Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Organi riproduttivi femminili non suscettibili dirigere infezione SARS-CoV-2

I ricercatori all'università a San Francisco, la California, riferiscono che la malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus è improbabile da urtare negativamente sui risultati in relazione con la gravidanza quali la nascita prematura, la trasmissione ai bambini via latte materno e la sterilità.

Durante la pandemia COVID-19, le preoccupazioni sono sorto circa gli impatti potenziali della malattia sui risultati riproduttivi. Un numero limitato degli studi ha suggerito che l'agente causativo - coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo - potesse causare gli aborti, la nascita prematura, feto nato morto e la crescita fetale limitata dovuto le anomalie placentari.

Tuttavia, Aleksandar Rajkovic e colleghi ha trovato che nessuno dei tessuti che riproduttivi hanno studiato sembrato essere suscettibili dell'infezione con SARS-CoV-2.

Nessuno delle celle nell'utero, nel myometrium (muscolo liscio uterino), nell'ovaia, nella tuba di Falloppio e nel petto hanno espresso la combinazione di proteasi dell'annuncio dei ricevitori che sarebbero state necessarie facilitare l'entrata virale.

Gli autori dicono che questo può spiegare perché la pandemia COVID-19 sembra avere poco impatto sull'incidenza delle complicazioni e della sterilità di gravidanza.

Una versione della pubblicazione preliminare del documento è disponibile sul bioRxiv* del " server ", mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

Virus SARS-CoV-2 che legano ai ricevitori ACE-2 su una cellula umana, la fase iniziale dell
Virus SARS-CoV-2 che legano ai ricevitori ACE-2 su una cellula umana, la fase iniziale dell'infezione COVID-19. Credito dell'illustrazione: Kateryna Kon/Shutterstock

Come SARS-CoV-2 infetta le celle?

Da quando lo scoppio COVID-19 in primo luogo ha cominciato a Wuhan, Cina, tardi l'anno scorso, SARS-CoV-2 ha infettato più di 9,16 milione di persone globalmente ed ha causato più di 473.000 morti.

SARS-CoV-2 lega al recettore cellulare ACE2 ospite facendo uso della proteina della punta sulla sua superficie, che poi è innescata dalla serina 2 (TMPRSS2) della proteasi del transmembrane per mediare l'entrata virale.

Alternativamente, in assenza di TMPRSS2, il virus può usare la catepsina la B (CTSB) delle proteasi e la catepsina la L (CTSL) per entrare nelle cellule ospiti.

Gli studi recenti sui gruppi di dati d'ordinamento unicellulari hanno indicato l'espressione aumentata di ACE2 e di TMPRSS2 nell'epitelio e nel polmone nasali. Egualmente hanno indicato la predisposizione a SARS-CoV-2 in celle all'infuori delle vie respiratorie, compreso il cuore, il colon e la cornea, che può rappresentare i sintomi quali infiammazione, diarrea e la congiuntivite cardiovascolari.

Preoccupazioni circa l'impatto sui risultati di gravidanza

Poichè SARS-CoV-2 può infettare gli organi multipli, le preoccupazioni significative sono sorto per quanto riguarda l'impatto che ha infettato gli organi riproduttivi può avere sui risultati in relazione con la fertilità e di gravidanza.

Un numero limitato degli studi ha suggerito che il virus potesse causare l'aborto, la nascita prematura, il feto nato morto e la crescita fetale limitata a causa delle anomalie placentari.

Tuttavia, questi studi sono stati piccoli ed i dati contrastanti generati, significanti la probabilità di SARS-CoV-2 che pregiudicano la gravidanza e della trasmissione al neonato sono ancora poco chiari.

Ora, Rajkovic ed i colleghi hanno studiato l'espressione cella-specifica di ACE2 e le proteasi TMPRSS2, CTSB e CTSL in organi riproduttivi femminili. Il gruppo ha usato il RNA unicellulare che ordina i gruppi di dati dall'utero, dal myometrium, dall'ovaia, dalla tuba di Falloppio e dal petto.

“Il nostro studio ci ha dato le comprensioni critiche nell'espressione del ricevitore SARS-CoV2 e le proteasi TMPRSS2, CTSB/L nel tratto riproduttivo femminile,„ scrive il gruppo.

