Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La gente con perdita severa di visione meno accurata nel giudizio della distanza dei suoni più vicini

La gente con perdita severa della visione può di meno giudicare esattamente la distanza dei suoni vicini, potenzialmente mettente li più a rischio della lesione, secondo la nuova ricerca pubblicata nei rapporti scientifici del giornale.

I ricercatori dalla visione dell'università di Anglia Ruskin e l'istituto di ricerca dell'occhio (VERI) hanno esaminato i partecipanti con differenti livelli di perdita della visione, presentante li con discorso, stimoli di disturbo e di musica e livelli differenti di riverbero (echi).

I partecipanti sono stati chiesti di giudicare la distanza dei suoni differenti come pure la dimensione della stanza.

La gente con perdita visiva severa ha giudicato i suoni più vicini confrontati più inesatto a quelli di cui la perdita della visione è meno severa, che a sua volta, era meno accurata una volta rispetto alla gente a vista normale.

Per i suoni più distanti, la gente con perdita visiva severa ha giudicato questi per essere due volte lontano una volta confrontata alle persone con visione normale. I partecipanti con perdita severa di vista egualmente hanno giudicato le stanze essere tre volte più grandi del gruppo di controllo delle persone con visione normale.

La gente di mezzi di perdita della visione conta di più sulla loro audizione per la consapevolezza e la sicurezza, comunicazione ed interazione, ma non è stato conosciuto come sentire è influenzato dalla severità di perdita parziale della visione.

I risultati dimostrano che la cecità completa non è necessaria affinchè la distanza giudicata e la dimensione uditive della stanza sia influenzata da perdita visiva e che i cambiamenti nella percezione uditiva interessano sistematici e la severità di perdita visiva.

La nostra ricerca ha trovato che le persone ipovedenti erano più severamente meno accurate nel giudizio della distanza dei suoni più vicini, che possono rendere più dure per loro in realtà le situazioni, per esempio quali le strade affollate dell'incrocio.„

Il professor Shahina Pardhan, Direttore di VERI

Source:
Journal reference:

Kolarik, A.J., et al. (2020) The accuracy of auditory spatial judgments in the visually impaired is dependent on sound source distance. Scientific Reports. doi.org/10.1038/s41598-020-64306-8.