celle di T, che fanno parte della popolazione di PBMC.

C'è una terza possibilità, che può essere analizzata soltanto con un numero molto più grande dei campioni. Ciò è che il virus può essere inghiottitoe di proposito o accidentalmente da uno del PBMCs. Questo avvenimento potrebbe essere un meccanismo per l'infezione cronica SARS-CoV-2, ma la teoria deve essere provata rigorosamente.

Un'ipotesi che non è supportata dall'esperimento corrente è cellula T che mira dal virus in vivo, che è risultato da un esperimento più iniziale della coltura cellulare facendo uso dei virus pseudotyped.

L'esperimento corrente contribuirà a catturare la comprensione attuale del progresso e della replica dell'infezione SARS-CoV-2 in esseri umani.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, May 19). COVID-19 infetta i globuli periferici?. News-Medical. Retrieved on March 07, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200519/Does-COVID-19-infect-peripheral-blood-cells.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "COVID-19 infetta i globuli periferici?". News-Medical. 07 March 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200519/Does-COVID-19-infect-peripheral-blood-cells.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "COVID-19 infetta i globuli periferici?". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200519/Does-COVID-19-infect-peripheral-blood-cells.aspx. (accessed March 07, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. COVID-19 infetta i globuli periferici?. News-Medical, viewed 07 March 2021, https://www.news-medical.net/news/20200519/Does-COVID-19-infect-peripheral-blood-cells.aspx.