Risultati nell'utero e nel myometrium

Il gruppo ha identificato l'espressione molto bassa di ACE2 in celle stromal e endoteliali dell'utero.

Tuttavia, ACE2 co-non è stato espresso con c'è ne delle proteasi implicate nell'entrata virale della cellula ospite, piombo i ricercatori concludere, “sembra improbabile che l'utero fosse influenzato da COVID-19.„

Nel myometrium, che le contrazioni uterine ed i giochi di comandi un ruolo cruciale nell'inizio di lavoro, in nessun'co-espressione di ACE2 con TMPRSS2, in CTSB, o in CTSL sono stati identificati, suggerente che il tessuto sia egualmente improbabile da essere influenzato, dica i ricercatori.

“SARS-CoV-2 è quindi improbabile direttamente da contribuire alla funzione uterina anormale che può provocare l'errore di impianto, la nascita prematura ed il placentation iniziale,„ scrive il gruppo.

Risultati nell'ovaia e nella tuba di Falloppio

Attraverso otto tipi di celle ovariche, sebbene ACE2 fosse espresso in circa un per cento delle celle stromal e perivascolari, TMPRSS2 non è stato espresso in alcun tipo delle cellule.

Inoltre, molto poche celle nella tuba di Falloppio hanno espresso ACE2 e nessuno co-hanno espresso ACE2 e TMPRSS2.

In generale, il gruppo non ha scoperto che alcune celle co-esprimono ACE2 e TMPRSS2 o CTSB/L nell'ovaia o nella tuba di Falloppio.

“Insieme, questi risultati indicano che SARS-CoV2 è improbabile da pregiudicare la fertilità femminile,„ dicono i ricercatori.

Che cosa circa il petto?

“Protocolli ostetrici correnti per le madri infettate nel lavoro, nella richiesta per la separazione temporanea di madre ed in bambino per impedire trasmissione SARS-CoV2,„ dica Rajkovic ed i colleghi.

Sull'analizzare il gruppo di dati per l'epitelio del petto, i ricercatori hanno trovato l'espressione bassa di ACE2 in epitelio e nei myofibroblasts luminal. Eppure, nessun ACE2 co-è stato espresso con TMPRSS2 o CTSB/L in c'è ne dei tipi delle cellule.

“Questi risultati suggeriscono che il virus non potrebbe potere penetrare le celle della ghiandola mammaria. Di conseguenza, le probabilità della trasmissione del virus con allattamento al seno sono trascurabili,„ scrive il gruppo.

“COVID-19 è improbabile da contribuire ai risultati avversi in relazione con la gravidanza„

I ricercatori dicono che i risultati indicano che nessuno dei tessuti riproduttivi esaminatori in questo studio sono probabili essere suscettibili dell'infezione SARS-CoV-2.

“I nostri risultati li suggeriscono che COVID-19 sia improbabile da contribuire ai risultati avversi in relazione con la gravidanza quali la nascita prematura, la trasmissione di COVID-19 attraverso latte materno e la sterilità femminile,„ scrivono.

“Questi dati possono spiegare l'incidenza bassa delle complicazioni fra le donne incinte e poca prova per il più alta sterilità,„ conclude il gruppo.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally first developed an interest in medical communications when she took on the role of Journal Development Editor for BioMed Central (BMC), after having graduated with a degree in biomedical science from Greenwich University.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2020, June 23). Organi riproduttivi femminili non suscettibili dirigere infezione SARS-CoV-2. News-Medical. Retrieved on March 03, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200623/Female-reproductive-organs-not-susceptible-to-direct-SARS-CoV-2-infection.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Organi riproduttivi femminili non suscettibili dirigere infezione SARS-CoV-2". News-Medical. 03 March 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200623/Female-reproductive-organs-not-susceptible-to-direct-SARS-CoV-2-infection.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Organi riproduttivi femminili non suscettibili dirigere infezione SARS-CoV-2". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200623/Female-reproductive-organs-not-susceptible-to-direct-SARS-CoV-2-infection.aspx. (accessed March 03, 2021).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2020. Organi riproduttivi femminili non suscettibili dirigere infezione SARS-CoV-2. News-Medical, viewed 03 March 2021, https://www.news-medical.net/news/20200623/Female-reproductive-organs-not-susceptible-to-direct-SARS-CoV-2-infection.aspx.