Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il WHO è nuovi dati rivela gli alti livelli di resistenza a antibiotici universalmente

Il WHO è prima versione dei dati di sorveglianza su resistenza a antibiotici rivela gli alti livelli della resistenza ad una serie di infezioni batteriche serie sia in country alti- che a basso reddito.

Il WHO è nuovo sistema di sorveglianza antimicrobico globale (VETRO) rivela l'avvenimento diffuso di resistenza a antibiotici fra 500 000 persone con le infezioni batteriche sospettate attraverso 22 paesi.

I batteri resistenti il più comunemente riferiti erano pneumoniae della klebsiella, di Escherichia coli, staphylococcus aureus e streptococco pneumoniae, seguiti dalle speci della salmonella. Il sistema non comprende i dati sulla resistenza del mycobacterium tuberculosis, che causa la tubercolosi (TB), come il WHO sta tenendola la carreggiata dal 1994 e sta fornendo gli aggiornamenti annuali nel rapporto globale della tubercolosi.

Fra i pazienti con l'infezione sospettata della circolazione sanguigna, la proporzione che ha avuta batteri resistenti ad almeno uno degli antibiotici più comunemente usati ha variato immensamente fra i paesi differenti - zero - 82%. Resistenza a penicillina - la medicina usata per le decadi universalmente per trattare polmonite - variata da zero a 51% fra i pæsi dichiaranti. E fra 8% - 65% di Escherichia coli si è associato con le infezioni di apparato urinario presentate la resistenza a ciprofloxacina, un antibiotico comunemente usato per trattare questa circostanza.

Il rapporto conferma la situazione seria di resistenza a antibiotici universalmente. Alcune delle infezioni più comuni del mondo - e potenzialmente la maggior parte del pericoloso - sono risultare resistente alla droga,„ aggiunge Sprenger. “E preoccuparsi di tutti, agenti patogeni non rispetta le frontiere. Ecco perché il WHO sta incoraggiando tutti i paesi ad installare i buoni sistemi di sorveglianza per individuare la farmacoresistenza che può fornire i dati a questo sistema globale.„

Il Dott. Marc Sprenger, Direttore del WHO è segretariato antimicrobico della resistenza

Fin qui, 52 paesi (25 con reddito elevato, 20 paesi con reddito medio e 7 a basso reddito) sono iscritti a WHO è sistema di sorveglianza antimicrobico globale. Per il primo rapporto, 40 paesi hanno fornito informazioni sui loro sistemi di sorveglianza nazionali e 22 paesi egualmente hanno fornito i dati ai livelli di resistenza a antibiotici.

“Il rapporto è un primo punto vitale verso il miglioramento della nostra comprensione delle dimensioni della resistenza antimicrobica. La sorveglianza è nella sua infanzia, ma è vitale svilupparla se dobbiamo anticipare ed affrontare una di più grandi minacce contro la salute pubblica globale,„ dice il Dott. Carmem Pessoa-Silva, che coordina il nuovo sistema di sorveglianza al WHO.

I dati presentati in questo primo rapporto DI VETRO variano ampiamente nella qualità e nella totalità. Alcuni paesi affrontano le sfide importanti in costruzione i loro sistemi di sorveglianza nazionali, compreso una mancanza di personale, di fondi e di infrastruttura.

Tuttavia, il WHO sta supportando più paesi per installare i sistemi di sorveglianza antimicrobici nazionali della resistenza che possono redigere i dati affidabili e significativi. Il VETRO sta contribuendo a standardizzare il modo che i paesi raccolgono i dati e permettono ad una maschera più completa circa i reticoli antimicrobici della resistenza e tende.

I programmi solidi di sorveglianza di farmacoresistenza nella TB, in HIV e nella malaria stanno funzionando per molti anni ed hanno aiutato il carico di malattia di preventivo, il sistema diagnostico di pianificazione ed i servizi del trattamento, riflettono l'efficacia degli interventi di controllo e progettano gli efficaci regimi terapeutici per indirizzare ed impedire la resistenza futura. Il VETRO si pensa che esegua una simile funzione per gli agenti patogeni batterici comuni.

Lo srotolamento di VETRO già sta facendo una differenza in molti paesi. Per esempio, il Kenya ha migliorato lo sviluppo del suo sistema antimicrobico nazionale della resistenza; La Tunisia ha cominciato cumulare i dati sulla resistenza antimicrobica al livello nazionale; la Repubblica Coreana completamente ha riveduto il suo sistema di sorveglianza nazionale per allineare con la metodologia DI VETRO, fornendo i dati molto di alta qualità e di totalità; e paesi quali Afghanistan o la Cambogia che le sfide strutturali importanti della fronte di taglio hanno iscritto al sistema e stanno usando la struttura DI VETRO come opportunità per il rafforzamento delle loro capacità di sorveglianza di Amr. La partecipazione nazionale a VETRO è veduta generalmente come un segno di coltura dell'impegno politico per supportare gli sforzi globali per gestire la resistenza antimicrobica.