Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo cellulare app può aiutare la severità dei casi COVID-19

Una nuova latta di app del cellulare aiuta i clinici a determinare quali con il coronavirus novello (COVID-19) sia probabile paziente i casi severi. Creato dai ricercatori all'istituto universitario di NYU dell'odontoiatria, il app usa l'intelligenza artificiale (AI) valutare i fattori di rischio ed i biomarcatori di tasto dalle analisi del sangue, producendo un COVID-19 “punteggio della severità.„

I test diagnostici correnti per COVID-19 individuano il RNA virale per determinare se qualcuno fa o non ha il virus; ma non forniscono le bugne quanto a come il malato un paziente COVID-positivo può diventare.

L'identificazione e riflettere dei quelli a rischio dei casi severi hanno potuto aiutare gli ospedali per dare la priorità alla cura e stanziare le risorse come i letti ed i ventilatori di ICU. Inoltre, conoscere chi è ad a basso rischio per le complicazioni potrebbe contribuire a diminuire i ricoveri ospedalieri mentre questi pazienti sono gestiti sicuro a casa.„

John T. McDevitt, PhD, cavo di studio, ricercatore e professore dei biomateriali, istituto universitario di odontoiatria, New York University

“Vogliamo medici avere entrambi le informazioni che hanno bisogno di e l'infrastruttura richiesta per salvare le vite. COVID-19 ha sfidato entrambe aree chiave.„

Creazione del punteggio di severità

Facendo uso dei dati da 160 ha ospedalizzato i pazienti COVID-19 a Wuhan, Cina, i ricercatori ha identificato quattro biomarcatori misurati nelle analisi del sangue che sono state elevate significativamente in pazienti che sono morto contro coloro che ha recuperato: proteina C-reattiva (CRP), mioglobina (MYO), procalcitonin (PCT) e troponina cardiaca I (cTnI).

Questi biomarcatori possono segnalare le complicazioni che sono pertinenti a COVID-19, compreso infiammazione acuta, l'infezione più bassa delle vie respiratorie e la salubrità cardiovascolare difficile.

I ricercatori poi hanno sviluppato un modello facendo uso dei biomarcatori come pure l'età ed il sesso, due hanno stabilito i fattori di rischio. Hanno preparato il modello facendo uso di un algoritmo di apprendimento automatico, un tipo di AI, per definire i reticoli della malattia COVID-19 e per predire la sua severità. Quando i biomarcatori ed i fattori di rischio di un paziente sono inseriti nel modello, produce un punteggio numerico della severità COVID-19 che varia da 0 (delicato o moderato) a 100 (critico).

Il modello è stato convalidato facendo uso dei dati da 12 pazienti ospedalizzati COVID-19 da Shenzhen, Cina, che ha confermato che i punteggi della severità del modello erano significativamente più alti per i pazienti che sono morto contro coloro che è stato scaricato. Questi risultati sono pubblicati in laboratorio su un chip, un giornale della società reale di chimica.

Mentre New York è emerso come l'epicentro della pandemia, i ricercatori più ulteriormente hanno convalidato il modello facendo uso dei dati da più di 1.000 pazienti di New York COVID-19. Per rendere lo strumento disponibile e conveniente per i clinici, hanno sviluppato un cellulare app che può essere usato apunto-de-cura per calcolare rapidamente il punteggio della severità di un paziente.

Uno strumento di supporto clinico di decisione

Il app è stato valutato in modo retrospettivo nei centri sanitari della famiglia a NYU Langone a Brooklyn, che serviscono ogni anno più di 102.000 pazienti da una di più grandi reti federalmente qualificate del centro sanitario della nazione.

“Gli strumenti di supporto clinici in tempo reale di decisione per COVID-19 possono essere estremamente utili, specialmente nella regolazione del paziente esterno, aiutare le pianificazioni di video e di trattamento della guida per quelli al più grande rischio,„ ha detto Isaac P. Dapkins, MD, capo ispettore sanitario per i centri sanitari della famiglia a NYU Langone e un co-author sul laboratorio su uno studio del chip.

Dopo l'ottimizzazione dell'utilità clinica del app ai centri sanitari della famiglia a NYU Langone a maggio, i ricercatori mirano a laminarlo fuori in tutta la nazione nelle prossime settimane. È possibile che il punteggio della severità COVID-19 potrebbe essere integrato con le cartelle mediche elettroniche, quindi fornenti ai clinici le informazioni perseguibili ad una fase iniziale per quelle diagnosticata con COVID-19.

“Speriamo che questo strumento possa contribuire ad identificare quelli ad ad alto rischio per i risultati avversi e diminuire le disparità di salubrità presenti con COVID-19,„ ha detto Larry K. McReynolds, direttore esecutivo per i centri sanitari della famiglia a NYU Langone.

Edilizia sulle innovazioni in prova

Il punteggio della severità COVID-19 fa leva un modello McDevitt precedentemente sviluppato per predire i risultati per i pazienti con la malattia cardiaca. La salubrità cardiaca è una di parecchie priorità del laboratorio di McDevitt, che crea i sistemi diagnostici di punto-de-cura che possono essere programmati per provare a cancro orale, a malattia cardiaca ed ora a biomarcatori COVID-19.

Il sistema diagnostico usa i piccoli, campioni non invadenti; quali i tamponi di saliva o i cali di sangue da una punta delle dita; quale si aggiungono alle cartucce scheda di taglia di credito armate con i bio--nano-chip pionieristici a da McDevitt. La cartuccia è inserita in un analizzatore portatile che prova simultaneamente ad intervallo dei biomarcatori, con i risultati disponibili in di meno che mezz'ora.

Poiché questa tecnologia corrente è usata per la ricerca e gli scopi informativi soltanto, il COVID-19 app può essere usato con le prove di laboratorio attuali e richiede la svista da un clinico autorizzato.

Tuttavia, sopra i prossimi mesi, il laboratorio di McDevitt, in società con SensoDx, una società filata dal suo laboratorio, pianificazioni per sviluppare e sottoporre a operazioni di disgaggio la capacità di verificare una goccia di sangue a biomarcatori di severità COVID-19; simile a come una persona con il diabete prova il loro zucchero di sangue; e produca un punteggio della severità sul posto.

“Con COVID-19, prova di punto-de-cura, accoppiata con un sistema di supporto alle decisioni, potrebbero migliorare come i pazienti della valutazione dei clinici; e potenzialmente migliori i loro risultati, specialmente per coloro che ha bisogno della cura più immediata e più aggressiva,„ ha detto McDevitt.

Oltre al gruppo di ricerca di McDevitt all'istituto universitario di NYU dell'odontoiatria, lo studio ha fatto partecipare i collaboratori dalla scuola di medicina di NYU Grossman, dal banco di NYU Tandon di assistenza tecnica, dall'ospedale di Zhongnan dell'università di Wuhan e dal gruppo di Latham BioPharm.

Il app è stato sviluppato dal laboratorio di McDevitt e da OraLiva, una società fondata da McDevitt ed è disponibile per sia le unità di androide che di Apple. Il app è designato ad uso dei clinici autorizzati e non è inteso per uso generale dai pazienti.