Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Favipiravir ha effetto debole su SARS-CoV-2 e su idrossiclorochina neanche uno nel modello del criceto

Un nuovo studio dai ricercatori belgi indica che la droga antivirale Favipiravir potrebbe avere un effetto debole contro il coronavirus novello temuto o il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo come si vede nei modelli del criceto. Tuttavia, lo studio egualmente trova che non c'è efficacia dell'idrossiclorochina molto raccomandata della droga.

Lo studio nominato, “il trattamento antivirale dei criceti di SARS-CoV-2-infected rivela un effetto debole di favipiravir e una mancanza completa di effetto per idrossiclorochina,„ è stata pubblicata come rassegna del pre-pari sul bioRxiv* del " server ".

Novello questa immagine del microscopio elettronico della trasmissione di Coronavirus SARS-CoV-2 mostra SARS-CoV-2-also conosciuto come 2019-nCoV, il virus che causa COVID-19-isolated da un paziente nel virus che degli Stati Uniti le particelle sono indicate l
Novello questa immagine del microscopio elettronico della trasmissione di Coronavirus SARS-CoV-2 mostra SARS-CoV-2-also conosciuto come 2019-nCoV, il virus che causa COVID-19-isolated da un paziente nel virus che degli Stati Uniti le particelle sono indicate l'emergenza dalla superficie delle celle coltivate in laboratorio. Le punte sulla barriera esterna delle particelle del virus danno a coronaviruses il loro nome, del tipo di corona. L'immagine ha catturato e colorized ai laboratori della montagna rocciosa di NIAID (RML) a Hamilton, Montana. Credito: NIAID

COVID-19 e trattamento della droga

La pandemia COVID-19 causata dal SARS-CoV-2 in primo luogo è stata riferita a Wuhan Cina nel dicembre 2019. Da allora, ha infettato una grande popolazione intorno al mondo in quasi tutti i paesi. Quasi mezzo milione di persone è morto dell'infezione e non ci sono opzioni del trattamento e nessun efficaci vaccini che potrebbero impedire questa infezione. C'è un'esigenza disperata di efficaci droghe antivirali. Parecchie droghe attuali quali idrossiclorochina e la clorochina (per SLE e malaria rispettivamente), Remdesivir (per Ebola), Favipiravir (per influenza), Tocilizumab, Ivermectin (antiparassitario), Azithromycin (antibiotico antibatterico del macrolide), ecc. repurposed così per uso contro questo virus. L'aspetto più provocatorio di prova se qualcuno di questi droghe realmente funzionano contro il SAR CoV-2 è la mancanza di piccoli modelli animali o di modelli in vitro di prova su cui potrebbero essere provate prima della prova loro sugli esseri umani.

Che cosa era questo studio circa?

Il fuoco principale di affrontare questa pandemia scrive i ricercatori è “repurposing delle droghe che sono state approvate per altre malattie.„ Spiegano che queste droghe repurposed sono più probabili da essere non altamente efficaci contro SARS-CoV-2. Alcuni di questi, tuttavia, sono stati trovati per inibire il virus nelle colture cellulari.

Questo studio ha messo a fuoco su due tali droghe - idrossiclorochina e favipiravir. Hanno scritto che l'idrossiclorochina è conosciuta per inibire parecchi virus quali i coronaviruses (SARS-CoV-1, MERS-CoV). Similmente, Favipiravir è una droga antivirale di vasto-spettro che è stata approvata nel Giappone nel 2014 per influenza.

Ci sono stati studi con le celle di Vero E6 (colture cellulari) su cui queste droghe sono risultate efficaci contro il SAR CoV-2.

Il gruppo ha scritto che gli studi hanno indicato che il favipiravir “funge da analogo del nucleotide via una combinazione di chiusura a catena, la sintesi virale rallentata del RNA e mutagenesi letale.„ Egualmente hanno aggiunto, “malgrado la mancanza di chiara prova, HCQ sono corrente ampiamente usati per il trattamento di COVID-19, spesso congiuntamente ad un macrolide di seconda generazione quale azithromycin.„

Che cosa è stato fatto in questo studio?

