Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova ricerca mette a fuoco sul ruolo del gene di proteina-codifica nella malattia di viscere infiammatoria

Un gene di proteina-codifica connesso con le malattie autoimmuni quali il morbo di Crohn e la colite ulcerosa, citati collettivamente come malattia di viscere infiammatoria, o IBD, sarà il fuoco di nuova ricerca nella scuola di medicina all'università di California, riva del fiume.

Il lavoro è reso possibile dagli istituti nazionali della concessione di salubrità che superano $2,5 milioni.

Il gene, chiamato tipo del non ricevitore della fosfatasi della tirosina della proteina - 2, o PTPN2, sono espressi in tutti i somatociti ma hanno specialmente ruoli importanti in celle immuni e celle epiteliali intestinali. Egualmente è associato con il diabete di tipo 1 e l'artrite reumatoide.

La ricerca, realizzata sui mouse, mirerà ad identificare i meccanismi da cui PTPN2 regolamenta le interazioni immuni fra i macrofagi -- un tipo di globulo bianco -- e celle epiteliali e come questo regolamento pregiudica i beni della barriera dell'epitelio intestinale nella salubrità e nella malattia.

Un a un solo strato delle celle quello svolge un ruolo critico nelle sanità, l'epitelio intestinale fornisce una barriera mentre però permettendo l'assorbimento di acqua e degli elementi nutritivi. Le celle epiteliali intestinali sono critiche per la regolamentazione della funzione immune, la comunicazione con il microbiota intestinale e la protezione dell'intestino dall'infezione dell'agente patogeno -- quale dipendono criticamente da una barriera epiteliale intatta.

Mentre alcuni studi parzialmente hanno identificato le funzioni di PTPN2 in macrofagi e celle epiteliali, il ruolo di PTPN2 nella regolamentazione come queste celle parlano l'un l'altro non è stato studiato. Speriamo di aumentare la nostra comprensione del ruolo PTPN2 infine giochiamo nel mantenimento della barriera protettiva dell'intestino e nella regolamentazione delle risposte immunitarie appropriate.„

Declan F. McCole, professore delle scienze biomediche ed il ricercatore principale della concessione quinquennale

Gli studi preliminari del mouse nel laboratorio di McCole indicano forte i giochi PTPN2 un ruolo cruciale nella salubrità e nella malattia rinforzando la barriera dell'intestino ed impedendo il sistema immunitario il lancio della risposta immunitaria eccessivamente aggressiva ed offensiva.

Influenze di IBD circa 3 milione di persone negli Stati Uniti. La malattia, di cui i sintomi comuni comprendono la diarrea, il dolore addominale e la perdita di peso, è caratterizzata da infiammazione cronica del tratto gastrointestinale, piombo a parecchie complicazioni serie. La causa della malattia rimane sconosciuta.

McCole sarà aderito il progetto dal co-ricercatore Meera G. Nair, un professore associato di concessione delle scienze biomediche a UCR, di cui il laboratorio contribuirà a caratterizzare il regolamento PTPN2 di come i macrofagi cambiano i loro beni e funzioni in presenza o assenza di infiammazione.

“Speriamo di identificare i meccanismi che governano come i macrofagi regolamentano le funzioni per mantenere la funzione della barriera dell'intestino e che cosa va male quando PTPN2 non è assente regolamentare queste interazioni,„ McCole ha detto. “Prevediamo che questo generi le nuove comprensioni fondamentali in come mutazioni di perdita-de-funzione -- le mutazioni che provocano proteina diminuita funziona -- nel gene PTPN2 contribuisca all'inizio delle malattie autoimmuni come IBD.„

Il ricercatore postdottorale Marianne Spalinger, un membro del laboratorio di McCole di cui i dati preliminari hanno aiutato sicuro il finanziamento di NIH, casi celebri di IBD sta aumentando in Stati Uniti e globalmente, compreso le parti del mondo che non hanno veduto tradizionalmente i numeri alti dei casi.

“Mireremo ad identificare gli obiettivi novelli per intervento terapeutico nei pazienti di IBD in questo progetto,„ ha detto.

Meli'sa Crawford, un ricercatore postdottorale e nuova recluta al laboratorio di McCole, egualmente parteciperà alla ricerca. La concessione egualmente supporterà la ricerca di un dottorando e di uno specialista minore. Due studenti non laureati riceveranno l'esperienza del laboratorio che lavora al progetto.