Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La droga dell'innovazione ritarda significativamente l'inizio del diabete di tipo 1, ritrovamenti di studio

Emily Sims, M.D. oggi ha diviso i nuovi risultati che una droga dell'innovazione ritarda significativamente l'inizio del diabete di tipo 1 (T1D).

I dati presentati alle ottantesime sessioni scientifiche (ADA) dell'associazione americana del diabete illustrano in dettaglio i risultati di test clinico di studio di prevenzione di Teplizumab di fase 2 che hanno mostrato che un corso di due settimane di teplizumab ha ritardato l'inizio di T1D clinico entro tre anni rispetto a quelli che catturano un placebo.

Questi risultati aggiungono un altro anno al tempo medio riferito per raggiungere la dipendenza dell'insulina negli oggetti trattati teplizumab confrontati ai comandi trattati placebo. I risultati primari di questa prova, piombo da Kevan C. Herold, di M.D. e dei colleghi, sono stati presentati alla conferenza 2019 del ADA e sono stati pubblicati in New England Journal di medicina che dimostra una mora biennale nell'inizio di T1D per quelli facendo uso della droga.

Nell'analisi in corso dei dati di prova, Sims ed i colleghi hanno trovato che gli oggetti trattati con teplizumab hanno avuti più alte tariffe dei livelli della secrezione e del C-peptide dell'insulina che quelli che catturano un placebo, indicanti un cambiamento nella progressione normale di T1D. Studi i partecipanti che catturano un placebo non ha mostrato cambiamento dalla segnalazione dell'anno scorso nel tempo mediano alla diagnosi clinica di T1D durante questo periodo di seguito ed ha mantenuto un declino in insulina e la produzione del C-peptide, che è coerente con la distruzione della beta-cella ha causato dalla malattia. Le persone implicate di prova ad ad alto rischio di sviluppare T1D, in base alla presenza di due o più autoanticorpo, che sono individuati attraverso un'analisi del sangue della selezione.

Siamo emozionanti e promettenti circa cui i risultati di prova recentemente rilasciati significano per la comunità del diabete di tipo 1. Ciò è la prima droga dimodificazione con i dati che mostrano una mora a lungo termine alla dipendenza dell'insulina. Ciò è una pietra miliare importante nello sforzo globale per capire completamente T1D e supportare l'avanzamento verso la prevenzione e le maturazioni per questa malattia.„

Aaron J. Kowalski, Ph.D., Presidente e CEO di JDRF

Gli studi sono stati intrapresi da TrialNet, una rete di test clinico messa a fuoco sulla prevenzione di T1D ed hanno costituito un fondo per l'istituto nazionale del diabete e digestivo e delle malattie renali, soprattutto con il programma speciale del diabete. Bio- droghe fornite di studio di Provention e video supplementare del sito.

Nel 2019 gli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) hanno accordato la designazione di terapia dell'innovazione e l'Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha accordato la designazione (PRINCIPALE) delle medicine di priorità a teplizumab, per la prevenzione o la mora di T1D in persone a rischio di sviluppare la malattia. CD3 è un indicatore di sangue che contribuisce ad attivare le celle immuni--celle di T chiamate--quale sono probabilmente responsabili della malattia. Diabete di tipo 1, una malattia tutta la vita autoimmune, influenze quasi 1,6 milione Americani e 18 milione di persone globalmente.

JDRF, l'organizzazione globale principale che costituisce un fondo per la ricerca di T1D, ha supportato per molti anni la ricerca di teplizumab, compreso gli studi che hanno informato l'analisi meccanicistica in corso con la prova del teplizumab campionano. Nel 2017, il fondo di JDRF T1D ha reso un investimento azionario in Provention bio-, che sta sviluppando il teplizumab per la prevenzione o la mora di T1D.

Source: