Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I nuovi sottopiedi stampati 3D possono migliorare la salubrità del piede della gente con il diabete

Gli scienziati dalla Staffordshire University sostengono che i nuovi sottopiedi stampati 3D possono migliorare significativamente la salubrità del piede della gente che soffre con il diabete.

Questo studio offre la speranza per milioni di pazienti con il diabete che sono a rischio delle ulcere di sviluppo del piede, che in molti casi finiscono nell'amputazione. Presenta la prima prova quantitativa a sostegno dell'attenuazione ottimizzata nelle calzature diabetiche come componente di pratica clinica standard.

In loro ultimo documento [“Optimised che attenua nelle calzature diabetiche può migliorare significativamente la loro capacità di diminuire la pressione plantare„] pubblicato nell'andatura e nella posizione, i ricercatori concludono quello che seleziona la rigidezza d'attenuazione corretta in calzature possono diminuire significativamente le pressioni sperimentate sui piedi che possono piombo alle ulcere e ad altre complicazioni dolorose.

Nello studio effettuato a Malta, 15 partecipanti con la malattia di piede diabetica sono stati chiesti di camminare in calzature misura con i sottopiedi su misura 3D-printed progettati dal centro per le tecnologie di ripristino e della biomeccanica (CBRT) alla Staffordshire University. Questi footbeds sono stati usati per cambiare la rigidezza di intera sogliola attraverso uno spettro di molto delicatamente a molto rigido.

La rigidezza ottimale è collegata chiaramente con l'indice di massa corporea del paziente (BMI). Questo studio aggiunge ai nostri risultati più iniziali e conclude che i materiali più rigidi sono necessari per la gente con un più alto BMI.„

Il Dott. Chatzistergos, professore associato a CBRT e l'autore principale dei ths studia

Il Dott. Alfred Gatt dei collaboratori ed il Dott. Cynthia Formosa dall'università di Malta e di colleghi visualizzanti a CBRT hanno fornito il supporto clinico per questo studio e piombo gli esperimenti a Malta. Il Dott. Gatt ha notato: “Speriamo che i risultati riferiti all'interno di questo studio generino l'interesse fra tutti i professionisti che gestiscono questo stato debilitante.„

Ulteriore lavoro ora è in corso mettere a punto un metodo per aiutare i professionisti ad identificare l'optimum che attenua la rigidezza su una base paziente-specifica. Il professor Nachi Chockalingam, Direttore di CBRT e co-inventori della tecnologia ha detto “con i numerosi pazienti che perdono i loro arti alla malattia di piede diabetica, la nostra ricerca aiuterà i clinici efficacemente a gestire questa malattia.„

Source:
Journal reference:

Chatzistergos, P.E., et al. (2020) Optimised cushioning in diabetic footwear can significantly enhance their capacity to reduce plantar pressure. Gait & Posture. doi.org/10.1016/j.gaitpost.2020.05.009.