Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La terapia dell'anticorpo monoclonale raggiunge la riduzione modesta della ricorrenza per i pazienti con HER2-positive DCIS

L'aggiunta della terapia Trastuzumab dell'anticorpo monoclonale alla radioterapia non ha raggiunto l'obiettivo di protocollo di un rapporto di riproduzione di 36% della tariffa ipsilateral di ricorrenza del tumore del petto per le donne con il tumore in situ duttale di HER2-positive (DCIS) sul test clinico NSABP B-43 dell'oncologia di NRG. La prova ha trovato un rapporto di riproduzione statisticamente non significativo e modesto (di 19%) della tariffa della ricorrenza fra le donne che hanno ricevuto il trastuzumab, ma questa differenza non era statisticamente significativa. Questi risultati recentemente sono stati esibiti durante la presentazione orale alla riunione annuale virtuale della società americana per l'oncologia clinica.

La prova di fase III NRG-NSABP B-43 si è accresciuta 2014 donne ed a caso ha definito i partecipanti di prova ad un modo di 1:1 per ricevere la radioterapia del intero-petto da solo o la radioterapia con due dosi di trastuzumab dopo lumpectomy. Lo scopo della prova era di determinare se l'aggiunta di trastuzumab può assistere nell'impedire la ricorrenza di cancro al seno ipsilateral, del cancro di interfaccia ipsilateral, di DCIS ipsilateral, o della ricorrenza ipsilateral del tumore del petto in donne con DCIS. Questa ipotesi è stata sviluppata in risposta ai dati dagli studi preclinici precedenti che hanno suggerito che il trastuzumab potesse amplificare l'efficacia della radioterapia.

Dei 2014 pazienti che sono stati accresciuti alla prova, 1998 pazienti (99,2%) hanno avuti informazione disponibile di seguito al punto mediano di tempo di seguito di 79,2 mesi. 2001 donna ha avuta informazioni della radioterapia; 98,2% dei pazienti hanno completato il trattamento della radioterapia sul braccio solo del trattamento della radioterapia (RT) e la radioterapia completata 98,1% sulla radioterapia più il braccio del trastuzumab (RT+T). Nel gruppo di RT+T, 94,3% pazienti hanno completato entrambe le dosi della terapia del trastuzumab, mentre 2,5% hanno avuti soltanto una dose della terapia. Gli altri 3,2% non hanno iniziato il trastuzumab.

Il protocollo di NRG-NSABP B-43 ha richiesto che 163 eventi di ricorrenza del tumore (IBTR) del in-petto fossero confermati o che tutti i pazienti sono sullo studio affinchè almeno cinque anni avviassero un'analisi definitiva. Poiché meno di 163 eventi di IBTR sono stati confermati, l'analisi è stata eseguita perché tutti i pazienti erano sotto processo per cinque anni o più lungamente.

A questa analisi di preliminare basata su informazioni fino al 31 dicembre 2019, 114 eventi di IBTR sono stati confermati con 63 che sono nel braccio di RT e 51 nel braccio del trattamento di RT+T. In quelli che hanno avuti una ricorrenza, 38 erano dilaganti compreso 18 nel braccio di RT e 20 nel braccio del trattamento di RT+T. I 76 eventi rimanenti di IBTR erano DCIS con 45 nel braccio del trattamento di RT e 31 nel braccio del trattamento di RT+T. Le tariffe annuali di evento di IBTR erano 0,99% all'anno nel gruppo di RT e 0,80% all'anno nel gruppo di RT+T. C'erano 48 morti sulla prova con 26 nel braccio di RT e 22 nel braccio di RT+T.

Ciò è il primo studio futuro e ripartito con scelta casuale sul trattamento di HER2-targeted per HER2-positive DCIS. Fornisce la comprensione importante nella storia naturale e l'impatto del trattamento di HER2-targeted sui risultati.„

Melodia Cobleigh, MD, centro medico di Rush University e l'autore principale dell'estratto di NRG-NSABP B-43