Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il progetto del cervello umano comincia fase finale come a nave ammiraglia fondata a UE del FET

Il progetto del cervello umano (HBP) annuncia l'inizio della sua fase finale come a nave ammiraglia fondata a UE del FET. La Commissione Europea ha firmato un accordo di concessione costituire un fondo per il HBP con 150 milione euro da oggi fino al 2023. Nel corso dei tre anni futuri, il progetto limiterà il suo fuoco per avanzare tre aree scientifiche di memoria - reti del cervello, il loro ruolo nella coscienza e netti neurali artificiali - mentre amplia la sua infrastruttura innovatrice di EBRAINS. EBRAINS offre l'atlante ed il database più completi sul cervello umano, direttamente accoppiato con gli strumenti potenti di simulazione e di computazione, alle comunità di ricerca intorno alla neuroscienza, alla medicina ed alla tecnologia. Corrente transitioning in un'infrastruttura sostenibile, EBRAINS rimarrà disponibile in comunità scientifica, come contributo durevole del HBP a progresso scientifico globale.

I supercomputer, la grande analisi dei dati di dati, la simulazione, i robot ed il AI fanno trasformarsi in tutti nelle nuove aggiunte “alla casella degli strumenti„ della neuroscienza moderna - uno sviluppo fatto avanzare forte dal HBP e dalla sua infrastruttura di EBRAINS.

Cominciato nel 2013 come progetto della nave ammiraglia del FET, il HBP è il più grande progetto di scienza di cervello in Europa. Ora fornendo la fase finale di sua durata della vita di dieci anni, il progetto è fiero presentare il sui programma di lavoro scientifico ed offerti tecnologiche trasformarici per la ricerca del cervello e da ricerca e sviluppo ispirati da cervello.

Le attività scientifiche di HBP nella nuova fase mettono a fuoco su tre argomenti: reti che sono studiate attraverso i disgaggi spaziali e temporali differenti, il loro significato per la coscienza ed i disordini della coscienza e lo sviluppo delle reti neurali artificiali e del neurorobotics.

Questi argomenti saranno sviluppati congiuntamente con l'infrastruttura della ricerca di EBRAINS. Inoltre, una comunità crescente degli utenti esterni e dei progetti partnering, ricercatori che lavorano ad un intervallo delle domande neuroscientific sempre più trae giovamento dai diversi metodi che senza cuciture sono integrati in EBRAINS.

“Renderemo l'infrastruttura più efficiente, attraente e facile da usare„, dice Direttore di ricerca scientifica di HBP prof. Katrin Amunts. I ricercatori e gli ingegneri stanno lavorando molto attentamente insieme su questo, “co-progettando„ le soluzioni tecniche che misura perfettamente i bisogni di scienza. Ciò crea una situazione vantaggiosa per tutti per entrambe le comunità, Amunts dice.

A seguito di questo approccio, la ricerca sul funzionamento del cervello umano e le sue malattie hanno sfociato in costruendo gli strumenti digitali novelli per un approccio guidato da dati, interdisciplinare e di collaborazione. “Abbiamo avuto bisogno di vasta gamma di campi neuroscientific di rendere giustizia alla complessità del cervello e del coordinamento permanente con gli ingegneri ed i rivelatori da potere trattare gli importi enormi dei dati coinvolgere, gettanti un ponte sui disgaggi dell'organizzazione del cervello dal livello molecolare all'intero organo.„ Molto è stato raggiunto in questo modo, riflesso dentro oltre 1200 pubblicazioni scientifiche fin qui e rapido un numero crescente degli utenti e dei partner.

EBRAINS oggi già fornisce ai ricercatori un'ampia gamma di servizi, di risorse e di tecnologie unici, per esempio, un atlante multilivelli del cervello umano, che è navigabile in 3D, collegato ad un database neuroscientific crescente come pure nell'accesso ad un sistema organizzato in modo federativo della maggior parte dei supercomputer europei potenti e da computer “neuromorphic„ ispirati da cervello che spingono la simulazione e l'analisi dei dati d'apprendimento profonda ai nuovi orizzonti.

Un numero aumentante di applicazioni sono costruite uno queste nuove tecnologie. Un metodo per la modellistica personale dei cervelli pazienti corrente sta subendo i test clinici, i primi del suo genere. Il EBRAINS “piattaforma medica dell'informatica„ è stato installato in 30 cliniche europee, permettendo di eseguire l'analisi dei dati pazienti, senza altamente l'informazione sensibile che deve lasciare l'ospedale. È preveduto che questa tecnologia abbia un impatto per gli studi futuri sulle malattie rare.

Per aiutare il HBP per raggiungere i sui scopi sia dal lato dell'infrastruttura che scientifico, il consorzio più ulteriormente sarà aperto durante la nuova fase. Il nuovo talento sarà portato dentro con una serie di richieste di dichiarazioni di interesse.

Mettendo EBRAINS sulla mappa europea

Dal lato istituzionale, i punti decisivi stanno intraprendendi per assicurare agli sbracci dell'infrastruttura la sua scadenza operativa dopo la conclusione del HBP. Nel 2019, il EBRAINS AISBL, un'associazione senza scopo di lucro internazionale secondo legge belga, è stato fondato a Bruxelles con l'obbiettivo della ricerca di promozione e supportante del cervello. Nei prossimi mesi, il EBRAINS AISBL assumerà la direzione del ruolo del coordinatore del HBP dal fédérale svizzero il de Losanna (EPFL) del polytechnique di Ecole.

Un esperto con esperienza sulle emissioni della ricerca di UE dall'interno della Commissione Europea è stato reclutato come il CEO fondante di EBRAINS e nuovo Direttore Generale del progetto del cervello umano: Pawel Swieboda si è unito nel maggio 2020 dal suo paletto come il vice direttore e testa della ricerca al centro politico europeo di strategia, il hub consultivo al Presidente della Commissione.

EBRAINS è un'infrastruttura digitale avanzata che sarà strumentale assicurare il posto di Europa globalmente nel campo dinamicamente crescente della ricerca pluridisciplinare del cervello, con le implicazioni potenti per AI, il neurorobotics e la medicina.„

Pawel Swieboda

Per il paesaggio europeo della ricerca, il HBP ha contribuito a stabilire un punto focale che connette la competenza e le risorse distribuite attraverso l'UE: Dalla Germania, per esempio, i gruppi di livello mondiale vengono atlasing del cervello umano, dai computer neuromorphic, dalla simulazione e dal computer a alto rendimento. La Francia contribuisce al progetto la sua competenza speciale nei modelli personali del cervello dei pazienti e neuroimaging, competenza del Belgio in neuroscienza clinica, la Norvegia e la Grecia in gestione di dati, la Svizzera nella simulazione delle cellule nervose ed i Paesi Bassi nel collegamento il neurotechnology e delle scienze cognitive.

“Tutti questi gruppi stanno lavorando insieme con il HBP e EBRAINS, creante insieme i risultati che sarebbero stati impensabili da sè,„ dice Swieboda.

Un obiettivo di tasto per i tre anni futuri sarà più ulteriormente di integrare EBRAINS nel paesaggio europeo e globale della ricerca e di applicare i nuovi progetti con gli utenti scientifici esterni. Le associazioni con il Consiglio europeo del cervello (EBC) e l'area di ricerca europea del progetto per le neuroscienze (EBRA), che promuovono la cooperazione e la convergenza fra le varie attività in Europa, contribuiranno a questo scopo. “In questo concetto, EBRAINS fornisce la piattaforma tecnica per facilitare la cooperazione transnazionale e permettere al progresso più veloce a favore della società,„ dice Katrin Amunts.