Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati trovano il modo impedire ai vaccini riscaldati di degradarsi

I vaccini sono notoriamente difficili da trasportare ai posti remoti o pericolosi, poichè guastano una volta non refrigerati. Le formulazioni sono sicure fra 2°C e 8°C, ma ad altre temperature le proteine cominciano disfare, rendendo i vaccini inefficaci. Di conseguenza, milioni di bambini intorno al mondo si perdono le inoculazioni di salvataggio.

Tuttavia, gli scienziati ora hanno trovato un modo impedire ai vaccini riscaldati di degradarsi. Imballando le molecole di proteina in uno shell della silice, la struttura rimane intatta anche quando riscaldato a 100°C, o memorizzato alla temperatura ambiente per fino a tre anni.

La tecnica per sarto-installazione un vaccino con un cappotto della silice - conosciuto come ensilication- è stato diventato da un gruppo del bagno in collaborazione con l'università di Newcastle. Questa tecnologia aprente la strada è stata veduta per lavorare in laboratorio due anni fa ed ora ha dimostrato la sua efficacia nel mondo reale anche.

Nel loro ultimo studio, pubblicato nei rapporti scientifici del giornale, i ricercatori hanno inviato sia campioni ensilicated che regolari del vaccino del tetano dal bagno a Newcastle dal paletto comune (un periodo di viaggio oltre di 300 miglia, che per posta richiede un giorno o due). Quando le dosi del vaccino ensilicated successivamente sono state iniettate nei mouse, una risposta immunitaria è stata avviata, mostrante il vaccino per essere attiva. Nessuna risposta immunitaria è stata individuata in mouse iniettati con le dosi non protette del vaccino, indicanti che la medicina era stata danneggiata in transito.

Ciò realmente sta eccitando i dati perché ci indica che il ensilication conserva non appena la struttura delle proteine vaccino ma anche della funzione - l'immunizzazione.

Questo progetto ha messo a fuoco sul tetano, che fa parte del vaccino di DTP (difterite, tetano e pertosse) somministrato ai bambini piccoli in tre dosi. Dopo, lavoreremo sviluppare ad un vaccino termico-stabile per la difterite e poi alla pertosse. Finalmente vogliamo creare una gabbia della silice per l'intero vaccino trivalente di DTP, di modo che ogni bambino nel mondo può essere dato il DTP senza dovere contare su distribuzione della catena del freddo.„

Dott. Asel Sartbaeva, che piombo il progetto dall'università di dipartimento del bagno di chimica

La distribuzione della catena del freddo richiede un vaccino di essere refrigerata a partire dal momento di fabbricazione alla destinazione di punto finale.

La silice è un materiale inorganico e non tossico ed il Dott. Sartbaeva stima che i vaccini ensilicated potrebbero essere usati per gli esseri umani in cinque - 15 anni. Spera che le proteine dell'silice-involucro della tecnologia finalmente siano adottate per memorizzare e trasportare tutti i vaccini di infanzia come pure altri prodotti a base di proteine, quali gli anticorpi e gli enzimi.

“Infine, vogliamo fare la stalla importante delle medicine in modo da possono essere più ampiamente - disponibile,„ ha detto. “Lo scopo è di sradicare le malattie vaccino-evitabili in paesi a basso reddito usando termicamente i vaccini stabili ed il ritaglio della dipendenza dalla catena del freddo.„

Corrente, fino a 50% delle dosi vaccino sono prima dell'uso eliminato dovuto l'esposizione alle temperature suboptimali. Secondo l'organizzazione mondiale della sanità (WHO), 19,4 milione infanti non hanno ricevuto le vaccinazioni sistematiche di salvataggio nel 2018.

Source:
Journal reference:

Doekhie, A., et al. (2020) Ensilicated tetanus antigen retains immunogenicity: in vivo study and time-resolved SAXS characterization. Scientific Reports. doi.org/10.1038/s41598-020-65876-3.