Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio valuta i fattori di rischio per il suicidio fra i professionisti di sanità

I professionisti di sanità che muoiono dal suicidio sono più probabili essere più vecchi ed avvicinarsi alla conclusione delle loro carriere, o sono dell'ascendenza dell'isolano asiatico o pacifico, o del confronto delle emissioni di fisico medica, di salute mentale o di atto illecito medico, secondo un nuovo studio dal policlinico di Massachusetts.

In uno studio pubblicato in chirurgia di JAMA, i ricercatori hanno identificato i fattori di rischio modificabili e comportamentistici che possono piombo a burnout ed al suicidio fra tre gruppi di fornitori di cure mediche (chirurghi, medici del nonsurgeon e dentisti) come modo dell'informazione gli ospedali e dei programmi di formazione della residenza delle aree potenziali per intervento con selezione ed il trattamento aumentati.

Il nostro studio evidenzia il fatto che dobbiamo essere interessati circa una più grande popolazione del medico che originalmente abbiamo pensato, compresi le persone che affrontano i fattori di rischio legali, coniugali e culturali civili come pure quelle che ricevono il trattamento per la malattia mentale. I fornitori sono pazienti di consiglio comodi quando cercare la guida ma sono spesso riluttanti a agire in tal modo stessi. La parte di quella è il marchio di infamia percepito di essere un professionista di sanità con un problema sanitario di salute mentale come pure che lo interessa che potrebbe pregiudicare avversamente il loro licensure medico.„

Margherita Ji, DMD, dipartimento di Yisi di ambulatorio e dell'autore principale orali e Maxillofacial dello studio

La pandemia in corso COVID-19 solleva l'importanza della salute mentale del medico e della prevenzione di suicidio. “Con i medici attraverso il paese che affronta le sfide sconosciute nelle condizioni di lavoro, nel reimpiego e nello sforzo fisico ed emozionale, dobbiamo essere più vigilanti che mai,„ sottolinea la fede Robertson, MD, con il dipartimento di neurochirurgia ed il co-author dello studio. “Stiamo rivolgendo a tutti i medici riconoscere i segni delle difficoltà di salute mentale nei loro colleghi come pure se stessi e nell'atto iniziale della presa.„

Per determinare quale medici sono la maggior parte al rischio, i ricercatori hanno esaminato i dati dal sistema di segnalazione nazionale di morte violenta dal 2003 comunque 2016. Delle più di 170.000 persone che sono morto del suicidio, 767 erano professionisti di sanità.

Lo studio generale di massa è la prima valutazione nazionale dei fattori di rischio e dei risultati di suicidio nei sottogruppi del fornitore di cure mediche di chirurghi, di medici del nonsurgeon e di dentisti.

Alcuni risultati inattesi

Fra i risultati sorprendenti dello studio retrospettivo era che i medici che sono morto del suicidio erano sostanzialmente più vecchio (età media, 59,6 anni) confrontati alla popolazione in genere degli anni delle vittime di suicidio (età media, 46,8). “Questo è un demografico precedentemente non riconosciuto da essere al rischio,„ note Ji.

“La nostra ipotesi è che la transizione in una posizione o in una pensione senior di carriera presenta nuovo e spesso sconvolgere le sfide di scopo, delle finanze e della ristrutturazione della routine e della dinamica della famiglia.„

Un'altra individuazione inattesa dal gruppo era che i medici dell'ascendenza dell'isolano asiatico e pacifico erano all'elevato rischio del suicidio che quelli dell'ascendenza bianca. I ricercatori hanno teorizzato che il marchio di infamia culturale di avvertire i problemi sanitari di salute mentale fra questa popolazione di sanità può contribuire alle tariffe basse della diagnosi e del trattamento.

I problemi legali civili egualmente sono stati trovati per essere un fattore di rischio significativo per il suicidio in medici confrontati alla popolazione in genere e più così nel nonsurgeon che il gruppo del chirurgo.

La ragione, lo studio suggerito, è che i medici nelle specialità dove la controversia di atto illecito è meno comune (come nonsurgical) possano avvertire l'emergenza più emozionale quando i reclami accadono, composta dalla durata e dall'incertezza di ogni caso.

I ricercatori propongono che gli ospedali abbiano tratto giovamento dall'offerta del supporto supplementare della risorsa umana psicologica come pure legale ed ai medici durante i periodi dallo dello sforzo indotto da controversia.

Con i casi riferiti di burnout del medico sull'aumento in tutta la nazione, sulle enfasi di studio l'esigenza di selezione più intensa e sul supporto dei professionisti di sanità attraverso tutti i gruppi ad alto rischio.

Il documento ha citato un programma educativo di modello all'università di California, San Diego ha messo a fuoco sulle emissioni di salute mentale destigmatizing e sulla promozione il comportamento e del trattamento guidi guida, compreso un programma di 'screening'online per tutti gli studenti di medicina e una facoltà anonimi e interattivi.

La facoltà di medicina di Harvard, anche, mantiene un programma robusto che permette che i medici nell'ambito dello sforzo confidenzialmente cerchino e ricevano il trattamento.

“Il nostro studio sottolinea l'esigenza di intervento mirato a e supporto per misura i fattori di rischio dei professionisti di sanità,„ dice Ji. “E quel supporto, compreso le selezioni di salute mentale e più conversazioni aperte fra i colleghi circa i segnali di pericolo, deve continuare in tutto la carriera del medico se stiamo andando attenuare il burnout e fare diminuire la tariffa dei suicidi nel campo di medicina.„

Source:
Journal reference:

Ji, Y.D., et al. (2020) Assessment of Risk Factors for Suicide Among US Health Care Professionals. JAMA Surgery. doi.org/10.1001/jamasurg.2020.1338.