Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le acque reflue dell'Italia mostrano SARS-CoV-2 presente prima dello scoppio riferito a Wuhan

I ricercatori italiani hanno trovato le tracce del coronavirus novello SARS-CoV-2 in acqua di scarico delle acque luride che indica che il virus può essere nella circolazione dal dicembre 2019. Questa scoperta discutibile indica che anche prima che il primo caso sia stato riferito a Wuhan, Cina, alla fine del dicembre 2019, il virus già era arrivato in Italia del Nord.

Resa creativa novella di Coronavirus SARS-CoV-2 delle particelle del virus SARS-COV-2. Nota: per non sottoporre a operazioni di disgaggio. Credito: NIAID
Resa creativa novella di Coronavirus SARS-CoV-2 delle particelle del virus SARS-COV-2. Nota: per non sottoporre a operazioni di disgaggio. Credito: NIAID

La pandemia COVID-19 e l'Italia

Il coronavirus novello 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo ha provocato una pandemia mondiale delle proporzioni massicce e, recentemente, è stato una delle sfide di salute pubblica più significative. Quasi tutti i paesi sono stati influenzati dalla pandemia, che ora ha pregiudicato almeno 8,8 milione persone ed ha ucciso 462.000 persone intorno al mondo a partire da oggi.

Il virus provoca tipicamente la malattia di coronavirus (COVID-19) che richiede l'ospedalizzazione e spesso la ventilazione e la cura critica. L'Italia fin qui ha registrato 238.275 casi e l'infezione ha provocato 34.610 morti nel paese fin qui. Il sistema sanitario dei paesi completamente è stato sopraffatto dal numero puro dei casi con una scarsità severa delle unità e dei ventilatori di ICU per COVID-19 come pure altri pazienti.

Il primo caso locale riferito in Italia (un caso infettato senza cronologia di viaggio ad un paese in cui c'è uno scoppio) è stato registrato nella città di Codogno nella regione della Lombardia. La Lombardia è stata tracciata come “una zona rossa„ o zona di contenimento sui 21st di febbraio. Altre nove città in Lombardia e Veneto vicino hanno riferito i casi, dopo di che il paese ha dovuto essere basso bloccato presto a marzo.

Codogno, Milano, Italia - 03/09/2020 - volontari che lavorano in rosso area Coronavirus in Italia. Credito di immagine RomboStudio
Codogno, Milano, Italia - 03/09/2020 - volontari che lavorano in rosso zona. Credito di immagine RomboStudio/Shutterstock

Che cosa era questo studio circa?

I ricercatori italiani dall'istituto della sanità nazionale italiano o dal Istituto Superiore di Sanità (ISS) hanno raccolto quaranta campioni di acque reflue dagli impianti di trattamento delle acque reflue situati in Italia del Nord fra ottobre 2019 e febbraio 2020.

Che cosa è stato trovato?

Un rapporto è stato rilasciato questa settimana sui risultati di questa analisi di acque reflue dai vari impianti per il trattamento delle acque. Dai campioni ottenuti a Milano e Torino sui 18th del dicembre 2019, il gruppo ha trovato la presenza del SAR CoV-2.

Il gruppo ha detto che i campioni del virus sono stati trovati nei campioni delle acque reflue da Bologna, da Milano e da Torino a gennaio e febbraio 2020. I campioni delle acque luride sono stati prelevati a ottobre e novembre 2019, tuttavia, aveva verificato la quantità negativa a virus.

La La Rosa, co-dirigenti di Giuseppina dello studio e dell'esperto in acqua di scarico ambientale all'istituto della sanità nazionale italiano ha detto in un'istruzione, “questa ricerca può aiutarci a capire l'inizio della circolazione del virus in Italia.„ È il portavoce per l'istituto ed ha detto che i risultati dello studio sarebbero pubblicati la settimana prossima in un giornale.

