Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori sviluppano i nuovi rivestimenti affinchè gli innesti li rendano più compatibili

I nuovi rivestimenti sugli innesti hanno potuto contribuire a renderli più compatibili. I ricercatori all'università Halle-Wittenberg (MLU) di Martin Lutero hanno messo a punto un nuovo metodo di applicarsi le sostanze antinfiammatorie agli innesti per inibire le reazioni infiammatorie indesiderabili nell'organismo.

Il loro studio recentemente è stato pubblicato nel giornale internazionale delle scienze molecolari.

Gli innesti, quali gli stimolatore cardiaci o le pompe dell'insulina, sono una parte regolare di medicina moderna. Tuttavia, per le complicazioni non è raro sorgere dopo impianto. Il sistema immunitario identifica l'innesto come corpo estraneo e tenta di eliminarlo.

Ciò è realmente una reazione completamente naturale ed utile dal sistema immunitario.„

Thomas Groth, il professor e biofisico, Martin-Lutero-Universitat Halle-Wittenberg

Contribuisce a guarire le ferite e gli agenti patogeni nocivi di uccisioni. Se questa reazione non si abbassa da sè dopo alcune settimane, può piombo ad infiammazione cronica ed alle complicazioni più serie.

“Il sistema immunitario attira le varie celle che provano ad isolare o elimina l'entità non Xeros. Questi includono i macrofagi, un tipo di fagocita ed altri tipi di globuli bianchi e di celle del tessuto connettivo,„ spiega Groth.

Gli innesti possono essere incapsulati dal tessuto connettivo, che può essere molto doloroso per quelli influenzati. Inoltre, l'innesto non può più funzionare correttamente. Le droghe che sopprimono la risposta immunitaria in un modo sistematico sono usate spesso trattare l'infiammazione cronica, ma possono avere effetti secondari indesiderati.

Il gruppo di Thomas Groth stava cercando un modo semplice modificare in anticipo la risposta del sistema immunitario ad un innesto. “Questo è genere di complesso, perché non vogliamo ovviamente completamente spegnere il sistema immunitario poichè i sui trattamenti sono vitali per le ferite e gli agenti patogeni curativi di uccisione.

Così, in effetti abbiamo voluto soltanto modularlo,„ dice il ricercatore. Per fare questo, il suo gruppo ha sviluppato un nuovo rivestimento per gli innesti che contiene anti--inflammatorysubstances. Per il loro nuovo studio, il gruppo ha usato due sostanze che già sono conosciute per avere un effetto antinfiammatorio: eparina ed acido ialuronico.

In laboratorio, gli scienziati hanno trattato una superficie con le due sostanze applicando un livello che era densamente soltanto alcuni nanometri.

“Il livello è così leggermente che non pregiudica come l'innesto funziona. Tuttavia, deve contenere abbastanza sostanza attiva per controllare la reazione del sistema immunitario finché la reazione infiammatoria non si sia abbassata,„ aggiunge Groth.

In cella sperimenta, i ricercatori osservati come le due sostanze sono state assorbite dai macrofagi, quindi diminuendo l'infiammazione nelle colture cellulari. Le celle non trattate hanno mostrato i chiari segni di una reazione infiammatoria pronunciata.

Ciò è perché le sostanze attive dentro i macrofagi interferiscono con una via di segnalazione specifica che è cruciale per la morte delle cellule e di risposta immunitaria.

“Sia l'eparina che l'acido ialuronico impediscono la versione di determinate sostanze pro-infiammatorie del messaggero. L'eparina è perché può essere assorbita dalle celle del macrofago,„ Groth ancor più efficace conclude.

Finora, i ricercatori hanno verificato soltanto il metodo sulle superfici di modello e nelle colture cellulari. Ulteriori studi sugli innesti reali e negli organismi di modello sono di seguire.

Source:
Journal reference:

Alkhoury, H., et al. (2020) Studies on the Mechanisms of Anti-Inflammatory Activity of Heparin- and Hyaluronan-Containing Multilayer Coatings—Targeting NF-κB Signalling Pathway. International Journal of Molecular Sciences. doi.org/10.3390/ijms21103724.