Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Età e diabete i più grandi fattori di rischio per la morte in pazienti incinti COVID-19

Sono le donne incinte ad un elevato rischio della morte con COVID-19 ed in caso affermativo, che cosa conferisce questo rischio aumentato?

Una lettera recente della ricerca pubblicata sul medRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare nel giugno 2020 valuta i fattori di rischio che possono piombo all'più alta mortalità in donne incinte con COVID-19 in paesi con reddito medio.

La pandemia corrente, causata dal coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, è più micidiale agli anziani ed al malato, specialmente quelli con i termini infiammatori cronici di fondo quale la malattia cardiovascolare, l'obesità ed il diabete. La mortalità nel segmento anziano della popolazione è molte volte più superiore a quella nei giovani, secondo la fascia di età.

Anche in paesi con un'alta prevalenza di COVID-19, un'indagine dei dati della mortalità indica che le donne sono a tutte le età meno probabilmente per cadere malato con l'infezione, per sviluppare un'infezione severa, o da morire, che gli uomini. Ciò ha suggerito che le donne incinte non fossero egualmente più vulnerabili all'infezione o alle complicazioni che la popolazione in genere. Tuttavia, non molto è conosciuto circa come altre circostanze pregiudicano la mortalità in questo sottogruppo.

Studio: Fattori di rischio per mortalità in donne incinte con l
Studio: Fattori di rischio per mortalità in donne incinte con l'infezione SARS-CoV-2. Credito di immagine: BalkansCat/Shutterstock

La ricerca

Il documento corrente si occupa dell'effetto di altre condizioni mediche, o di avanzamento dell'età materna, sulla mortalità materna, nel Messico. Il Messico ha avuto oltre 10.000 morti collegate COVID-19 fra circa 94.000 casi ai tempi dello studio. Ciò lo ha fatto numerare 2 in termini di mortalità dovuto la pandemia, fra i paesi dell'America latina e terzo in termini di numero dei casi confermati.

Progettato come studio prospettivo, la ricerca usa i dati recuperati dai dati epidemiologici di indagine per le malattie respiratorie virali.

La sorveglianza riguarda 475 unità oltre di 135.000 persone, compreso 1.241 donna incinta, essendo provando a malattia respiratoria virale. Tutte le donne incinte che hanno verificato il positivo da RT-PCR a SARS-CoV-2 fra il 1° gennaio e l'11 maggio 2020, sono state incluse nello studio, per complessivamente 224 partecipanti.

I ricercatori egualmente hanno esaminato i dati su altre condizioni mediche in questo sottogruppo, come il diabete di pregestational, l'ipertensione cronica, la malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD), l'asma, l'immunosoppressione, l'obesità, la malattia renale cronica e fumare.

Fattori ad alto rischio

Delle 224 donne incinte con COVID-19, 25 hanno avuti malattia severa, con 7 morti. Ciò corrisponde a appena superiore a 3% del gruppo, accadendo ad una mediana dei 9 giorni dai sintomi più iniziali.

Delle morti totali, 5/7 di morti si è presentato in donne con altre malattie che complicano la gravidanza. Le donne incinte che sono morto erano probabili essere più vecchie, ad una mediana di 37 anni contro 29 anni per il gruppo generale. In generale, le donne in 35 anni hanno fatte quasi 8 più alte confrontare probabilità di volte della morte a quelle sotto questa età.

Mentre circa un terzo di tutte le donne in questo gruppo ha avuto altre malattie, la percentuale dei casi incinti COVID-19 con i comorbidities è andato su più a 71% di coloro che è morto, conferendo 6 più alte probabilità della volta della morte in questo sottogruppo. Le più alte probabilità della morte erano in quelle con il diabete (40-fold). Altre circostanze non sono state associate significativamente con un elevato rischio della morte.

Mortalità e fattori di rischio aumentati

Mentre l'età materna avanzata è stata associata con il più alto rischio della mortalità in questo studio, il diabete è stato trovato per essere il singolo fattore di rischio più significativo per la morte fra le donne incinte con COVID-19. Il collegamento fra l'età e la morte materne anziane è spiegato in parte dall'incidenza aumentante dello stile di vita e le malattie non comunicative in questo gruppo d'età, che è un fenomeno quasi universale.

Nel corso degli ultimi anni, i cambiamenti economici e culturali rapidi hanno accaduto globalmente, che piombo ai cambiamenti di stile di vita in molti paesi bassi e con reddito medio (LMIC). Ciò è riflessa nel numero aumentante delle persone diabetiche ed obese attraverso lo spettro della popolazione, compreso le donne incinte.

Questa tendenza è egualmente parzialmente responsabile di più alta tariffa delle complicazioni e delle morti fra la popolazione anziana con COVID-19. È, quindi, un aspetto della priorità di salute pubblica per portare giù l'incidenza dell'obesità ed il diabete in LMIC.

Il numero basso delle morti limita lo studio corrente come conseguenza di cui molto non può essere arguito circa i fattori di rischio di fondo. Tuttavia, c'è un'associazione significativa definita di più alta mortalità in donne incinte infettate con SARS-CoV-19, con il diabete e l'età avanzata. Ciò dovrebbe spingere i pianificatori di criterio di integrità ad evolvere i provvedimenti cautelari per questa popolazione altamente suscettibile.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, June 04). Età e diabete i più grandi fattori di rischio per la morte in pazienti incinti COVID-19. News-Medical. Retrieved on September 23, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200604/Age-and-diabetes-the-biggest-risk-factors-for-death-in-pregnant-COVID-19-patients.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Età e diabete i più grandi fattori di rischio per la morte in pazienti incinti COVID-19". News-Medical. 23 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200604/Age-and-diabetes-the-biggest-risk-factors-for-death-in-pregnant-COVID-19-patients.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Età e diabete i più grandi fattori di rischio per la morte in pazienti incinti COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200604/Age-and-diabetes-the-biggest-risk-factors-for-death-in-pregnant-COVID-19-patients.aspx. (accessed September 23, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. Età e diabete i più grandi fattori di rischio per la morte in pazienti incinti COVID-19. News-Medical, viewed 23 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20200604/Age-and-diabetes-the-biggest-risk-factors-for-death-in-pregnant-COVID-19-patients.aspx.