Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

gli organi HCV-positivi possono essere usati sicuro per trapianto, manifestazioni di studio

Pazienti che hanno ricevuto un fegato trapiantato infettato con epatite virale C e più successivamente sono stati trattati per l'infezione realizzata pure nel ripristino come pazienti di trapianto che hanno ricevuto un organo esente dall'infezione, secondo lo studio dall'università di istituto universitario di Cincinnati di medicina e di salubrità del UC recentemente pubblicate nel trapianto del fegato del giornale.

Due insiemi di 32 pazienti sono stati iscritti ai gruppi: un gruppo che riceve i fegati per trapianto dai donatori che verificano positivo ad epatite virale C (HCV) e secondi fegati di ricezione per trapianto dai donatori che verificano quantità negativa ad infezione. Un paziente nel gruppo sperimentale è morto come conseguenza dei fattori relativi ad epatite virale C durante il trapianto.

“Che cosa abbiamo trovato è che potete utilizzare i fegati infettati epatite virale C ed i risultati in questa analisi provvisoria sono gli stessi se c'è una necessità di trattare gli organi influenzati da epatite virale C o non,„ spiega lo scià di Shimul, il MD, professore di chirurgia nell'istituto universitario del UC di medicina, il James e la presidenza dotata Orr di Catherine di trapianto del fegato, il capo di sezione di trapianto a salubrità del UC e l'autore senior dello studio. “Ognuno che ricevesse un fegato influenzato da epatite virale C è stato annullato del virus.„

Come componente del test clinico, 32 pazienti hanno ricevuto i fegati HCV-positivi mentre un gruppo di controllo di 32 pazienti, tutti al centro medico del UC, ha ricevuto i fegati non infetti per trapianto fra giugno 2018 e ottobre 2019. Nessun errore del trattamento di HCV è stato riferito e non c'erano differenze nel giorno 30 ed innesto di un anno (o organo) e sopravvivenza paziente, lunghezza della degenza in ospedale, complicazioni o infezioni di sangue fra i due gruppi.

gli organi HCV-positivi possono essere utilizzati sicuro in pazienti che non hanno l'infezione e HCV può essere sradicato sicuro, quindi aumentando le probabilità affinchè i pazienti ricevi i trapianti di organo vitale.„

Nadeem Anwar, professore nel dipartimento del UC di medicina interna, di un medico di salubrità del UC e del primo autore del giornale da studioso

“C'è una grande differenza fra l'offerta e domanda dei fegati e precedentemente gli organi influenzati con epatite virale C stavano eliminandi,„ ha detto Anwar. “Con questo studio è chiaro che possiamo aiutare più pazienti ad ottenere trapiantati facendo uso degli organi HCV-positivi.„

“Con la crisi dell'opioide, purtroppo, ci sono stati morti più in relazione con la dose ed alcuni di questi pazienti donano gli organi,„ ha detto Anwar. “Alcuni di questi organi possono essere C-positivo hep, ma poiché i donatori sono giovani, i fegati sono ancora molto nella buona condizione e possono essere usati per i trapianti.„

Nazionalmente, ci sono 13.000 pazienti che aspettano i trapianti del fegato. Nel 2019, 133 trapianti del fegato sono stati eseguiti al centro medico del UC, hanno detto lo scià.

“Questo è il più grande studio su trapianto del fegato pubblicato in America settentrionale,„ ha detto lo scià. “Questo è quello primo pubblicato per i pazienti di trapianto del fegato che vi provano che può fare sicuro questo e ecco perché abbiamo voluto ottenerlo là fuori.„

L'età media per le persone che ricevono un fegato HCV-positivo nello studio era 60, mentre per il gruppo di controllo l'età di media era 57. L'età erogatrice mediana era 37. La maggior parte dei partecipanti ad entrambi i gruppi erano maschi bianchi. Le persone che hanno bisogno del trattamento per epatite virale C la hanno ricevuta i 47 giorni dopo trapianto.

Lo scià ha detto i medici hanno voluto assicurarsi che non c'fossero complicazioni dal trapianto del fegato ed egualmente hanno dovuto aspettare le società di assicurazioni per riguardare il costo dei farmaci di epatite virale C, che consiste tipicamente di un regime di 12 settimane di un inibitore di proteasi di HCV.

“Con i risultati eccellenti che abbiamo dimostrato in questo studio, abbiamo reso questo uno standard di cura al centro medico del UC per offrire questi organi ai nostri pazienti,„ ha detto Anwar.

Source:
Journal reference:

Anwar, N., et al. (2020) Use of Hepatitis C Nucleic Acid Test–Positive Liver Allografts in Hepatitis C Virus Seronegative Recipients. Liver Transplantation. doi.org/10.1002/lt.25741.