Implicazioni ed orientamenti futuri

Questo studio è il primo quel manifestazioni la presenza del virus anche prima che sia comparso nelle notizie e perfino prima del primo caso è stato identificato in Cina. Ciò potrebbe significare che la diffusione del virus aveva cominciato più presto del pensiero finora. I ricercatori hanno chiamato questi risultati di “importanza strategica.„

Gli scienziati dai Paesi Bassi, Francia, Australia egualmente hanno condotto i simili studi e le tracce individuate del virus. Ciò ha potuto contribuire a rintracciare la diffusione originale del virus, ricercatori di tatto. I ricercatori su questo gruppo egualmente ritengono che quella che individua il virus prima che sia stato dichiarato una pandemia nel marzo 2020 potrebbe aiutare per rintracciare la diffusione del virus.

Per esempio, uno studio pubblicato nel maggio 2020 dai ricercatori francesi ha indicato che c'era un caso di COVID-19 in Francia sui 27th del dicembre 2019, quasi un mese prima che la nazione avesse riferito il primo caso. Il primo ha confermato il caso di COVID-19 è stato riferito dalla Spagna alla fine di febbraio, inizio di marzo. Recente tracce rivelarici uno studio del virus in acque reflue nel paese a metà gennaio a Barcellona.

Noel McCarthy, dalla facoltà di medicina di Warwick, la Gran-Bretagna, ha detto che questo studio ed i sui risultati sono “prova affidabile dei casi di COVID-19 che è presente là a quel tempo„. Ha aggiunto che questo mostra la presenza del virus anche prima che cominciasse a spargersi rapido. Professore dell'epidemiologia e del trattamento dell'informazione Rowland Kao, università di Edimburgo, Scozia, ha detto che questa indica che la malattia può essere nella circolazione più presto del pensiero. Ha aggiunto, “(questo che trova) da sè, tuttavia, ci non dice se quell'individuazione tempestiva fosse la sorgente di vasta epidemia in Italia, o se quella fosse dovuto un'introduzione successiva nel paese.„

Studi l'autore che la La Rosa ha aggiunto che questi risultati “non implicano automaticamente che le catene principali della trasmissione quello piombo allo sviluppo dell'epidemia nel nostro paese provenuto da questi primissimi casi.„ Il gruppo dei ricercatori ora pianificazione su uno studio pilota che comincia luglio vedere la presenza del virus in acqua di scarico nelle stazioni turistiche. Lucia Bonadonna, Direttore del ministero dell'ambiente e della sanità, ha detto che l'ISS ha proposto al ministero della salute italiano uno studio esteso a tutto il paese per riflettere la presenza del virus in acqua di scarico.

Ciò che trova si stacca la parte posteriore dell'altra ricerca scioccante dall'Ecuador che ha trovato il virus SARS-CoV-2 in acqua di fiume, creante un rischio significativo della trasmissione nei paesi in via di sviluppo con gli impianti di risanamento insufficienti.

Source:
Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2020, June 21). Le acque reflue dell'Italia mostrano SARS-CoV-2 presente prima dello scoppio riferito a Wuhan. News-Medical. Retrieved on November 25, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200620/Italye28099s-sewage-water-shows-SARS-CoV-2-present-prior-to-reported-outbreak-in-Wuhan.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Le acque reflue dell'Italia mostrano SARS-CoV-2 presente prima dello scoppio riferito a Wuhan". News-Medical. 25 November 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200620/Italye28099s-sewage-water-shows-SARS-CoV-2-present-prior-to-reported-outbreak-in-Wuhan.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Le acque reflue dell'Italia mostrano SARS-CoV-2 presente prima dello scoppio riferito a Wuhan". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200620/Italye28099s-sewage-water-shows-SARS-CoV-2-present-prior-to-reported-outbreak-in-Wuhan.aspx. (accessed November 25, 2020).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2020. Le acque reflue dell'Italia mostrano SARS-CoV-2 presente prima dello scoppio riferito a Wuhan. News-Medical, viewed 25 November 2020, https://www.news-medical.net/news/20200620/Italye28099s-sewage-water-shows-SARS-CoV-2-present-prior-to-reported-outbreak-in-Wuhan.aspx.