Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori richiedono l'avvertenza per usando l'immunoterapia del CARRELLO contro AML

La leucemia mieloide acuta (AML) è una malignità ematologica che l'incidenza aumenta con l'età, quella è biologicamente, fenotipico e geneticamente molto eterogenea. I sui usi di trattamento combinare chemioterapia seguita dal trapianto ematopoietico allogenico delle cellule del progenitore e del gambo (allo-HSCT), in base all'eleggibilità del paziente, per consolidare remissione completa e per impedire ricaduta. Tuttavia, eccezione fatta per alcuni sottogruppi, cosiddetto AMLs a basso rischio, ricadute è frequente dopo la terapia ed il trapianto di consolidamento. la tossicità, la refrattarietà e l'omissione in relazione con la chemioterapia sradicare l'leucemia-inizio delle celle sono le cause principali che sono alla base della progressione e della ricaduta di AML. Purtroppo, i trattamenti migliori di AML hanno avvertito soltanto gli sviluppi secondari durante le ultime quattro decadi e la sopravvivenza senza evento di cinque anni corrente rimane in un 20% in adulti e meno in di 70% in bambini, evidenzianti l'esigenza disperata di terapeutica più sicura e più efficiente.

Ultimamente, l'immunoterapia cellulare basata sui carrelli ha generato le aspettative senza precedenti nel trattamento del cancro. L'immunoterapia dei carretti consiste dell'assistenza tecnica delle cellule T umane con i ricevitori chimerici dell'antigene (CARs) che dirigono le cellule T contro gli antigeni tumorali della superficie delle cellule. I carretti hanno indicato le risposte cliniche robuste in pazienti con grazie di malignità del linfocita B alla sue alte efficacia, specificità e persistenza.

I pazienti di AML sono provocatori a causa dell'assenza di un antigene universale dell'obiettivo di AML dirigere il CARRETTO e dell'espressione comune degli antigeni dell'obiettivo con le celle ematopoietiche in buona salute del progenitore e del gambo (HSPC), che possono piombo a pericoloso su citotossicità del fuori tumore dell'obiettivo. Malgrado questo, gli studi passati hanno trovato che i carretti di CD123-redirected e di CD33- per AML esibiscono l'attività anti-leucemica robusta e sono nello sviluppo preclinico e clinico avanzato.

Questi carretti hanno generato una certa controversia preclinica e clinica sopra se possono essere myeloablative, poichè potrebbero anche mirare a HSPC sani, che sono essenziali per produzione del globulo o di ematopoiesi. Questo sospetto si trova nel fatto che HSPC egualmente esprime ad un vario grado questi antigeni, in modo da questi carretti potrebbero anche attaccarli.

Sebbene alcuni studi a breve termine isolati siano stati svolti in vitro e in vivo provare la sicurezza di questa terapia dei carretti su HSPC sano, non c'era prova sostanziale di mezzo o a lungo termine in vivo studia ancora.

Matteo Baroni, ricercatore della biologia della cellula staminale, della leucemia inerente allo sviluppo e del gruppo di ricerca di immunoterapia dell'istituto di ricerca di leucemia di Josep Carreras, supposti con i suoi colleghi che il momento affinchè un CARRETTO sia efficace contro un HSPC sano potrebbe essere più lungo di contro una cella leucemica. Hanno pensato che i risultati forniti dagli studi precedenti sul myelotoxicity potenziale di nuovo orientamento delle cellule T contro CD123 sottovalutassero il potenziale del fuori tumore dell'su obiettivo di questi carretti.

Baroni ed il suo gruppo hanno fornito l'estesa prova, in vivo in uno studio di sei settimane, che la presenza di anti cellule T dell'AUTOMOBILE CD123 ha inibito forte l'ematopoiesi normale, causante gli impedimenti irreversibili nella formazione di nuovi globuli. Questi risultati recentemente sono stati pubblicati nel giornale per immunoterapia di Cancro.

Richiediamo l'avvertenza per utilizzare le cellule T dell'AUTOMOBILE contro CD123 in un altro modo che prima di un trapianto allogenico dei pazienti di AML che hanno avvertito la refrattarietà di terapia della ricorrenza o della ricaduta di malattia e non possiamo più ulteriormente trarre giovamento dalla chemioterapia standard. Per questi pazienti è una grande alternativa. Crediamo che questi risultati aiutino i clinici a considerare gli effetti a lungo termine critici se le celle del CARRELLO CD123 rimangono ed impediscano per altri usi.„

Matteo Baroni, ricercatore della biologia di cellula staminale, della leucemia inerente allo sviluppo e del gruppo di ricerca di immunoterapia dell'istituto di ricerca di leucemia di Josep Carreras

Source:
Journal reference:

Baroni, M.L., et al. (2020) 41BB-based and CD28-based CD123-redirected T-cells ablate human normal hematopoiesis in vivo. Journal of Immunotherapy of Cancer. doi.org/10.1136/jitc-2020-000845.