Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio dice che il vitamina-magnesio combinato può diminuire la severità di COVID-19 in anziani

La pandemia COVID-19 che ha cominciato alla fine del dicembre 2019 ha distribuito in 188 paesi e territori, causando oltre 6,5 milione casi e 385.000 morti. Senza l'efficace droga COVID-19 o vaccino terapeutica di coronavirus 2 di sindrome respiratorio acuto severo (SARS-CoV-2) in vista, i ricercatori stanno esplorando le strategie differenti per limitare la sue diffusione e mortalità.

Uno studio recente pubblicato sul medRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare nel maggio 2020 indica che una combinazione delle vitamine disponibili facilmente ed economiche D3, B12 ed il magnesio minerale può ridurre la progressione della malattia alle fasi severe o interne.

Hyperinflammation nella malattia COVID-19

Lo stato attuale delle conoscenze sulla patogenesi della circostanza è che il hyperinflammation gioca i risultati cruciali di un ricoverato di ruolo. Cioè la lesione virale diretta non è il solo o persino giocatore primario nella disfunzione dell'organo relativa a COVID-19. Piuttosto, è il risultato della tossicità dell'organo causata dalla versione non regolata delle citochine pro-infiammatorie come IL-6 e IL-8, in risposta all'induzione immune dal virus.

Immunomodulation è così un'opzione attraente nel trattamento di COVID-19 e può impedire la progressione del paziente alla malattia severa o critica. Le varie molecole biologiche sono state provate, quale il tocilizumab dello stampo IL-6.

Il protocollo di DMB

Lo studio presente era uno studio di gruppo d'osservazione su una serie consecutiva di pazienti ospedalizzati COVID-19 di 50 anni e sopra, che sono stati dati una combinazione dei micronutrienti di cui sopra (DMB), confrontante il tasso d'espansione della malattia in questo gruppo ad un altro gruppo dei pazienti che non sono stati dati DMB.

La vitamina D protegge la struttura e la funzione respiratorie dell'epitelio. Il magnesio promuove le funzioni di vitamina D, fungenti da cofattore in enzimi multipli in questione nel metabolismo di vitamina D, mentre però avendo il broncodilatatore indipendente ed attività vasodilatatore. Il vitamina b12 migliora la salubrità dei batteri dell'intestino, che a sua volta è vitale per un sistema immunitario attivo ed efficace. Tutti sono sicuri e ben-tollerati dai pazienti.

Come lo studio è stato fatto?

Lo studio corrente ha puntato su verificare l'effetto di un breve corso del completamento di DMB in pazienti COVID-19 che non sono ancora nella fase severa o critica della malattia. Lo scopo era di scoprire se questo potesse impedire i risultati pazienti difficili.

Lo studio ha incluso tutti i pazienti con COVID-19 che avevano almeno 50 anni, ammessi al policlinico di Singapore, fra il 15 gennaio ed il 15 aprile 2020. Tutti hanno avuti una prova positiva di RT-PCR. Il risultato di studio era di valutare quanto hanno progredito per avere bisogno dell'ossigeno in tutto il modo, o ammissione (ICU) dell'unità di cure intensive.

Dal 6 aprile 2020, tutti i pazienti che misura questi criteri erano DMB amministrati e formato il gruppo di studio. DMB ha consistito di una dose quotidiana del vitamina D3 1000 IU, magnesio 150mg e vitamina b12 500mcg per i fino a 14 giorni. È stato fermato se il paziente l'uno o l'altro recuperato sintomatico e due prove successive di PCR fosse negativo, o se il paziente si deteriorasse clinicamente.

La maggior parte dei pazienti nel braccio di studio hanno ricevuto DMB il primo giorno dell'ammissione ed avevano continuato la terapia per (mediano) i 5 giorni.

I pazienti ammessi nello stesso periodo ma chi non ha ricevuto DMB erano i comandi. Il braccio di studio ha compreso 17 pazienti mentre il braccio di controllo ha avuto 26 pazienti, entrambe le armi che sono simili riguardo a dati demografici e funzionalità cliniche.

Il DMB ha migliorato il decorso clinico?

