Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'esercizio amplifica il flusso sanguigno nelle regioni del cervello connesse con la memoria

Gli scienziati hanno raccolto l'abbondanza di prova che collega l'esercizio alla salubrità del cervello, con una certa ricerca suggerenti che la forma fisica potesse anche migliorare la memoria. Ma che cosa sembra durante l'esercizio avviare questi vantaggi?

La nuova ricerca sudoccidentale di UT che ha mappato i cambiamenti del cervello dopo un anno di allenamenti aerobici ha scoperto un trattamento potenzialmente critico: L'esercizio amplifica il flusso sanguigno in due regioni chiave del cervello connesso con la memoria. Considerevolmente, lo studio ha mostrato che questo flusso sanguigno può aiutare ancora la gente più anziana con le emissioni di memoria a migliorare la cognizione, un'individuazione che gli scienziati dicono potrebbero guidare la ricerca futura del morbo di Alzheimer.

Forse possiamo l'un giorno sviluppare una droga o la procedura quella mira sicuro al flusso sanguigno in queste regioni del cervello. Ma stiamo cominciando appena con l'esplorazione della combinazione giusta di strategie per contribuire ad impedire o ritardare i sintomi del morbo di Alzheimer. Ci sono molto più da capire circa il cervello e l'invecchiamento.„

Binu Thomas, Ph.D., un ricercatore senior sudoccidentale di UT nel neuroimaging

Flusso sanguigno e memoria

Lo studio, pubblicato in giornale del morbo di Alzheimer, cambiamenti documentati nella memoria a lungo termine e flusso sanguigno cerebrale in 30 partecipanti, ciascuno di loro 60 o più vecchio con i problemi di memoria. La metà di loro ha subito 12 mesi di addestramento di esercizio aerobico; il resto ha fatto soltanto l'allungamento.

Il gruppo di esercizio ha mostrato 47 per cento di miglioramento nei punteggi di memoria dopo un anno rispetto a cambiamento minimo nei partecipanti di allungamento. Rappresentazione di cervello del gruppo di esercizio, catturata mentre erano a riposo all'inizio e alla fine dello studio, indicato flusso sanguigno aumentato nella corteccia anteriore del cingulate e nell'ippocampo - regioni neurali che svolgono i ruoli importanti nella funzione di memoria.

Altri studi hanno documentato i vantaggi per gli adulti conoscitivo normali su un programma di esercizio, compreso la ricerca precedente da Thomas che ha mostrato che atleti di invecchiamento ha migliore flusso sanguigno nella corteccia che gli adulti più anziani sedentari. Ma la nuova ricerca è significativa perché traccia il miglioramento su un periodo più lungo in adulti ad ad alto rischio per sviluppare il morbo di Alzheimer.

“Abbiamo indicato che anche quando la vostra memoria comincia sbiadirsi, potete ancora fare qualcosa a questo proposito mediante l'aggiunta dell'esercizio aerobico al vostro stile di vita,„ Thomas diciamo.

Prove crescenti

La ricerca degli interventi di demenza sta diventando sempre più stampante: Più di 5 milione Americani hanno morbo di Alzheimer ed il numero si pensa che triplichi da ora al 2050.

La ricerca recente ha aiutato gli scienziati a guadagnare una maggior comprensione della genesi molecolare della malattia, compreso una scoperta 2018 dall'istituto sudoccidentale del cervello del Jr. di UT Peter O'Donnell che sta guidando gli sforzi per individuare la circostanza prima che i sintomi sorgessero. Eppure miliardi di dollari spesi sulla ricerca su del come impedire o sulla demenza lenta non hanno reso i trattamenti provati che rendessero una diagnosi precoce perseguibile per i pazienti.

Gli scienziati sudoccidentali di UT sono fra molti gruppi attraverso il mondo che prova a determinare se l'esercizio può essere il primo tale intervento. La prova sta montando che potrebbe svolgere almeno un piccolo ruolo nel ritardo o nella diminuzione del rischio di morbo di Alzheimer.

Per esempio, uno studio 2018 ha indicato che la gente con i più bassi livelli di forma fisica ha avvertito il deterioramento più veloce delle fibre nervose vitali nel cervello chiamato materia bianca. Uno studio pubblicato l'anno scorso ha mostrato l'esercizio correlato con deterioramento più lento dell'ippocampo.

Per quanto riguarda l'importanza di flusso sanguigno, Thomas dice che può qualche giorno essere usata congiuntamente ad altre strategie per conservare la funzione del cervello nella gente con danno conoscitivo delicato.

“Il flusso sanguigno cerebrale è una parte del puzzle e dobbiamo continuare a collegarlo insieme,„ Thomas dice. “Ma abbiamo veduto che abbastanza dati per conoscere quello iniziare un programma di forma fisica può avere vantaggi per tutta la vita per i nostri cervelli come pure i nostri cuori.„