Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I livelli elevati prenatali della colina possono attenuare gli effetti negativi di COVID-19 sui neonati

Le donne incinte che catturano i supplementi extra della colina possono attenuare l'impatto negativo che le infezioni respiratorie virali, compreso COVID-19, possono avere sui loro bambini, secondo un nuovo studio dai ricercatori nei dipartimenti della psichiatria e dell'ostetricia e la ginecologia all'università di città universitaria medica di colorado Anschutz. La colina è una sostanza nutriente della vitamina B trovata in vari alimenti e supplementi dietetici ed è critica allo sviluppo fetale del cervello.

Il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) predice che COVID-19 urterà lo sviluppo fetale del cervello come altri virus respiratori della corona comune.„

Freedman di Robert, MD, professore di psichiatria al ricercatore medico della città universitaria e del cavo di Anschutz del CU

Il nuovo studio, pubblicato nel giornale della ricerca psichiatrica, specificamente ha esaminato se i livelli elevati prenatali della colina possono contribuire a proteggere il cervello di sviluppo del feto anche se la madre contratta un'infezione respiratoria virale nella gravidanza iniziale. I risultati rivelano i livelli elevati prenatali della colina attenuano l'impatto fetale di infezione virale.

“È importante per la comunità di sanità e presto essere madri, essere informato che una sostanza nutriente naturale può essere catturata durante la gravidanza, appena come acido folico ed altre vitamine prenatali, proteggere i feti ed i neonati dalle emissioni dello sviluppo del cervello. Più tardi in vita, queste emissioni dello sviluppo possono piombo alla malattia mentale,„ il Freedman aggiunge.

Nello studio, i ricercatori hanno analizzato gli effetti su comportamento infantile se la madre avesse contratto un virus respiratorio misurando la dimensione di regolamento del IBQ-R dell'infante - che esamina lo sviluppo dell'attenzione infantile e di altri comportamenti autoregolatori. Il regolamento più basso di IBQ-R ad un anno è associato con i problemi nell'attenzione e nel comportamento sociale nell'infanzia successiva, compreso la prontezza leggente in diminuzione all'età quattro anni e con i problemi nella concentrazione ed il conscientiousness in bambini con sette anni.

I risultati dallo studio:

  • Infanti delle madri che hanno avute infezioni virali ed i livelli elevati della colina avevano aumentato significativamente i punteggi di tre mesi di IBQ-R sulla dimensione di regolamento e specificamente il disgaggio dell'attenzione nella dimensione di regolamento, confrontati agli infanti delle madri che hanno avute infezioni virali ed hanno avute più bassi livelli della colina.
  • I livelli della colina sufficienti per proteggere il feto richiedono spesso i supplementi dietetici.
  • L'ansia e la depressione materne aumentate nelle madri virale-infettate non sono state associate con il regolamento del IBQ-R dei loro infanti.

I punti culminanti di studio che insieme con il consiglio corrente del CDC sugli effetti di COVID-19 nella gravidanza, fosfatidilcolina o colina completano con altre vitamine prenatali possono contribuire a bufferizzare il cervello fetale dall'impatto nocivo possibile del pandemico corrente ed a fare diminuire il rischio della malattia mentale futura dei bambini.

“Le pandemie precedenti hanno provocato i livelli significativamente aumentati di malattie mentali compreso la schizofrenia, disordine e disturbo da deficit di attenzione di spettro di autismo nella prole,„ ha detto Camille Hoffman, MD, professore associato dell'ostetricia e ginecologia e uno specialista materno-fetale della medicina alla città universitaria medica di Anschutz del CU. “Tuttavia, poiché i dati da COVID-19 stesso non saranno disponibili per anni, stiamo sperando che i nostri risultati di studio forniscano informazioni apprezzate affinchè presto siano madri sull'importanza di cattura dei supplementi della colina giornalmente durante la gravidanza.„

Source:
Journal reference:

Freedman, R., et al. (2020) Maternal choline and respiratory coronavirus effects on fetal brain development. Journal of Psychiatric Research. doi.org/10.1016/j.jpsychires.2020.05.019.