Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati mirano a capire la biologia del virus SARS-CoV-2 per permettere allo sviluppo della droga

L'università di Huddersfield ha assegnato il finanziamento ad un gruppo di ricerca che mira a fornire un vantaggio acquisito all'inizio di una gara in droghe di sviluppo che combatteranno le pandemie future.

Gli scienziati mirano a capire la biologia del virus SARS-CoV-2 per permettere allo sviluppo della droga
Una rappresentazione 3D dell'enzima del RNA polimerasi SARS-CoV-2, responsabile della copiatura del genoma virale

Fornito di software neo-acquistato, il progetto effettuerà l'analisi di calcolo della struttura di alcune delle proteine che sono comprese in SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19. Questa maggior comprensione può aprire la strada drogare lo sviluppo, ha detto il Dott. Chris Cooper, un professore di seconda fascia nel dipartimento dell'università delle scienze biologiche e geografiche.

Ci sono molte similarità fra SARS-CoV-2/COVID-19 e l'ultimo virus di SAR [sindrome respiratorio acuto severo]. E come le pandemie future possono comprendere altri coronaviruses, se capiamo in anticipo la loro biologia e se ha simili proteine, che i mezzi possono realmente dare noi ad un vantaggio acquisito all'inizio di una gara. Se capite la biologia potete potenzialmente avere righe supplementari di attacco per le pandemie future.„

Dott. Chris Cooper, professore di seconda fascia nel dipartimento dell'università delle scienze biologiche e geografiche

L'università di Huddersfield ha stabilito “un fondo di ricerca di innesco di pompa„ per i progetti che si occupano della pandemia corrente. Il Dott. Cooper è il cavo accademico per il progetto nominato in silico modellistica della proteina SARS-CoV-2 e la determinazione dei candidati terapeutici novelli della droga per trattare COVID19.

I suoi collaboratori sono il Dott. ministeriale Richard Bingham, il Dott. Patrick McHugh dei colleghi, dell'università di dipartimento di Huddersfield della farmacia e del Dott. Ed Bolt, dell'università di Nottingham.

La loro domanda per il finanziamento riusciva ed ha permesso all'approvvigionamento di pro software del ICM che contribuisce a predire ed analizza la struttura delle proteine. Quando l'università di laboratori di Huddersfield è riaperta, il gruppo può spiegare gli approcci di cristallografia a raggi x per guadagnare la maggior comprensione della scienza biologica dietro il virus.

Quando il SAR era attuale circa 17 anni fa, c'era interesse scientifico nell'analizzare la sua biologia. Come virus, era sotto diversi aspetti più letale di COVID-19, ma perché non si è sparso ampiamente quanto SARS-CoV-2, dell'interesse ha calato. Da uno sfondo puro di scienza era interessante, ma prima che l'epidemia di SAR fosse stata che cosa è chiamato la ricerca dei cieli blu - buona fare ma non urgente. Ma gli eventi hanno indicato che la ricerca dei cieli blu potrebbe essere molto importante allora.„

Dott. Chris Cooper