Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La sincronizzazione della prova dell'anticorpo è critica per rilevazione accurata COVID-19

Gli scienziati hanno analizzato i dati intorno al mondo per esaminare l'accuratezza delle prove dell'anticorpo per COVID-19 ed hanno indicato che la sincronizzazione della prova è critica. Le prove non funzionano esattamente una volta amministrate al momento sbagliato.

La sincronizzazione della prova dell
Prova dell'anticorpo COVID-19 - la sincronizzazione è critica

Nella rassegna completa del suo genere di prova COVID-19, i ricercatori hanno esaminato tutta la prova disponibile di accuratezza della prova per le prove dell'anticorpo pubblicate fino al della fine d'aprile.

Combinando i dati da molti studi hanno indicato che le prove non sono abbastanza accurate confermare se qualcuno ha il virus COVID-19 se utilizzato nelle prime due settimane dopo i sintomi compare.

Hanno trovato che le prove sono soltanto probabili essere utili nella rilevazione dell'infezione precedente SARS-CoV-2 se usato almeno i 14 giorni dopo l'inizio dei sintomi, ma dicono che gli studi indicano che le prove mancheranno 1 in 10 casi di COVID-19. Comunque avvertono sopra ricorso a questa figura, poichè gli studi erano piccoli, riferiti male e fatti nei gruppi pazienti ristretti.

I ricercatori egualmente temono che l'accuratezza sia più bassa quando le prove sono utilizzate nella comunità, poichè le prove principalmente sono state valutate in pazienti ospedalizzati - rendendola poco chiara se possono individuare i più bassi livelli dell'anticorpo connessi con la malattia più delicata ed asintomatica COVID-19.

Piombo dagli esperti all'università di Birmingham, un gruppo di ricercatori ricavati dalle università intorno al globo ha pubblicato i loro risultati nel database di Cochrane degli esami sistematici.

Abbiamo analizzato tutti i dati disponibili intorno al mondo e chiaro dire scoperto dei reticoli è che cronometrare è vitale nel usando queste prove. Usile al momento sbagliato e non funzionano. Sta promettendo le prove, ma non c' è abbastanza prova da potere identificare le migliori prove ancora e dobbiamo continuare ad analizzare i dati poichè diventiamo disponibili - specialmente dalla gente non clinica seguire ed i sintomi severi meno video le persone dove delle impostazioni per i periodi di tempo più lunghi.„

Jon Deeks, professore di biostatistica e testa del gruppo di ricerca di valutazione della prova all'università di Birmingham

Il sistema immunitario della gente che ha COVID-19 risponde all'infezione sviluppando le celle che possono attaccare il virus (anticorpi) nel loro sangue. Gli esami per individuare gli anticorpi sangue nella gente' potrebbero provare se corrente hanno COVID-19 o per averlo precedentemente.

L'organismo produce tre classi di anticorpo - IgA, IgG e IgM. La maggior parte del anticorpo verifica la misura sia IgG che IgM, ma alcuni misurano un singolo anticorpo o le combinazioni dei tre anticorpi. I livelli di anticorpi aumentano e cadono ai tempi differenti dopo l'infezione, con l'anticorpo di IgG solitamente il più su alcune settimane dopo l'infezione.

Alcune prove utilizzano il sangue venoso e la strumentazione di laboratorio dello specialista, mentre altre usano i campioni di sangue della puntura della barretta sulle unità a perdere simili ai test di gravidanza, che possono essere eseguiti in laboratori, ospedali o a casa.

I ricercatori hanno cercato alla fine dell'aprile 2020 da parte a parte oltre 11.000 pubblicazioni su COVID-19 disponibile ed identificato 54 studi pertinenti dall'Asia, da Europa e da U.S.A. - che ha misurato l'accuratezza delle prove dell'anticorpo usate per individuare l'infezione di esperienza o della corrente COVID-19 - da se in ospedale o nella comunità. Nel totale questi studi hanno riferito quasi 16.000 risultati dei test.

Hanno trovato che tutti gli esami hanno provato la sensibilità bassa (la capacità di diagnosticare malattia) durante la prima settimana dopo i sintomi (individuando meno di 30% dei casi della malattia), aumentanti nella seconda settimana e raggiungenti i loro più alti valori nella terza settimana. La combinazione di IgG o di IgM ha avuta una sensibilità di 72% per i 8 - 14 giorni; 91% per 15 - 21 giorno; e 96% per 21 - 35 giorni. Pochi dati erano disponibili oltre i 35 giorni.

Dove circa 50% della gente può avere COVID-19 - quali nei lavoratori di sanità che hanno sofferto i sintomi respiratori - ricercatori predicono che ci saranno sette falsi positivi e 43 falsi negativi per ogni mille genti che subiscono la prova di IgM e di IgG combinato ai giorni 15 - 21 dopo che i sintomi COVID-19 compaiono.

Dove circa 20% della gente hanno COVID - probabilmente nelle impostazioni di cura e di salubrità - predicono 17 istanze di COVID-19 mancante in ogni mille risultati provati e 10 della gente di falso positivo. Se in una popolazione circa 5% hanno avuti COVID-19 - più probabilmente nelle indagini nazionali - i ricercatori credere che quattro infezioni siano mancate per ogni mille genti esaminate e 12 risultati fosse erroneamente positivo.

La prova accurata è vitale - queste prove possono contribuire ad identificare COVID-19 nella gente che ha avuta sintomi per due o più settimane ma mai non hanno avute una prova del tampone ed identificazione dei quanto hanno avuti l'infezione SARS-CoV-2 per valutare la diffusione di malattia e l'esigenza degli interventi di salute pubblica. A tempo, impareremo se precedentemente avendo l'infezione fornisce alle persone immunità all'infezione futura, che indicherà il valore personale di avere questa prova. Ciò è un campo rapido e pianificazione aggiornare regolarmente questo esame mentre più studi sono pubblicati. Tuttavia, la progettazione, l'esecuzione e la segnalazione degli studi sull'accuratezza delle prove COVID-19 richiede il considerevole miglioramento ed i provvedimenti devono essere presi per assicurarsi che tutti i risultati delle valutazioni della prova siano disponibili nel pubblico dominio e non trattenuto dai produttori della prova per assicurarci possono fornire i migliori preventivi dell'accuratezza per queste prove.„

Jon Deeks

Source:
Journal reference:

Deeks, J.J., et al. (2020) Antibody tests for identification of current and past infection with SARS‐CoV‐2. Cochrane Database of Systematic Reviews. doi.org/10.1002/14651858.CD013652.