Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio identifica il biomarcatore potenziale per le cellule staminali del donatore di prevagliatura

Un nuovo studio rilasciato oggi in CELLULE STAMINALI affronta un problema significativo che sta confrontando la terapia di cellule staminali mesenchymal (hMSCs) umana. Mentre le centinaia di test clinici che fanno partecipare migliaia di pazienti sono in corso verificare la capacità dei hMSCs di trattare tutto dalla malattia di cuore al trauma cranico, non c'è stato modo determinare prima del donatore che subisce una raccolta chirurgica dolorosa e costosa del midollo osseo indipendentemente da fatto che varrebbe lo sforzo. Tuttavia, questi nuovi studi, intrapresi dagli scienziati all'agenzia per scienza, la tecnologia e la ricerca (A*STAR), Singapore, identificano un biomarcatore potenziale per i donatori di prevagliatura per la capacità e la potenza della crescita dei loro MSCs.

Con il servizio globale della cellula staminale preveduto per raggiungere da ora al 2025 sopra US$270 miliardo (secondo un rapporto pubblicato tramite ricerca di mercato della trasparenza), c'è una necessità urgente di efficaci biomarcatori essere utilizzato nella selezione delle cellule staminali dai donatori futuri. Questo bisogno è amplificato tramite la crescita rapida di medicina a ricupero, con il suo pallet delle celle, dei geni e dei tessuti costruiti.„

Dott. Simon Cool, autore co-corrispondente dello studio, l'istituto di A*STAR di biologia medica

Quello è che cosa scintillato questa nuova ricerca.

In uno studio più iniziale, questo stesso laboratorio aveva classificato i hMSCs dall'età e sesso-aveva abbinato i donatori umani nei gruppi della basso crescita ed alti- della capacità e nei criteri stabiliti per l'identificazione delle cellule staminali con la potenza migliorata. “Questi hMSCs indicati hanno aumentato il potenziale proliferativo che ha correlato con il clonogenicity migliorato, una proporzione elevata delle celle più di piccole dimensioni con i telomeres più lunghi, l'espressione elevata di determinati indicatori della superficie delle cellule e per di più, capacità migliore di mediare formazione ectopica dell'osso,„ ha detto l'autore co-corrispondente dello studio, Lawrence Stanton, Ph.D., che ai tempi dello studio era un membro dell'istituto del genoma di A*STAR di Singapore (ed è ora con l'istituto di ricerca biomedico del Qatar).

L'ultima ricerca del gruppo ha cercato di costruire sopra quelle informazioni eseguendo le analisi molecolari di queste celle per capire meglio che cosa ha rappresentato la loro utilità migliore. L'analisi di Microarray ha rivelato che hMSCs con un'eliminazione genomica del teta della S-transferasi del glutatione (GSTT1) -- parte di una superfamiglia dei geni che riuniscono il glutatione e le tossine per eliminarli sicuro dall'organismo -- mostri la capacità a crescita rapida. I hMSCs di GSTT1-null egualmente esibiscono una capacità migliorata di clonarsi e svilupparsi nelle colonie complete ed hanno telomeres più lunghi. Entrambi fattori sono fattori determinanti importanti della potenza del MSC.

“Crediamo i nostri punti culminanti di studio l'utilità di GSTT1 come biomarcatore potenziale per scalabilità del MSC e possiamo risultare utile nel selezionare i donatori potenziali per la creazione dei gruppi illuminazione diffusa delle cellule del hMSC di alta qualità migliorare le terapie della cellula staminale,„ il Dott. Cool ha detto.

“I donatori dello pre-schermo di abilità per un indicatore che corrisponde alla migliore crescita dei MSCs in vitro è vero importanti„, hanno detto il Dott. gennaio Nolta, il redattore capo delle CELLULE STAMINALI. “Molti gruppi hanno cercato la schermatura degli strumenti come questo, in grado di impedire l'errore del lotto per le serie cliniche di MSCs che non si espandono robusto. Finora, non c'è stato modo valutare quello prima del raccolto del midollo.„

Source:
Journal reference:

Sathiyanathan, P., et al. (2020) A genomic biomarker that identifies human bone marrow‐derived mesenchymal stem cells with high scalability. Stem Cells. doi.org/10.1002/stem.3203.