Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

le molecole del tipo di droga offrono un trattamento di promessa per COVID-19

Un gruppo dei ricercatori all'università di Georgia ha dimostrato con successo che un insieme di piccole molecole del tipo di droga può bloccare l'attività di una proteina di tasto SARS-CoV-2; fornendo un percorso di promessa per la nuova terapeutica COVID-19.

Piombo da Scott Pegan, Direttore del centro di UGA per la scoperta della droga, il gruppo era il primo per valutare SARS-CoV-2 la proteina PLpro, conosciuto per essere essenziale in altri coronaviruses affinchè sia la sua replica che la sua capacità sopprima la funzione immune ospite.

Il PLpro da SARS-CoV-2 si è comportato diversamente che il suo predecessore che ha causato lo scoppio di SAR nel 2003. Specificamente, i nostri dati suggeriscono che il SARS-CoV-2 PLpro sia meno efficace ai sui ruoli immuni di soppressione. Ciò può essere una delle ragioni per le quali di fondo il virus corrente non è interno quanto il virus dallo scoppio 2003.„

Scott Pegan, scienze farmaceutiche e biomediche del professor, istituto universitario della farmacia, università di Georgia

La pandemia COVID-19 ha pregiudicato più vite globalmente che lo scoppio di SAR di 2002-03, ma il suo tasso di mortalità più in basso è basato sui numeri disponibili all'inizio di giugno.

Dopo lo scoppio di SAR, l'organizzazione mondiale della sanità ha riferito 8.098 casi e 774 morti; un tasso di mortalità di quasi 10%. Secondo il cruscotto del COVID-19 dell'università John Hopkins il 3 giugno, c'erano 6.435.453 casi confermati globalmente e 382.093 morti; un tasso di mortalità di quasi 6%.

Da un punto di vista evolutivo, non è buono affinchè un virus sia interno per il host ed il SAR nel 2003 era particolarmente letale, secondo Pegan.

“Il virus COVID-19 infetta, ma la gente non esegue una febbre prima che siano contagiose, così là è molto fuoco come i fattori di virulenza come PLpro sono stati modificati di natura per dare al virus una migliore probabilità, dalla sua prospettiva, coesistere con noi,„ sul lui ha detto.

“Non vorremmo ovviamente affinchè coesistiamo, ma COVID-19 sembra risolvere il paradosso di Goldilocks di essere nel giusto posto al momento giusto e con il giusto livello di infezione.„

Pegan ha collaborato con gli scienziati David Crich, Ralph Tripp e Cummings di UGA di Brian per esplorare gli inibitori destinati per tramortire PLpro e fermare la replica del virus.

Hanno cominciato con una serie di composti che sono stati scoperti 12 anni fa e sono stati indicati per essere efficaci contro il SAR, ma lo sviluppo è stato tagliato corto poiché il SAR non aveva riapparso.

“Ovviamente ora vediamo che il coronavirus corrente probabilmente sta andando essere con noi per un attimo; se non questo, poi probabilmente altri tipi dei coronaviruses,„ Pegan ha detto. “Questi composti sono un buon punto di partenza per lo sviluppo terapeutico. Hanno tutti i beni che vorreste tipicamente trovare in una droga ed hanno una cronologia di considerazione tossico.„

Questi composti, ad inibitori basati a naftalene di PLpro, sono indicati per essere efficaci a fermare l'attività come pure la replica di SARS-CoV-2 PLpro. Offrono un percorso rapido potenziale dello sviluppo a generare la terapeutica PLpro-mirata a per uso contro SARS-CoV-2.

“Il genere di piccole molecole che stiamo sviluppando siamo alcuno del primo che specificamente sono progettati per questa proteasi di coronavirus,„ Pegan ha detto. “Finora, il lavoro più terapeutico contro il SAR ha mirato ad un altro fattore di virulenza, C3Lpro.

Ciò è un grande inizio con un obiettivo differente. La nostra speranza è che possiamo trasformare questo in un punto di partenza per la creazione della droga che possiamo ottenere davanti a Food and Drug Administration.„

Quattro laboratori di UGA, compreso gli studenti, hanno portato la loro competenza al progetto. Il laboratorio di Pegan ha usato la modellistica delle tecniche per individuare le differenze fra PLpro nello scoppio 2003 e lo scoppio corrente, rivelante la debolezza comparativa del SARS-CoV-2 PLpro e suggerente gli inibitori potenziali per provare.

Il chimico medicinale David Crich, professore e la Georgia ricerca Alliance e lo studioso eminente di David CHU nella progettazione della droga, se orientamento sulla comprensione degli attributi degli inibitori e sta lavorando per sintetizzare i nuovi composti con i beni migliori.

La prova dei composti contro il virus piombo da Ralph Tripp, un esperto in virus respiratori e malattie riferite che è studioso eminente di Alliance della ricerca della Georgia degli studi vaccino e terapeutici e professore delle malattie infettive nell'istituto universitario di medicina veterinaria.

I Cummings, professore e la testa di Brian delle scienze farmaceutiche e biomediche, hanno riguardato la tossicologia, assicurandosi che i composti provati uccidessero i loro obiettivi progettati senza causare gli effetti tossici per il host.

Il documento del gruppo compare online nelle malattie infettive del giornale ACS, pubblicate dalla società di prodotto chimico americano. Oltre a Pegan, Crich e Tripp, co-author includono il Hogan di Robert Jeff, professore delle scienze biologiche veterinarie e della rappresentazione diagnostica; Jackelyn Murray, ricercatore; dottorandi Brendan Freitas ed Ian Durie; e studenti non laureati Jaron Longo e Holden Miller.

Source:
Journal reference:

Freitas, B. T., et al. (2020) Characterization and Noncovalent Inhibition of the Deubiquitinase and deISGylase Activity of SARS-CoV-2 Papain-Like Protease. ACS Infectious Diseases. doi.org/10.1021/acsinfecdis.0c00168.