Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori mettono a punto il nuovo metodo per misurare i livelli dell'idrossiclorochina nei pazienti di SLE

I ricercatori all'università di Upsala ed all'ospedale universitario di Upsala hanno messo a punto un nuovo metodo per misurare i livelli dell'idrossiclorochina del farmaco in pazienti con i lupus eritematosi sistemici reumatici di malattia (SLE).

Il metodo di analisi può anche essere utile in altre aree, quale nel trattamento di COVID-19. Lo studio sta pubblicando nella ricerca e nella terapia di artrite.

L'idrossiclorochina originalmente è stata usata per trattare la malaria ma egualmente ha provato efficace con SLE e l'artrite reumatoide (RA). Oggi è raccomandato a tutti i pazienti di SLE poiché protegge dai chiarori della malattia. Le prove ora stanno effettuande per vedere se può anche essere usato per trattare COVID-19.

Uno svantaggio di idrossiclorochina è i sui effetti secondari che possono essere evitati, tuttavia, se il dosaggio è regolato per ogni paziente.

Per raggiungere l'effetto protettivo contro i chiarori in SLE mentre però minimizzando il rischio di effetti secondari, i ricercatori di Upsala ora hanno messo a punto un metodo che può essere utilizzato nel sistema di assistenza medica per misurare i livelli dell'idrossiclorochina nel sangue dei pazienti di SLE.

Il metodo è basato su spettrometria di massa ad alta definizione ed è stato usato all'ospedale universitario di Upsala dal dicembre 2019.

In primo luogo, i ricercatori hanno passato con i dati disponibili sulle misure dell'idrossiclorochina. Hanno veduto che i risultati dalle misure su intero sangue, su plasma e sul siero non erano comparabili a vicenda.

“È stato indicato che c'erano differenze principali fra i rapporti differenti e là sembrato essere diverse differenze molto grandi,„ dice Kim Kultima, professore associato al dipartimento delle scienze mediche all'università ed anche all'attivo di Upsala a chimica clinica ed a farmacologia all'ospedale universitario di Upsala.

Per questo motivo, il suo gruppo di ricerca ha intrapreso gli studi insieme al gruppo di ricerca in reumatologia che ha confrontato i livelli di idrossiclorochina in plasma, in siero e nell'intero sangue nei pazienti di SLE.

Hanno concluso che i livelli elevati nell'intero sangue erano circa due volte più in siero ed in plasma. Le intere analisi del sangue erano egualmente il più credibile.

Un risultato notevole e la comprensione molto importante, erano che i livelli nell'intero sangue per i pazienti hanno prescritto lo stesso dosaggio potrebbero differire entro fino a 15 volte fra le persone. Ciò indica una grande variazione determinata in come il farmaco è metabolizzato.„

Kim Kultima, professore associato, dipartimento delle scienze mediche, università di Upsala

Un problema precisato dallo studio è che i servizi per informazioni elettroniche sui prodotti medicinali in Svezia (FASS) fornisce le concentrazioni di idrossiclorochina in plasma.

I ricercatori giudicano che questi valori forniscono una maschera inesatta ed inadeguata per il video dei livelli del farmaco in pazienti.

“Anche dobbiamo stare molto attenti circa trarre le conclusioni affrettate circa se l'idrossiclorochina è efficace con COVID-19. Che cosa conosciamo oggi è che il metodo di analisi eventualmente piombo per migliorare i dati per la fornitura dei dosaggi giusti ai pazienti di SLE che sono prescritti il farmaco.„

In collaborazione con medici alla clinica della malattia infettiva ed all'interno di terapia intensiva all'ospedale universitario di Upsala, ci sono pianificazioni e preparati sul posto potere misurare i livelli del farmaco nel sangue dei pazienti COVID-19 se la sostanza prova efficace.

Source:
Journal reference:

Carlsson, H., et al. (2020) Measurement of hydroxychloroquine in blood from SLE patients using LC-HRMS—evaluation of whole blood, plasma, and serum as sample matrices. Arthritis Research & Therapy. doi.org/10.1186/s13075-020-02211-1.