Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il sistema di dosaggio medicinale innovatore si è sviluppato per le imprese di piscicoltura

Una delle sfide principali per acquicoltura del salmonide è la minaccia delle infestazioni parassitarie dai pidocchi di mare quali i salmonis di Lepeophtheirus.

Questi parassiti sono stati indicati per sopravvivere a per il collegamento del paletto dai più di 190 giorni al pesce ospite e durante questa vita può produrre più di 10 nidiate (stringhe) dell'uovo, ogni contenere circa 150 uova per stringa. (Heuch et al., 2000).

Il problema con le infestazioni dei pidocchi di mare è che possono causare lo sforzo al pesce ospite, alle lesioni cutanee di causa ed alle infezioni secondarie, può infettare le popolazioni selvagge dei salmonidi ed in alcuni casi, può causare la morte del pesce (specialmente più piccole fasi dello smolt).

Ancora, ci sono esigenze giuridiche mantenere le infestazioni dei pidocchi di mare sotto un determinato limite. Ci sono egualmente driver economici e sociali significativi gestire le infestazioni dei pidocchi di mare. Tradizionalmente, il controllo dei pidocchi di mare ha contato sull'uso dei medicinali veterinari (VMPs) trattare il pesce.

Alcuno del VMPs che fosse stato usato per trattare i salmonidi è stato implicato con gli effetti contrari possibili sugli organismi dell'non obiettivo, cioè, impatti negativi severi di ecosistema e/o una minaccia contro altre specie commercialmente importanti quali gamberetto e le aragoste (Samuelsen et al., 2014; Macken et al., 2015).

Ciò piombo ad una riduzione delle quantità che sono usando recentemente rispetto alla situazione soltanto alcuni anni fa dove le tonnellate di VMPs stavano usande annualmente per trattare il pesce.

Le strategie di prevenzione dei pidocchi di mare recentemente stanno dirigendo verso il pesce di entrata in vigore per esempio, le gonne dei pidocchi di mare, il thermolicer o arrossirsi più pulito passivo.

Tuttavia, questi metodi non sono senza loro propri problemi. Gli svantaggi di alcuni metodi meccanici sono collegati con le preoccupazioni etiche sopra lo sforzo del pesce durante il trattamento.

Alcune tecniche egualmente hanno provocato le uccisioni di massa accidentali del pesce che rappresentano le perdite economiche significative all'impresa di piscicoltura. Le considerazioni etiche di usando il pesce più pulito egualmente è stata evidenziata con i preventivi recenti che 50 milione pesci più puliti muoiono ogni anno in Norvegia.

Ma i pidocchi di mare non sono senza loro proprie strategie di sopravvivenza. Uno sviluppo recente nell'evoluzione dei pidocchi di mare ha provocato la prevalenza dei pidocchi di mare adulti trasparenti.

Di conseguenza, il pesce più pulito ed i sistemi di rilevamento del laser non sono come riusciti nella rilevazione e nell'eliminazione loro dal pesce.

Il breve tempo di generazione dal giovane ai pidocchi di mare adulti è ulteriore esacerbando lo sviluppo evolutivo dei pidocchi del pigmento liberamente.

Di conseguenza, sebbene ci siano risorse significative che sono usando per mettere a punto i sistemi non medicinali di trattamento, è anticipato che ci sarà una necessità continuata di usare VMPs per trattare i pidocchi di mare.

C'è, tuttavia, le preoccupazioni circa gli effetti possibili di VMPs sull'non obiettivo e/o sugli organismi commercialmente importanti, in modo da sulle strategie intelligenti altamente sono raccomandate per il dosaggio del pesce con VMPs per minimizzare tutto l'impatto ambientale possibile.

Un esempio di una tale strategia sta utilizzando le barche buone per trattare il pesce e successivamente sta trattando la corrente fluida prima del rilascio al mare. Tuttavia, questo ancora significa che il pesce soffre lo sforzo estremo dall'eliminazione dalle penne del pesce ed essere tenuta per una durata in un ambiente limitato.

C'è egualmente il rischio di uccisioni di massa del pesce se c'è un problema con il trattamento del trattamento e ci sono egualmente preoccupazioni del trasferimento di malattia connesse con il loro uso (Lyngstad et al., 2015).

Una tecnica di promessa per trattare il pesce con VMPs recentemente è stata sviluppata dagli scienziati all'istituto norvegese per ricerca idrica (NIVA). Questi scienziati stanno studiando gli effetti di VMPs sull'ambiente per più una decade e capiscono i rischi significativi che posano gli organismi dell'non obiettivo.

Così, hanno messo a punto un sistema chiamato FISHTREAT TM che è basato su una tecnica di dosaggio passiva. Il sistema di FISHTREAT TM può diminuire significativamente la quantità di VMP che è necessario suscitare un effetto sui pidocchi di mare che egualmente significa che la quantità di VMP che è perso alla zona circostante è minimizzata.

Il principio del sistema di FISHTREAT TM è quello capendo i beni fisico-chimici delle molecole che differenti è possibile caricare tecnicamente la medicina in un materiale appropriato quale nylon, che una volta collocato nella penna del pesce permette ad una versione continua di trattare il pesce.

A differenza dei metodi correnti di applicazione delle quantità di VMPs attraverso l'alimentazione del pesce o nei trattamenti del bagno, è possibile mantenere una dose terapeutica all'interno della penna del pesce su un periodo esteso che è lontano sotto il livello preveduto per causare un effetto sull'ambiente.

Gli scienziati di NIVA recentemente hanno ricevuto un norvegese ed il brevetto cileno per l'invenzione e là è brevetti in registrazione Europa ed in America settentrionale.

Ora stanno guardando verso un'associazione industriale per sviluppare questa invenzione in un prodotto commercialmente possibile per uso in acquicoltura del salmonide. Tuttavia, FISHTREATTM non è limitato a questo un modulo di acquicoltura e potrebbe essere pertinente per tutti i tipi di controlli di malattie all'interno di altre industrie di acquicoltura.

Source:
Journal reference:

Heuch, P. A., et al. (2020) Egg production in the salmon louse [Lepeophtheirus salmonis (Krøyer)] in relation to origin and water temperature. Aquaculture Research. doi.org/10.1046/j.1365-2109.2000.00512.x.