Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Sindrome di emergenza respiratoria iniziale causata da SARS-CoV-2 in un neonato

Un rapporto recente di caso dai ricercatori all'università di São Paulo, pubblicata nelle CLINICHE del giornale, mostra come i neonati possono anche essere infettati con il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo e sviluppare i sintomi seri, anche se l'itinerario dell'infezione più probabile in tali casi non è ancora completamente chiaro.

La malattia 2019 (COVID-19) di Coronavirus, causata da SARS-CoV-2, può presentare con una gamma di manifestazioni cliniche - variando dall'infezione delicata delle vie respiratorie superiori alla polmonite severa, alla sindrome di emergenza respiratoria acuta e perfino alla morte.

Tuttavia, ancora non siamo resi familiare alle ripercussioni dell'infezione SARS-CoV-2 in donne incinte ed in neonati, poichè c'è poca prova scientifica fin qui. I rapporti iniziali di caso degli infanti infettati hanno rivelato i sintomi delicati e le funzioni vitali stabili, con i risultati clinici favorevoli.

Parecchi studi suggeriscono la possibilità della trasmissione verticale del virus (nel periodo intrapartal o peripartal), ma nessuno di loro hanno confermato questo. Comunque, SARS-CoV-2 non è stato trovato nella placenta, nel liquido amniotico, nel sangue di cordone ombelicale, o nel latte materno.

Il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) specifica che gli infanti (cioè, meno di 12 mesi dell'età) possono essere al rischio aumentato per la malattia severa COVID-19 in confronto ai bambini più anziani; ciò nonostante, i dati sulla prospettiva e sulla severità cliniche di malattia fra i neonati sono radi e basati principalmente sui rapporti di caso o sulla serie di caso.

Un gruppo di ricerca dal dipartimento pediatrico e l'unità di cure intensive neonatale all'interno dell'ospedale clinico dell'università di facoltà di medicina di São Paulo recentemente hanno pubblicato un rapporto interessante di caso che descrive l'infezione neonatale SARS-CoV-2.

Microscopio elettronico a scansione novello di Coronavirus SARS-CoV-2 Colorized di una cella apoptotic (verde) infettata molto con le particelle del virus SARS-COV-2 (porpora), isolate da un campione paziente. Immagine alla funzione di ricerca integrata NIAID in Detrick forte, Maryland. Credito: NIAID
Microscopio elettronico a scansione novello di Coronavirus SARS-CoV-2 Colorized di una cella apoptotic (verde) infettata molto con le particelle del virus SARS-COV-2 (porpora), isolate da un campione paziente. Immagine alla funzione di ricerca integrata NIAID (IRF) in Detrick forte, Maryland. Credito: NIAID

Un neonato con gli episodi di ipertemia e di emergenza respiratoria delicata

Il paziente in questo articolo era un infante maschio di una madre di 37 anni, sopportato vaginale senza alcune complicazioni prenatali. Le membrane amniotiche della madre avevano rotto undici ore prima della consegna.

Poco tempo dopo la nascita, questo neonato ha presentato con emergenza respiratoria iniziale, che è migliorato significativamente dopo la ricezione delle inalazioni dell'ossigeno nelle prime dodici ore di vita. Ulteriormente, l'esame radiografico del torace ha mostrato una frattura della clavicola sinistra senza partecipazione polmonare.

Più specificamente, al 11 giorno dell'età, questo neonato ha avuto due episodi dell'ipertemia (cioè, temperatura corporea anormalmente alta) e dell'emergenza respiratoria delicata. La valutazione molecolare dei tamponi nasali ed orofaringei da reazione a catena della trascrizione-polimerasi inversa (RT-PCR) ha dato un risultato positivo per SARS-CoV-2.

Ai 13 giorni dell'età, l'infante è stato trasferito all'unità di cure intensive neonatale e non ha avuto sintomi respiratori più; tuttavia, l'ecografia polmonare rivelatrice cambia compatibile con la partecipazione bilaterale del tessuto polmonare. In generale, la progressione di malattia era buona, analogo di altri casi descritti nella letteratura.

Trasmissione orizzontale come itinerario probabile

Varie manifestazioni cliniche che seguono l'infezione SARS-CoV-2 in neonati è ancora nell'ambito dello studio intenso. Finora, trovare il virus in materiali biologici non è stata sufficiente per confermare la sua trasmissione verticale.

Sebbene il caso riferisca come questi indichi un'acquisizione postnatale di COVID-19, trasmissione orizzontale sembra essere l'itinerario dell'infezione più plausibile in questo caso, forse attraverso il contatto con i portafili asintomatici del virus.

Il CDC spiega che la trasmissione di SARS-CoV-2 ai neonati è presupposta per accadere principalmente attraverso le goccioline respiratorie nel periodo postnatale, quando i neonati sono esposti molto alle madri, agli ospiti, ad altri badante, o al personale di sanità con COVID-19.

Criteri e sfide diagnostici

Secondo la letteratura medica, i criteri per la diagnosi COVID-19 fra i neonati sono come segue: instabilità termica, emergenza respiratoria, difficoltà alimentanti, hypoactivity, alterazioni della radiografia del torace, diagnosi COVID-19 in un relativo/badante come pure contatto intimo con le persone confermate o sospettate di avere COVID-19.

Il neonati, in questo caso riferiscono soltanto due soddisfacenti dei criteri suddetti: instabilità di temperatura ed emergenza respiratoria delicata. Accanto alla presentazione clinica variabile di COVID-19 (particolarmente in questo gruppo), deve essere sottolineato quanti neonati presentano con i segni ed i sintomi che si sovrappongono con le malattie tipiche per così giovane età.

“La più grande sfida è di riconoscere le caratteristiche di COVID-19 tra altre manifestazioni delle malattie neonatali e scegliere le la maggior parte si appropriano il trattamento per i pazienti„, autori di studio di avvertenza.

In conclusione, il CDC raccomanda di provare a tutti i neonati che nascono alle donne con COVID-19 sospettato o confermato - indipendentemente da se ci sono segni dell'infezione nel neonato. Tutti i neonati con la malattia sospettata o confermata (o persino l'esposizione in corso) necessitano vicino seguito dopo scarico.

Source:
Journal reference:
Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2020, June 14). Sindrome di emergenza respiratoria iniziale causata da SARS-CoV-2 in un neonato. News-Medical. Retrieved on May 06, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200614/Early-respiratory-distress-syndrome-caused-by-SARS-CoV-2-in-a-newborn.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Sindrome di emergenza respiratoria iniziale causata da SARS-CoV-2 in un neonato". News-Medical. 06 May 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200614/Early-respiratory-distress-syndrome-caused-by-SARS-CoV-2-in-a-newborn.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Sindrome di emergenza respiratoria iniziale causata da SARS-CoV-2 in un neonato". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200614/Early-respiratory-distress-syndrome-caused-by-SARS-CoV-2-in-a-newborn.aspx. (accessed May 06, 2021).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2020. Sindrome di emergenza respiratoria iniziale causata da SARS-CoV-2 in un neonato. News-Medical, viewed 06 May 2021, https://www.news-medical.net/news/20200614/Early-respiratory-distress-syndrome-caused-by-SARS-CoV-2-in-a-newborn.aspx.