Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il buon stato di vitamina D può impedire il cancro, migliora la prognosi di parecchi cancri

Un buon stato di vitamina D è utile sia nella prevenzione del cancro che nella prognosi di parecchi cancri, secondo un nuovo esame della ricerca.

Gli effetti anticancro della vitamina D sono particolarmente pronunciati nella prevenzione e nel trattamento di tumore del colon e dei cancri di sangue. Inoltre, l'alta risposta di vitamina D può essere collegata ad un più piccolo rischio di cancro. La risposta di vitamina D varia fra le persone, pregiudicanti la loro esigenza del completamento di vitamina D.

La recensione, pubblicata nei seminari nella biologia del Cancro e scritta dal professor Carsten Carlberg dall'università di Finlandia orientale e dal professor Alberto Muñoz dall'università autonoma di Madrid, prevede un aggiornamento sulla base molecolare di segnalazione di vitamina D ed il suo ruolo nella prevenzione del cancro e nella terapia.

La vitamina D è conosciuta comunemente per il suo ruolo cruciale nella salubrità dell'osso, ma gli autori la precisano egualmente regolamenta il sistema immunitario ed i sui effetti anticancro sono mediati pricipalmente dalle celle immuni, quali i monociti e le celle di T. La vitamina D esercita i sui effetti tramite ricevitore di vitamina D (VDR), che è un fattore di trascrizione in questione nell'espressione e nel regolamento epigenetico di numerosi geni.

Secondo l'esame, gli studi che mettono a fuoco sull'effetto della vitamina D sui tipi differenti di cancri forniscono la prova più ben fondata dei sui vantaggi nel cancro colorettale e nei cancri di sangue, quali le leucemie ed i linfomi.

La vitamina D è importante entrambi per la differenziazione dei globuli durante le cellule staminali dell'adulto come pure di ematopoiesi nei tessuti rapido della rigenerazione, quali il colon o l'interfaccia. Uno stato troppo basso di vitamina D piombo ad una funzione suboptimale del VDR ed in un rischio aumentato che queste celle completamente non stanno differenziando ed inizio per trasformare nelle cellule tumorali crescenti incontrollate.

Anche in altri tipi di cancri, quali il petto ed il carcinoma della prostata, uno stato di vitamina D di minimo, misurato come il livello 25 di hydroxyvitamin D nel sangue, è stato associato con un'più alta incidenza del cancro e una prognosi più difficile. Tuttavia, il completamento di vitamina D non è stato indicato coerente per diminuire la mortalità del cancro nelle prove controllate ripartite con scelta casuale.

Secondo gli autori dell'esame, l'impatto della vitamina D potrebbe essere indicato più chiaro se i partecipanti fossero stratificati secondo la loro risposta determinata di vitamina D ed i risultati di salubrità analizzati relativamente ai cambiamenti nello stato determinato di vitamina D.

Il gruppo di ricerca del professor Carlberg più presto ha indicato che le persone differiscono nella loro risposta o sensibilità molecolare al completamento di vitamina D. Per esempio, 25% della popolazione finlandese sembrano essere radar-risponditore bassi, aventi bisogno di una dose elevata del completamento di vitamina D di raggiungere il vantaggio clinico completo. In termini di rischio di cancro, essere un alto radar-risponditore può essere preveduto per avere un effetto protettivo.

Secondo l'esame, un buon stato di vitamina D è utile nella prevenzione del cancro generale. C'è meno prova della sua utilità per il trattamento di cancro.