Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio esamina il tipo il diabete di I e COVID-19

I ricercatori dagli Stati Uniti hanno analizzato le informazioni su tipo diabetici di I e COVID-19. Il loro studio nominato, “diabete di tipo 1 e COVID-19: I risultati preliminari da una sorveglianza multicentrata studiano negli Stati Uniti,„ è pubblicato nell'ultima emissione della cura del diabete del giornale.

Credito di immagine: Punto di immagine franco/Shutterstock
Credito di immagine: Punto di immagine franco/Shutterstock

Che cosa era lo studio circa?

I ricercatori hanno spiegato che il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) dice che la gente con il diabete è probabile essere influenzata severamente tramite le infezioni. dovuto la pandemia corrente di COVID-19, queste persone rimangono ad un elevato rischio non solo di infezione con il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo ma anche avendo risultati più difficili di salubrità. Una delle ragioni dietro tale rischio sollevato comprende il controllo difficile dello zucchero di sangue, essi ha scritto. La caduta severa nello zucchero di sangue o nell'ipoglicemia ha potuto anche essere una causa di questo rischio intensificato di infezione SARS-CoV-2, essi ha scritto.

I ricercatori dicono che c'è prova limitata per quanto riguarda il risultato di tipo diabetici di I in COVID-19. Hanno scritto che questo è il primo studio americano multicentrato che esamina questa popolazione con l'infezione. Lo studio è stato intrapreso così “esamina le caratteristiche pazienti ed i risultati avversi fra i pazienti con il diabete di tipo 1 con COVID-19 confermato.„ Egualmente hanno esaminato i risultati dei pazienti con COVID-19 come sintomi che non erano casi confermati dell'infezione.

Che cosa è stato fatto?

Ciò era uno studio di collaborazione di miglioramento di qualità di scambio di T1D (T1DX-QI), compreso i dati da 49 cliniche dell'endocrinologia da 64 siti differenti attraverso gli Stati Uniti l'anamnesi dettagliata che di tutti i partecipanti è stata registrata per lo studio. Hanno avuti tutto il positivo provato per COVID-19 sui tamponi rinofaringei, sui tamponi della gola, sui campioni dell'espettorato, ecc. facendo uso della prova di RT-PCR. Secondo il CDC, i pazienti hanno avuti profili di sintomo compreso uno o più come “febbre, la tosse, la dispnea, la mialgia, il radiatore anteriore semiliquido, la gola irritata, l'emicrania, la nausea o vomito, dolore addominale, diarrea.„ L'esposizione di tutto il partecipante a COVID-19 fra i contatti della famiglia è stata registrata. I partecipanti sono stati dati un questionario di 33 punti tramite strumento di indagine di Qualtrics.

Che cosa è stato trovato?

I dati sono stati riuniti su finché i 5th del maggio 2020 ed i ricercatori non esaminassero l'anamnesi dei pazienti di COVID-19-like e di COVID-19-positive che hanno avuti sintomi della malattia ma non fossero confermati ancora.

COVID-19 ha confermato i pazienti

C'erano 33 pazienti nel gruppo positivo COVID-19, di cui 63,6 per cento erano femmine e 36,4 per cento erano bianco del non Latino-americano. L'età media era di 24,8 anni e l'emoglobina glicosilata mediana (un indicatore per controllo a lungo termine dello zucchero di sangue) era 8,5 per cento.

Alcuno del terreno comunale che presenta i sintomi fra questi pazienti positivi COVID-19 era;

  • Alto glucosio di sangue (48,5%)
  • Febbre o temperatura elevata (45,5%)
  • Asciughi la tosse (39,4%)
  • Fatica in eccesso (33,3%)
  • Vomito (33,3%)
  • Dispnea (30,3%)
  • Nausea (30,2%)
  • Dolore dell'organismo o emicranie (21,2%)
  • Meno di 15 per cento dei pazienti hanno sviluppato “i freddi, il dolore toracico, i feci sciolti, il dolore addominale, la perdita di gusto e la perdita di odore.„

Fra i pazienti positivi COVID-19, l'obesità era lo stato del comorbid più comune veduto in 39,4 per cento dei casi. L'ipertensione è stata veduta in 12,1 per cento. Per quanto riguarda il risultato dei pazienti, la chetoacidosi diabetica (DKA), era la complicazione più tipica veduta in 45,5 per cento.

I pazienti o coloro di COVID-19-like che ha avuto i sintomi ma l'infezione non potrebbero essere confermati

Trentuno paziente ha appartenuto a questa categoria. Di questi, 51,8 per cento erano femmine e 61,3 per cento erano bianchi del non Latino-americano. L'età media di questi pazienti era di 16,8 anni e HbA1c mediano era 8 per cento. Una delle complicazioni più prevalenti in questo gruppo era egualmente DKA veduto in 13,3 per cento.

La sintomatologia fra questi pazienti era simile a coloro che aveva verificato il positivo ad infezione. Questi erano;

  • Alto glucosio di sangue (56,7%)
  • La febbre/ha elevato la temperatura (36,7%)
  • Asciughi la tosse (36,7%)
  • Nausea (33,3%)
  • Dolori dell'organismo o emicranie (33,3%)
  • Fatica in eccesso (23,3%)
  • Dispnea (23,3%)

Conclusioni ed implicazioni

Gli autori scrivono che questo è un rapporto preliminare con un piccolo numero (totale 64) di tipo pazienti diabetici di I. Hanno notato che le presentazioni più frequenti di questi pazienti, assistite dentro oltre 50 per cento, erano l'alto zucchero di sangue. Quasi un terzo dei pazienti ha sviluppato DKA. Richiedono ulteriori studi che capirebbero i fattori di rischio che determinano il decorso clinico dell'infezione COVID-19 fra tipo pazienti del diabete di I. Egualmente precisano che l'età media di quelle influenzate con l'infezione mentre essere tipo diabetico di I era più basso e l'adulto così dettagliato come pure gli studi pediatrici, sono necessari. I risultati di questi pazienti e delle opzioni terapeutiche migliori egualmente hanno bisogno degli studi dettagliati approfonditi.

Journal reference:
Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2020, June 10). Lo studio esamina il tipo il diabete di I e COVID-19. News-Medical. Retrieved on August 14, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200610/Study-looks-at-type-I-diabetes-and-COVID-19.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Lo studio esamina il tipo il diabete di I e COVID-19". News-Medical. 14 August 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200610/Study-looks-at-type-I-diabetes-and-COVID-19.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Lo studio esamina il tipo il diabete di I e COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200610/Study-looks-at-type-I-diabetes-and-COVID-19.aspx. (accessed August 14, 2020).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2020. Lo studio esamina il tipo il diabete di I e COVID-19. News-Medical, viewed 14 August 2020, https://www.news-medical.net/news/20200610/Study-looks-at-type-I-diabetes-and-COVID-19.aspx.