Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio esamina il delirio in pazienti criticamente malati COVID-19

Un nuovo studio pubblicato sul medRxiv* online del " server " della pubblicazione preliminare nel maggio 2020 riferisce sull'alta incidenza del delirio in pazienti COVID-19 nella terapia intensiva. Ciò evidenzia il bisogno urgente di predire, impedire e gestire il delirio e di tagliarlo breve in pazienti con COVID-19.

La pandemia globale COVID-19 è causata dal coronavirus novello di sindrome respiratorio acuto severo 2 (SARS-CoV-2) ed ha causato le centinaia di migliaia di morti e di milioni di casi della malattia universalmente. Inizialmente noto per le sue manifestazioni respiratorie, le altre funzionalità della malattia stanno emergendo, compreso gli eventi neurologici e procoagulant.

Uno di questi segni è delirio, che è una sindrome neurologica seria collegata a molti risultati avversi nella malattia COVID-19. Le complicazioni del delirio comprendono la durata più lunga di ventilazione meccanica, del soggiorno (ICU) dell'unità di cure intensive, dell'ospedalizzazione, di più alto tasso di mortalità e delle probabilità dell'istituzionalizzazione dopo scarico.

Maggior il delirio e più lungamente dura, più alte sono le probabilità di questi risultati. Infatti, mentre il delirio peggiora, le probabilità del ripristino conoscitivo difficile ed il danno funzionale diventano più su.

Pre-COVID-19, la prevalenza del delirio in pazienti su ventilazione meccanica era circa 17% - 33%, giù da un picco di circa 80%. Tuttavia, con la pandemia COVID-19, gli ospedali e ICUs sono stati sopraffatti con una pletora di pazienti seriamente malati. Ciò ha sforzato inevitabilmente le risorse di sanità e può contribuire al rendimento delle tariffe di delirio nel ICU che colloca ai loro precedenti livelli.

Ciò è stata illustrata da un piccolo studio del francese che ha citato una tariffa del delirio a circa 65% nei pazienti di ICU. Se questo è il caso con i pazienti di ICU negli Stati Uniti pure, di cui ci sono attualmente decine di migliaia, il delirio può provocare bene un requisito a lungo termine di cura di molti pazienti, con il carico inevitabile sul sistema di salute pubblica.

Questo studio è stato effettuato a due grandi ospedali negli Stati Uniti Midwest ed è stato puntato sull'incidenza, la durata e la severità del delirio come pure i fattori di rischio per il delirio in pazienti criticamente malati COVID-19.

C'erano 144 pazienti ammissibili per lo studio su 243 pazienti confermati consecutivi COVID-19 ammessi fra il 1° marzo 2020 al 27 aprile 2020. Tutti sono stati scaricati dal ICU per la fine dello studio. L'età media era di 58 anni e 58% di loro erano maschii. Circa la metà di loro era i nero e latino-americano di 14%.

Circa 60% di loro ha avuto ipertensione, l'obesità di 56%, tabacco usato 27% e 26% ha avuto affezione polmonare cronica. Quasi il tre-quarto dei pazienti ha richiesto la ventilazione meccanica dilagante. Soltanto circa 1% ha avuto tutta la prova del colpo.

Incidenza di delirio

Nello studio corrente, il delirio è stato identificato con il metodo di valutazione di confusione per il ICU (CAM-ICU). Questo punteggio cerca le fluttuazioni o cambiamenti mentali di stato, perdita di attenzione, la coscienza diminuita, o mancanza di pensiero organizzato.

I ricercatori hanno trovato che quello circa 74% ha avuto delirio, collocante tipicamente dentro entro i primi due giorni dell'ammissione di ICU. Se il coma egualmente fosse considerato, è venuto a circa 76%. Circa 63% sono stati diagnosticati per avere coma alla prima valutazione e 37% sul secondi.

Tassi del giorno del delirio, coma, o senza stato coma/di delirio come valutato fino ai primi 14 giorni del soggiorno dell
Tassi del giorno del delirio, coma, o senza stato coma/di delirio come valutato fino ai primi 14 giorni del soggiorno dell'unità di cure intensive (n=144)

La severità della malattia è valutata tipicamente facendo uso della fisiologia acuta e del punteggio di valutazione cronico di salubrità (APACHE-II). Ciò è calcolata facendo uso dei valori del laboratorio, delle funzioni vitali e delle valutazioni neurologiche eseguite nelle prime 24 ore dell'ammissione di ICU.

