Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati della st Jude creano i modelli di O-PDX per la ricerca pediatrica di tumore cerebrale

Gli scienziati all'ospedale della ricerca dei bambini della st Jude hanno creato i modelli paziente-derivati orthotopic dello xenotrapianto (O-PDX) che rappresentano vari tipi pediatrici di tumore cerebrale. I modelli sono caratterizzati molecolare e disponibili attraverso ad un portale basato a nuvola di dati. L'acta Neuropathologica recentemente ha pubblicato un rapporto che dettaglia questi modelli.

I tumori cerebrali sono i tumori solidi più comuni che pregiudicano i bambini. O-PDXs è modelli della ricerca che sono creati con il consenso dei pazienti e dei genitori impiantando le celle cancerogene orthotopically, o nello stesso tessuto, in mouse immune-compromessi. Questi modelli recentemente sono emerso come modo utile verificare le nuove terapie perché rimangono fedeli alla biologia dei tumori originali da cui derivano.

Abbiamo cominciato fuori ricercando il medulloblastoma ed avendo bisogno di buon modello che potremmo usare per schermare per le terapie innovarici. Il nostro database corrente dei modelli è il risultato di molti anni di lavoro dal nostro laboratorio come pure con molti collaboratori nella chirurgia, nell'oncologia, nella patologia e nella biologia di calcolo.„

Martine Roussel, Ph.D., biologia cellulare del tumore della st Jude, corrispondere ed autore co-senior

I ricercatori della st Jude hanno creato 37 modelli di O-PDX generati dai campioni del medulloblastoma pediatrico, dell'ependimoma, del tumore rhabdoid teratoid atipico e dei tumori embrionali donati dalle famiglie pazienti. Gli scienziati hanno caratterizzato completamente questi modelli facendo uso di una combinazione di istopatologia, di intero-genoma e l'analisi di interi-exome ordinamento, RNA-ordinamento e metilazione del DNA. Il O-PDXs fornisce una strategia modellante novella basata sopra i diversi genoma.

“Efficacemente trattare i tumori cerebrali di infanzia, dobbiamo avere strategie supplementari del trattamento nel nostro toolkit,„ ha detto l'autore Frederick Boop, M.D., capo di divisione pediatrico di neurochirurgia della st Jude. “Cattura molte specialità scientifiche e mediche differenti che lavorano insieme per creare questi tipi di modelli e per condurre la ricerca preclinica essenziale che apre la strada per i nuovi test clinici.„

Alla st Jude, il lavoro fatto in alcuni di questi modelli ha fornito il supporto per lanciare tre test clinici per i tumori cerebrali pediatrici (SJMB12, SJDAWN e SJELIOT).

I modelli di O-PDX ed i loro dati associati sono disponibili attraverso un portale del web interattivo come componente della nuvola della st Jude. La nuvola della st Jude fornisce le risorse dell'analisi e di dati per cancro pediatrico ed altre malattie catastrofiche pediatriche attraverso ad un'infrastruttura basata a nuvola.

Source:
Journal reference:

Smith, K.S., et al. (2020) Patient-derived orthotopic xenografts of pediatric brain tumors: a St. Jude resource. Acta Neuropathologica. doi.org/10.1007/s00401-020-02171-5.