Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio virtuale postoperatorio della cura del Canada del lancio dei ricercatori primo

Un gruppo dei ricercatori ed i fornitori di cure mediche alle scienze di salubrità di Hamilton (HHS) e la McMaster University hanno lanciato il Canada in primo luogo studiano per gestire a distanza i pazienti dopo chirurgia. Il loro centro comune di ricerca, istituto di ricerca di salubrità della popolazione (PHRI), sta verificando la tecnologia di telecontrollo e di cura virtuale.

Gli infermieri eseguono il centro di comando centrale ed utilizzano un computer della compressa virtualmente per interagire con i pazienti. Possono anche connettere i pazienti ai medici attraverso il legame virtuale. I pazienti egualmente usano la tecnologia semplice di telecontrollo per registrare le loro funzioni vitali a casa, che sono inviate immediatamente all'infermiere.

I pazienti sono all'elevato rischio per le complicazioni nel primo mese dopo chirurgia, con 15-20 per cento che ritornano per il trattamento o l'ospedalizzazione di emergenza. La prova, chiamata “post-scarico dopo che l'ambulatorio facendo uso di cura virtuale con il video automatizzato periferico (PVC-RAM)„ valuterà l'effetto di una tecnologia di telecontrollo e di cura virtuale sulle ospedalizzazioni e pronto soccorso non pianificato e visite acute di cura. Costruisce sulla ricerca precedente del gruppo sul telecontrollo delle funzioni vitali.

Quando le restrizioni COVID-19 hanno entrato l'in vigore all'inizio di marzo, gli ospedali sono stati sfidati drasticamente per diminuire la cura di non emergenza. La cattura delle funzioni vitali è una parte importante di cura in ospedale, in modo da sta per ragione per cui catturare le funzioni vitali dei pazienti virtualmente dalla casa ha molto significato, particolarmente in pazienti che sono ad ad alto rischio per le complicazioni.„

Dott. P.J. Devereaux, cardiologo a HHS, professore di medicina a McMaster, scienziato senior a PHRI e ricercatore co-principale della prova

“Se possiamo diminuire i numeri delle riammissioni, possiamo aumentare la nostra capacità di fare gli ambulatori più elettivi e più urgenti. Particolarmente dalla casa di transizione dei pazienti più presto dopo chirurgia, il video paziente globalmente remoto sta andando essere il modo del futuro,„ ha detto Michael McGillion, decano di aiuto, ricerca, banco di professione d'infermiera a McMaster, scienziato a PHRI e ricercatore co-principale della prova.

Lo studio sta reclutando 900 adulti attraverso il Canada che hanno subito gli ambulatori semi-urgenti del cancro, ambulatori urgenti quale il cinorrodo frattura, o ambulatori di emergenza quale un aneurisma aortico addominale rotto.

I pazienti ricevono la salubrità connessa chiamata la tecnologia dalla nuvola DX, che include una compressa e una strumentazione di telecontrollo per valutare sei parametri biofisici: pressione sanguigna, frequenza cardiaca, ritmo respiratorio, saturazione dell'ossigeno, temperatura e peso.

Il personale infermieristico insegna a pazienti a come utilizzare la strumentazione prima che siano scaricati dall'ospedale. Poi, per i trenta giorni dopo chirurgia, i pazienti catturano le loro funzioni vitali e completano le indagini del quotidiano che valutano il loro ripristino. I dati sono trasmessi senza fili alla stazione virtuale di professione d'infermiera a HHS dove gli infermieri valutano le visite virtuali sicure del video di comportamento e di dati.

Se i dati mostrano le emissioni o se un paziente ha bisogno della guida, hanno accesso al loro infermiere ed il medico 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana con bidirezionale garantisce il video legame o texting.

Per Ernst Seeger da Niagara, partecipare allo studio le ha dato una sensibilità dell'obbligazione che sa che il suo gruppo di cura è un clic via.

“Ho avuto una preoccupazione sabato sera alle 10 di sera che ero inizialmente testardo, ma definitivo la mia moglie mi ha incitato ad chiamare il mio gruppo. Ho avuto una video valutazione con il mio medico che la notte e lui hanno ordinato le prescrizioni per me,„ ho detto Seeger. “Non ho dovuto lasciare la mia casa.„

I partecipanti di prova che non sono ripartiti con scelta casuale per ricevere la cura virtuale della stazione di professione d'infermiera ricevono la cura standard corrente che è a discrezione del chirurgo. Tipicamente, questa cura comprende in persona una visita della clinica in due - otto settimane dopo scarico dall'ospedale.

“Come consumatori di sanità, dobbiamo potere lavorare in società con i pazienti e famiglie per offrire i metodi alternativi a cura,„ ha detto Jennifer Lounsbury, collaboratore di prova, un capo di pratica inter professionale a HHS e professore clinico di aiuto, banco di professione d'infermiera a McMaster.

“L'approccio virtuale della stazione di professione d'infermiera a cura permette che noi connettiamo con i pazienti e li aiutiamo per cercare più presto tutti i trattamenti medici necessari di avrebbero altrimenti. Come uno dei nostri membri di consiglio di consulenza della famiglia e del paziente recentemente ci ha detto che, “il momento per cambiamento è ora, “„ ha aggiunto.

Gli ospedali partecipanti includono le scienze di salubrità di Hamilton, la sanità Hamilton di St Joseph, le scienze di salubrità di Londra, le scienze di salubrità di Kingston, l'ospedale di Ottawa, le scienze di salubrità di Winnipeg e l'università di ospedale di alberta.

Il finanziamento di seme per la prova di PVC-RAM è stato ricevuto con la sfida dell'innovazione di COVID-19 di Roche Canada.