Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I microbiomes disordinati dell'intestino sono trovati in pazienti con la malattia di cervello emorragica

Un nuovo studio mostra che quella gente con una malattia genetica rara che causa lo spurgo nel cervello abbia microbiomes dell'intestino distinti da quelli senza la malattia. Inoltre, è le molecole prodotte da questo squilibrio batterico che induce le lesioni a formarsi nei cervelli di questi pazienti.

I risultati sono i primi in tutta la malattia neurovascular umana. Hanno implicazioni sia per il trattamento della malattia che nell'esame delle altre malattie neurovascular che potrebbero essere influenzate dal microbiome dell'intestino di una persona.

Lo studio piombo dai ricercatori alla medicina dell'università di Chicago ed ha pubblicato il 27 maggio nelle comunicazioni della natura. Ha esaminato i batteri dei pazienti con angioma cavernoso, (CA) una malattia dell'intestino in cui le anomalie del vaso sanguigno si sviluppano nel cervello e causano i colpi, gli attacchi e le complicazioni neurologiche serie.

La malattia è causata da una mutazione genetica nella lesione --quale può essere ereditato o accade sporadicamente -- e la sui severità e corso variano ampiamente fra i pazienti.

UChicago è una guida nello studio della questa malattia. È stato designato come centro di eccellenza cavernoso dell'angioma e cura i pazienti con il termine da ogni parte del mondo.

I ricercatori hanno avuti suggerimenti che la malattia potrebbe essere influenzata dal microbiome dell'intestino: Issam senior Awad autore, MD, il professore di John Harper Seeley di neurochirurgia e Direttore di ambulatorio Neurovascular alla medicina di UChicago, era un partner in uno studio precedente in mouse, che hanno indicato che le celle che hanno allineato i vasi sanguigni del cervello reagito ai batteri dell'intestino degli animali.

“Le implicazioni di quella erano molto grandi,„ ha detto. “Ma non abbiamo saputo se questo concetto di un microbiome unico che favorisce lo sviluppo delle lesioni fosse vero in esseri umani.„

per scoprire, ricercatori di UChicago -- lavorando con i ricercatori all'università di California San Francisco, all'università di New Mexico, all'università della Pennsylvania ed al gruppo di appoggio del paziente di Alliance dell'angioma -- campioni di feci raccolti da più di 120 pazienti di CA.

I campioni poi sono stati analizzati per il loro contenuto batterico e sono stati paragonati ai campioni dalla popolazione in genere. I campioni di CA hanno mostrato le quantità elevate significativamente dei batteri gram-negativi e dei batteri meno gram-positivi.

I ricercatori hanno identificato una combinazione di tre specie batteriche comuni, di cui l'abbondanza relativa può distinguere i pazienti di CA dai pazienti di referenza senza lesioni di CA, con l'alte sensibilità e specificità.

I campioni di CA egualmente hanno mostrato una rete squilibrata dei batteri che era molto più disordinata della rete batterica della popolazione in genere.

I pazienti di CA da tutti i siti differenti della raccolta hanno avuti lo stesso microbiome distintivo, indipendentemente da se avevano ereditato la mutazione o hanno avuti una lesione sporadica ed indipendentemente dal numero delle lesioni hanno avuti.„

Il MD di Issam Awad, studia l'autore e Direttore senior di ambulatorio Neurovascular, centro medico dell'università di Chicago

I ricercatori ancora indicato che lo squilibrio batterico in pazienti con il CA produce le molecole (LPS) del lipopolysaccharide, che attraversano through la circolazione sanguigna al cervello e l'attaccatura al rivestimento del vaso sanguigno del cervello, facilitando lo sviluppo della lesione. “Tutta questa prova indicata il microbiome come causa delle lesioni piuttosto che un effetto,„ Awad ha detto.

I ricercatori egualmente hanno raccolto il sangue da parecchi pazienti di CA ed hanno usato l'apprendimento automatico di calcolo avanzato per identificare la combinazione di segnali molecolari connessi con la malattia. Quelli con il CA hanno avuti i biomarcatori relativi LPS in relazione con significativamente differenti di sangue e molecole infiammatorie. Il risultato era essenzialmente una prova astuta e personale per ogni paziente di CA.

“Esaminando sia le combinazioni dei batteri che i biomarcatori di sangue, potevamo misurare appena quanto aggressivo la malattia era in ogni paziente,„ abbiamo detto Sean Polster, MD, un residente di neurochirurgia alla medicina di UChicago e primo autore sul documento. Polster ha passare due anni di sua residenza di neurochirurgia che coordina lo studio fra le istituzioni differenti.

I ricercatori stanno cominciando a ritenere a come questi risultati pregiudicano il trattamento. Gli studi più iniziali in mouse hanno indicato che quegli emulsionanti alimentati -- quale sono usati spesso come conservanti in alimenti trasformati -- ha avuto più spurgo nel cervello, probabilmente dovuto il modo che hanno interrotto la rete batterica dell'intestino. I ricercatori ora dicono i pazienti di evitare questi conservanti.

Sebbene gli antibiotici e il probiotics potrebbero sembrare come i corsi del trattamento naturali, potrebbero cambiare il bilanciamento batterico nei modi che piombo ai più grandi problemi. “Questo è più complicato di compare,„ ha detto Awad.

Tuttavia, dice i pazienti di CA che fanno causare le infezioni dai batteri gram-negativi (quali le infezioni di apparato urinario o la prostatite) per farle trattare subito per evitare le lesioni di cervello più potenziali.

I ricercatori egualmente stanno esaminando se questa connessione del microbiome-cervello può essere esaminata in altre malattie. Già, hanno indicato che gli stessi geni e biomarcatori in questione in CA sono egualmente attivi nel cervello umano poichè invecchiamo. “I pazienti hanno molta speranza che stiamo lavorando a questo,„ Polster hanno detto.