I ricercatori hanno trovato che soltanto 3/17 dei pazienti nel braccio di studio ha richiesto l'ossigeno supplementare, confrontato a 16/26 nel gruppo di controllo.

In entrambi i gruppi, il requisito di ossigeno egualmente ha segnalato un ad alto rischio per ICU, con 2/3 nel gruppo di DMB e 16/16 nel gruppo non-DMB che richiede l'ammissione di ICU. Dei 3 pazienti nel gruppo di DMB che si è deteriorato, l'un completamento stato necessario dell'ossigeno dopo i 3 giorni su DMB ma è rimanere stabile sul reparto.

Dei 9 pazienti che hanno ricevuto DMB iniziale (nella prima settimana dell'ospedalizzazione), solo una si è deteriorata, che sono stato fra i 2, che hanno richiesto presto l'ossigeno (entro 24 ore di iniziare DMB). Questi 2 sono probabili già andare in discesa, a giudicare dal loro deterioramento rapido e il DMB era probabilmente troppo recente per pregiudicare gli eventi qualsiasi modo.

L'analisi ha indicato che le probabilità di richiesta dell'ossigeno sono andato su con l'età e la presenza di altre malattie, ma è andato giù significativamente con il trattamento di DMB, anche dopo registrare per ottenere l'età, il genere ed altre malattie. Le probabilità sarebbero state ancor più impressionanti se i due pazienti che ricevessero tardi DMB nel loro decorso clinico si escludessero. D'importanza, non c'erano effetti contrari che potrebbero essere rintracciati a DMB.

Le implicazioni dello studio di DMB

I dati disponibili intorno al mondo mostrano quello fino ad un quinto delle complicazioni vita mettenti in pericolo di esperienza dei pazienti COVID-19. Gli stampi IL-6 e gli agenti antitrombotici possono essere poco migliori di un cerotto in questa situazione, indirizzante gli eventi recenti e principalmente inefficace. Tuttavia, lo studio corrente ha cercato di usare gli agenti immunoregulatory, sicuri e ben-tollerati preventivi per diminuire la tempesta di citochina connessa con danno e la morte terminali dell'organo.

Il successo evidente di questa strategia ha potuto permettere che sia adottato come cassaforte, facilmente che ha amministrato ed intervento iniziale nella regolazione di pronto intervento. Potrebbe anche ugualmente efficacemente essere usato per impedire la malattia sintomatica o severa fra i cluster ad alto rischio del contatto rintracciati durante lo scoppio. È estremamente redditizio, rendendolo adatto a paesi bassi e con reddito medio, anche quando i vaccini o le droghe terapeutiche possono essere troppo costosi per permettere.

Infine, l'uso di DMB può essere ugualmente efficace in altre infezioni virali che egualmente producono gli alti livelli delle citochine e così causano l'indipendente di lesione dalla lesione diretta del tessuto.

La piccole dimensione del campione ed assenza di analisi biologiche per supportare il miglioramento clinico nel gruppo di studio sono limitazioni. Tuttavia, gli autori concludono, “è uno sforzo di prova-de-principio con i risultati molto di promessa. I nostri risultati dovrebbero più ulteriormente essere convalidati in uno studio ripartito con scelta casuale ben progettato.„

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, June 04). Lo studio dice che il vitamina-magnesio combinato può diminuire la severità di COVID-19 in anziani. News-Medical. Retrieved on September 24, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200604/Study-says-vitamin-magnesium-combo-may-reduce-severity-of-COVID-19-in-seniors.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Lo studio dice che il vitamina-magnesio combinato può diminuire la severità di COVID-19 in anziani". News-Medical. 24 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200604/Study-says-vitamin-magnesium-combo-may-reduce-severity-of-COVID-19-in-seniors.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Lo studio dice che il vitamina-magnesio combinato può diminuire la severità di COVID-19 in anziani". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200604/Study-says-vitamin-magnesium-combo-may-reduce-severity-of-COVID-19-in-seniors.aspx. (accessed September 24, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. Lo studio dice che il vitamina-magnesio combinato può diminuire la severità di COVID-19 in anziani. News-Medical, viewed 24 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20200604/Study-says-vitamin-magnesium-combo-may-reduce-severity-of-COVID-19-in-seniors.aspx.