Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Donne ed adulti più anziani ancora notevolmente sottorappresentati nei test farmaceutici del colesterolo

Sebbene la malattia di cuore sia la causa della morte principale in donne e gli adulti più anziani siano più probabili avere il cuore e malattia vascolare che i giovani, i test clinici ripartiti con scelta casuale che provano i farmaci per abbassare il colesterolo underenrolled storicamente entrambi i gruppi. I test clinici ripartiti con scelta casuale generano la migliore prova per quanto riguarda i vantaggi o nuoce a della droga data ed i loro risultati sono usati per modellare le linee guida per la gestione paziente nella pratica clinica. dovuto una spinta dagli istituti nazionali degli Stati Uniti di salubrità e degli Stati Uniti Food and Drug Administration, l'industria farmaceutica aveva cominciato gli sforzi per iscrivere più donne ed anziani nelle loro prove.

Tuttavia, dopo avere analizzato le tendenze relative ai tipi di 485,409 persone si è iscritto in 60 studi dal 1990 al 2018, i ricercatori della medicina di Johns Hopkins riferiscono quel ¾ sebbene i certi progressi siano stati realizzati -- le donne e gli adulti più anziani sono ancora notevolmente sottorappresentati nelle prove di terapia di riduzione dei lipidi rispetto al loro carico di malattia. I risultati, pubblicati il 21 maggio 2020, nella rete di JAMA del giornale aperta, suggeriscono che le prove ancora non stiano riflettendo le popolazioni pazienti nell'ambiente.

Vogliamo assicurarci che i tipi di pazienti che useranno queste droghe siano quei inclusi nei test clinici, di modo che possiamo determinare se questi farmaci sono sicuri ed efficaci per la gente che è prescritta loro. Sebbene vediamo un miglioramento nel corso degli anni nella rappresentazione delle donne e degli adulti più anziani, quel progresso era piuttosto modesto. Chiaramente più ancora deve essere fatto per spostare il bilanciamento per rappresentare i nostri dati demografici pazienti.„

Erin Michos, M.D., M.H.S., autore senior, professore associato di medicina alla scuola di medicina di Johns Hopkins University

Per il loro studio, i ricercatori hanno riferito un aumento nel numero dei partecipanti delle donne da circa 20% dell'inizio degli anni 90 a circa 33% nelle prove più recenti analizzate. Tuttavia, molte prove hanno incluso soltanto le donne che erano menopausa passata o che non potevano avere bambini, specialmente a parte la gente che era incinta o allattamento al seno. Soltanto leggermente più della metà delle 60 prove hanno riferito basato sui risultati sull'efficacia dal genere.

“Le malattie di cuore sono state sempre più sull'aumento fra le più giovani donne,„ dice l'autore principale Safi U. Khan, M.D., un assistente universitario di medicina alla West Virginia University. “L'esclusione delle donne dell'età di gravidanza in queste prove di riduzione dei lipidi provoca le opportunità mancanti di capire circa le misure preventive importanti della malattia cardiovascolare in questo gruppo.„

Nel rapporto su questi studia, la percentuale dei partecipanti di prova 65 o più vecchio aumentato da 32% a partire dall'inizio degli anni 90, rispetto a 42% nelle prove più recenti esaminate. Come con il genere, soltanto leggermente più della metà dei 60 studi hanno riferito i loro risultati specificamente per gli adulti più anziani.

I ricercatori dicono che gli Americani più anziani devono essere inclusi nelle prove perché mentre la gente invecchia col passare del tempo, il modo metabolizzano le droghe può cambiare, o possono sviluppare altri stati di salute che potrebbero alterare l'efficacia del trattamento.

Source:
Journal reference:

Khan, S.U., et al. (2020) Participation of Women and Older Participants in Randomized Clinical Trials of Lipid-Lowering Therapies, A Systematic Review. JAMA Network Open. doi.org/10.1001/jamanetworkopen.2020.5202.