Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori trovano il collegamento fra l'anomalia in relazione con il colpo del vaso sanguigno del cervello e sventrano i batteri

In uno studio nazionale, NIH ricercatori costituiti un fondo per ha trovato che la presenza di gruppi anormali dei vasi sanguigni friabili nel cervello o nel midollo spinale, chiamati angiomi cavernosi (CA), è collegata alla composizione dei batteri dell'intestino di una persona. Inoltre conosciuto come malformazioni cavernose cerebrali, queste lesioni che contengono il sangue lento o stagnante, possono causare spesso i colpi, gli attacchi, o le emicranie emorragici. Il trattamento corrente comprende la rimozione chirurgica delle lesioni quando è sicuro da agire in tal modo. Gli studi precedenti in mouse ed in un piccolo numero di pazienti hanno suggerito un collegamento fra il CA ed i batteri dell'intestino. Questo studio è il primo per esaminare il ruolo che il microbiome dell'intestino può svolgere in una più grande popolazione dei pazienti di CA.

Piombo dagli scienziati all'università di Chicago, i ricercatori usati hanno avanzato le tecniche genomiche dell'analisi per confrontare i campioni di feci da 122 persone che hanno avute almeno un CA come veduto sulle scansioni di cervello, con quelli dall'età e sesso-abbinato, partecipanti di controllo non CA, compreso i campioni raccolti con il progetto americano dell'intestino. Inizialmente, hanno trovato che i pazienti di CA hanno avuti in media batteri più gram-negativi mentre i comandi hanno avuti batteri più gram-positivi e che l'abbondanza relativa di tre specie batteriche dell'intestino ha distinto i pazienti di CA dai comandi indipendentemente dal sesso di una persona, dalla posizione geografica, o dalla predisposizione genetica alla malattia. Inoltre, i batteri dell'intestino dai pazienti di CA sono sembrato produrre più molecole del lipopolysaccharide che sono state indicate per determinare la formazione di CA in mouse. Secondo gli autori, questi risultati hanno fornito la prima dimostrazione in esseri umani “di un microbiome permissivo„ connesso con la formazione di lesioni neurovascular nel cervello.

Ulteriore analisi ha indicato che alcune composizioni nei batteri dell'intestino potrebbero identificare aggressivo contro i moduli non aggressivi della malattia come pure quelli con le emorragie sintomatiche recenti. Inoltre, per la prima volta, hanno mostrato come combinare i dati dei batteri dell'intestino con i risultati dalle prove del plasma sanguigno potrebbe aiutare meglio medici a diagnosticare la severità di un disordine del cervello. I risultati, pubblicati nelle comunicazioni della natura, supportano un organismo crescente di prova per il ruolo dei batteri dell'intestino nella salubrità del cervello.

Source:
Journal reference:

Polster, S.P., et al. (2020) Permissive microbiome characterizes human subjects with a neurovascular disease cavernous angioma. Nature Communications. doi.org/10.1038/s41467-020-16436-w.