Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La ricerca di base settore pubblica è il più efficiente, piombo ai prezzi bassi della droga

È la ricerca di base che entra in sviluppo di nuove droghe condotte più efficientemente dagli scienziati settore pubblici, dalle ditte farmaceutiche, o dall'indipendente i laboratori privati? Che ruolo fa ciascuno di questi gruppi gioca nella determinazione dei prezzi dei prodotti farmaceutici innovatori, che sono aumentato ripidamente durante gli ultimi anni?

Per rispondere a queste domande, gli economisti Francesca Barigozzi, dell'università di Bologna e di Izabela Jelovac, del CNRS, hanno progettato e studiato un modello ispirato dalla teoria dei giochi. In un articolo recentemente pubblicato nell'economia di salubrità, dimostrano che la ricerca di base è più redditizia una volta effettuata in un laboratorio di ricerca pubblico o in una ditta farmaceutica.

Se la ricerca di base ed applicata è altamente complementare-dove migliorare la qualità di una si avvantaggia il altro-pubblico unità di ricerca che supera le ditte farmaceutiche nel comportamento di ricerca di base. Ancora, il prezzo di nuove droghe è più basso quando la ricerca di base ha luogo in laboratori pubblici.

Questi risultati quindi condizionano la validità del presupposto che economico quel maggior risparmio di temi nella ricerca necessariamente provoca un prodotto finale più costoso. In alcuni casi, la ricerca di base settore pubblica è il più efficiente e piombo ai prezzi della droga più bassi.
 

Source:
Journal reference:

Barigozzi, F & Jelovac, I (2020) Research funding and price negotiation for new drugs. Health Economics. doi.org/10.1002/hec.4113.