I pazienti deliranti nello studio corrente hanno avuti un più alto punteggio di APACHE-II per la severità della malattia all'ammissione ed erano molto più probabili essere su un ventilatore, a 91% contro 21%. Erano più probabili essere hypoxemic, hanno avuti livelli più bassi della coscienza nelle prime 24 ore nel ICU come pure durante i 14 giorni del soggiorno di ICU.

Sottotipi del delirio in pazienti criticamente malati con COVID-19 che ha sviluppato il delirio (n=106)
Sottotipi del delirio in pazienti criticamente malati con COVID-19 che ha sviluppato il delirio (n=106)

Durata e severità di delirio

La durata mediana del delirio e del coma era dei 7 giorni, mentre per il delirio da solo, era dei 5 giorni. Il livello mediano di coscienza era la sedazione leggera. Fattori connessi con il delirio incluso:

  • Il maggior numero dei giorni sul ventilatore ha confrontato ai pazienti non deliranti (mediana: quasi 9 giorni contro i giorni 0)
  • Maggior numero dei giorni di ICU (mediana 11 contro quasi 4 giorni)

In questo studio, la severità del delirio è stata misurata in 73 pazienti, mostranti un punteggio mediano di 6 sul metodo di valutazione di confusione per la terapia intensiva Unit-7 (CAM-ICU-7), indicante il delirio severo.

I ricercatori hanno trovato che essere sulla ventilazione meccanica è stato aumentato con un aumento astronomico di 42 volte nelle probabilità del delirio. Tuttavia, il campione di studio era troppo piccolo per potere prendere un aumento nei tassi di mortalità.

I risultati di studio non sono in accordo molte altre pubblicazioni recenti sul delirio nei pazienti di ICU durante l'ultimo scoppio di influenza. Infatti, gli studi più iniziali ad uno degli stessi centri hanno mostrato una tariffa di 36% di ventilazione meccanica, una tariffa di 23% del delirio e una tariffa di 24% del coma durante quel periodo.

Cause del delirio di COVID-19-Related

Che cosa potrebbe spingere verso l'alto le tariffe di delirio nel periodo COVID-19? I ricercatori suppongono che le migliori linee guida cliniche ed i regimi pluridisciplinari per la prevenzione del delirio e l'uso delle tecniche che diminuiscono le tariffe di ventilazione meccanica dilagante, oltre a consapevolezza aumentata dei pericoli del delirio, hanno tutti contribuiti ad una riduzione drammatica del delirio di ICU.

Lo sforzo della pandemia in corso e particolarmente l'afflusso brusco di tantissimi pazienti criticamente malati in ICUs, hanno interrotto queste routine cliniche che piombo ad un'incapacità di applicare tali miglioramenti di cura. Inoltre, alcuni pensano che quella la lesione virale diretta al sistema nervoso centrale possa causare a delirio. Queste teorie richiedono più studio di delucidare le vie neurali ed altre che sono alla base dello sviluppo del delirio.

Lo studio conclude, “il nostro studio fa luce su un carico in modo allarmante del delirio e del coma in pazienti ammessi al ICU e sull'esigenza degli sforzi continuati sulla prevenzione di delirio.„

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, June 02). Lo studio esamina il delirio in pazienti criticamente malati COVID-19. News-Medical. Retrieved on June 23, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200602/Study-looks-at-delirium-in-critically-ill-COVID-19-patients.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Lo studio esamina il delirio in pazienti criticamente malati COVID-19". News-Medical. 23 June 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200602/Study-looks-at-delirium-in-critically-ill-COVID-19-patients.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Lo studio esamina il delirio in pazienti criticamente malati COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200602/Study-looks-at-delirium-in-critically-ill-COVID-19-patients.aspx. (accessed June 23, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. Lo studio esamina il delirio in pazienti criticamente malati COVID-19. News-Medical, viewed 23 June 2021, https://www.news-medical.net/news/20200602/Study-looks-at-delirium-in-critically-ill-COVID-19-patients.aspx.