Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'infarto comporta il più grande rischio di morte per la gente con il diabete di tipo 2

L'infarto ha comportato il più grande rischio di cinque anni di morte per la gente recentemente diagnosticata con il diabete di tipo 2 che qualunque altro cuore o malattia renale, secondo la nuova ricerca pubblicata oggi nella circolazione: Qualità e risultati cardiovascolari, un giornale americano di associazione del cuore.

La gente con il diabete di tipo 2 è 2 - 4 volte più probabilmente sviluppare l'infarto - una circostanza in cui il cuore non riesce a pompare efficientemente il sangue ossigenato attraverso l'organismo - che la gente senza diabete.

La ricerca sulla malattia cardiovascolare nella gente con il diabete di tipo 2 ha fatto partecipare tradizionalmente i pazienti con una durata lunga del diabete che sono considerati pazienti ad alto rischio.

Questo studio retrospettivo e longitudinale ha mirato ad imparare più circa il rischio di infarto nella gente con il diabete di tipo 2 recentemente diagnosticato.

Con l'emergenza dei trattamenti novelli quali gli inibitori SGLT2 ed i farmaci dell'antagonista del ricevitore GLP-1 per il diabete di tipo 2, alcuni di cui si rivelano diminuire il rischio della malattia cardiovascolare, i clinici possono mettere a fuoco sulla prevenzione di infarto e della malattia cardiovascolare in pazienti con il diabete di tipo 2.„

Bochra Zareini, MD, PhD, ricercatore principale e ricercatore, ospedale universitario di Herlev Gentofte, Copenhaghen, Danimarca

“Il nostro studio evidenzia di che i sottogruppi di pazienti hanno bisogno e potrebbe trarre giovamento la maggior parte dalla valutazione del rischio, dalla prevenzione e dal trattamento mirati a.„

Lo studio ha identificato i pazienti che erano le età 18 e più vecchio senza cuore priore e malattia renale e recentemente sono stati diagnosticati con il diabete di tipo 2 nazionale, registri danesi di salubrità.

Dal 1998 al 2015, più di 153.000 pazienti sono stati seguiti per circa 10 anni. Durante il seguito mediano di 9,7 anni, 45,1% dei pazienti (69.201) sono stati diagnosticati con un cardiovascolare o una malattia renale.

I ricercatori hanno stimato il rischio quinquennale di morte, dei rapporti quinquennali di rischio e della diminuzione nella durata della vita in cinque anni connessi con lo sviluppo di tutta la malattia cardiovascolare, quali infarto, la malattia di cuore ischemica, il colpo, la malattia periferica dell'arteria e la malattia renale cronica.

Ricercatori trovati:

  • l'infarto congiuntamente a qualunque altra diagnosi nello studio è stato associato con il più grande rischio di morte e il più alta diminuzione nella durata della vita ha confrontato alle combinazioni di altri malattie cardiovascolari e diabete di tipo 2;
  • il rapporto quinquennale di rischio della morte connesso con lo sviluppo dell'infarto dopo la diagnosi del diabete di tipo 2 era tre volte più su in pazienti con il diabete che in pazienti senza diabete;
  • i rischi sono stati elevati indipendentemente da quando il paziente ha sviluppato la malattia cardiovascolare dopo la diagnostica con il diabete di tipo 2; e
  • il rischio elevato di morte era presente in tutti i sottogruppi basati sull'età, sul genere e sulla presenza del paziente di altre circostanze.

I ricercatori egualmente hanno confrontato i loro risultati agli altri studi dell'internazionale, simili messi a fuoco sul diabete di tipo 2 e malattia cardiovascolare.

Hanno concluso il loro studio presentano alcune limitazioni dovuto una mancanza di informazioni che circonda i fattori clinici che avrebbero dettagliato la severità di infarto e diabete di tipo 2 e la progressione e la severità del diabete di tipo 2.

I ricercatori egualmente hanno notato che non hanno compreso gli effetti del trattamento di vari nuovi farmaci del diabete nello studio presente, così, i loro risultati dovrebbero essere interpretati con prudenza.

Source:
Journal reference:

Zareini, B., et al. (2020) Type 2 Diabetes Mellitus and Impact of Heart Failure on Prognosis Compared to Other Cardiovascular Diseases. Circulation: Cardiovascular Quality and Outcomes. doi.org/10.1161/CIRCOUTCOMES.119.006260.