Per questo studio, il gruppo ha utilizzato un piccolo modello animale in criceti siriani. Hanno valutato l'attività antivirale di piccole molecole sull'infezione come pure la trasmissione dell'infezione. Negli animali, il virus è stato presentato per via nasale o via il radiatore anteriore. Il campione del virus usato per infettare i criceti era lo sforzo di SAR CoV-2 chiamato “il BetaCov/Belgium/GHB-03021/2020 (EPI ISL 407976|2020-02-03)„, che è stato raccolto dal tampone rinofaringeo da un paziente asintomatico che aveva ritornato da Wuhan, Cina all'inizio del febbraio 2020. Il campione è stato ottenuto da un campione RT-qPCR.

Da allora in poi i livelli del virus sono stati trovati per essere allevati agli alti titoli nei polmoni degli animali. Egualmente hanno sviluppato la patologia, che era simile agli esseri umani quando hanno sviluppato l'infezione delicata COVID-19. Il favipiravir o l'idrossiclorochina delle droghe (con e senza azithromycin) è stata amministrata ai criceti infettati ed agli effetti delle droghe è stata notata.

Che cosa è stato trovato?

Gli animali di studio hanno subito una scansione micro-CT per analizzare gli effetti del virus sui loro polmoni e gli effetti delle droghe sulla progressione di infezione. I tessuti polmonari dei criceti trattati e non trattati egualmente sono stati raccolti e l'istopatologia è stata eseguita. I risultati hanno indicato che non c'erano assegni complementari o i miglioramenti veduti con la terapia hanno confrontato ai criceti non trattati.

Hanno scritto, “inoltre, entrambi i composti non hanno impedito la trasmissione del virus attraverso il contatto diretto e venuta a mancare così come trattamenti profilattici.„

I reticoli farmacocinetici delle droghe egualmente sono stati studiati ed è stato notato che l'esposizione bassa del polmone di idrossiclorochina non era il motivo principale perché non era efficace.

Non lavora e non lavora

I ricercatori hanno scritto in conclusione, “qui abbiamo caratterizzato un modello di infezione e della trasmissione del criceto per essere un modello robusto per lo studio in vivo dell'efficacia dei composti antivirali.„ Questo studio può essere critico nello sviluppo futuro della droga perché potrebbe aiutare gli studi preclinici di nuove droghe contro il virus di SAR CoV-2.

Nel trialing i due repurposed le droghe Favipiravir e l'idrossiclorochina, il gruppo ha trovato che l'idrossiclorochina da solo o combinato con azithromycin non era efficace contro impedire l'infezione COVID-19 o il trattamento dell'infezione. Hanno scritto quello dagli studi più iniziali sui furetti e macachi, è evidente che non c'è “base scientifica per ulteriore uso della droga in esseri umani.„ Il ruolo di favipiravir non è egualmente molto pronunciato, essi ha concluso.

Gli autori hanno scritto, “la riduzione molto modesta del caricamento virale dei polmoni dei criceti trattati con favipiravir e la mancanza di efficacia del modello della trasmissione, egualmente suggerisce che il vantaggio potenziale di questa droga in esseri umani possa essere limitato pure.„

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite

Journal reference:
Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2020, June 22). Favipiravir ha effetto debole su SARS-CoV-2 e su idrossiclorochina neanche uno nel modello del criceto. News-Medical. Retrieved on November 29, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200622/Favipiravir-has-weak-effect-on-SARS-CoV-2-and-Hydroxychloroquine-none-at-all-in-hamster-model.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Favipiravir ha effetto debole su SARS-CoV-2 e su idrossiclorochina neanche uno nel modello del criceto". News-Medical. 29 November 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200622/Favipiravir-has-weak-effect-on-SARS-CoV-2-and-Hydroxychloroquine-none-at-all-in-hamster-model.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Favipiravir ha effetto debole su SARS-CoV-2 e su idrossiclorochina neanche uno nel modello del criceto". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200622/Favipiravir-has-weak-effect-on-SARS-CoV-2-and-Hydroxychloroquine-none-at-all-in-hamster-model.aspx. (accessed November 29, 2021).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2020. Favipiravir ha effetto debole su SARS-CoV-2 e su idrossiclorochina neanche uno nel modello del criceto. News-Medical, viewed 29 November 2021, https://www.news-medical.net/news/20200622/Favipiravir-has-weak-effect-on-SARS-CoV-2-and-Hydroxychloroquine-none-at-all-in-hamster-model.aspx.