Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La copertura espandentesi del vaccino antiinfluenzale ha potuto diminuire la prescrizione antibiotica inadeguata

Fino a 76 per cento di tutte le prescrizioni antibiotiche del paziente esterno negli Stati Uniti possono essere inadeguati, con la prescrizione del picco connessa con la stagione di influenza. La prova suggerisce che i vaccini antiinfluenzali possano diminuire l'uso antibiotico globale ed inadeguato diminuendo il carico della malattia del tipo di influenza maltrattato comunemente con gli antibiotici come pure impedire le infezioni batteriche secondarie. Mentre i vaccini antiinfluenzali si sono rivelati diminuire la malattia severa, la prova sta mancando di sul collegamento fra la vaccinazione di influenza e l'antibiotico che prescrivono al livello della popolazione negli Stati Uniti.

Per esaminare questa associazione, i ricercatori hanno analizzato dei i dati livelli di stato da IQVIA ed i centri degli Stati Uniti per FluVaxView della prevenzione e del controllo di malattie sulle tariffe di prescrizione dell'antibiotico e la copertura del vaccino antiinfluenzale fra gennaio e marzo di ogni anno dal 2010 al 2017.

Ottenere il vaccino antiinfluenzale non vi garantisce che non si ammalerà, ma è efficace a diminuire sia la probabilità che la severità della malattia al livello determinato, che per le persone tradurrebbe in meno scatti al medico e meno probabilità di essere antibiotici prescritti. Poiché la gente che non si ammala non trasmette la malattia ad altre, abbiamo creduto che più la gente che ha ottenuto un vaccino in un'area, meno la malattia là sarebbe stata e le meno prescrizioni antibiotiche ci sarebbe stato.„

Eili Klein, autore di studio del cavo e membro anziano di CDDEP

L'utilizzazione dell'analisi di regressione di fisso-effetti ha registrato per ottenere le differenze socioeconomiche, accesso alle cure sanitarie, centri di assistenza all'infanzia, clima, l'efficacia vaccino e di differenze livelle di stato, lo studio hanno trovato che un aumento di dieci per cento nella copertura della vaccinazione di influenza è stato associato con una riduzione di 6,5 per cento dell'uso antibiotico, o 14,2 meno prescrizioni antibiotiche per 1.000 persone. Le tariffe aumentate della vaccinazione sono state legate alle riduzioni significative delle tariffe di prescrizione dell'antibiotico fra pediatrico (6 per cento), gli anziani (5,2 per cento) e le popolazioni adulte (4,2 per cento). Specificamente, i ricercatori hanno trovato che attraverso tutte le età, la copertura del vaccino antiinfluenzale era significativamente e connesso negativamente con le tariffe di prescrizione per i macrolidi, le tetracicline, le penicilline di stretto-spettro e il aminoglycosides- che sono antibiotici le classi hanno prescritto comunemente per le infezioni superiori delle vie respiratorie o le infezioni severe, che i vaccini antiinfluenzali impediscono.

“L'influenza è più comune in bambini e negli anziani e questa è così equo indicativa che il vaccino sta limitando la severità della malattia in queste popolazioni che piombo per abbassare le tariffe di prescrizione antibiotica,„ ha detto Klein.

In generale, i risultati indicano che la vaccinazione di influenza è associata con uso antibiotico diminuito negli Stati Uniti, che suggeriscono che quello copertura espandersi del vaccino antiinfluenzale potrebbe diminuire la prescrizione antibiotica inadeguata. Lo studio nominato, “l'impatto della vaccinazione di influenza su uso antibiotico negli Stati Uniti, 2010-2017„ è stato pubblicato il 6 giugno 2020 nelle malattie infettive aperte del forum.

Source:
Journal reference:

Klein, E.Y., et al. (2020) The Impact of Influenza Vaccination on Antibiotic Use in the United States, 2010-2017. Open Forum Infectious Diseases. doi.org/10.1093/ofid/ofaa223.