Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I problemi infantili di sonno possono essere collegati ai disturbi mentali nell'adolescenza

I problemi specifici di sonno fra i bambini e molto bambini piccoli possono essere collegati ai disturbi mentali in adolescenti, un nuovo studio ha trovato.

Un gruppo all'università di banco di Birmingham della psicologia ha studiato i dati dai bambini degli anni 90, uno studio longitudinale con sede in Gran-Bretagna del questionario che ha reclutato le madri incinte di 14.000 bambini quando è stato installato quasi tre decadi fa.

Hanno trovato che i bambini piccoli che hanno svegliato ordinariamente frequentemente durante la notte e le routine irregolari con esperienza di sonno sono stati associati con le esperienze psicotiche come adolescenti. Egualmente hanno trovato che i bambini che hanno dormito per i periodi di scarsità alla notte e sono andato a letto più successivamente, erano più probabili essere associati con disturbo borderline di personalità (BPD) durante i loro anni adolescenti.

Sappiamo dalla ricerca precedente che gli incubi persistenti in bambini sono stati associati con sia psicosi che disturbo borderline di personalità. Ma gli incubi non raccontano la storia completa - abbiamo trovato che, infatti, una serie di problemi comportamentistici di sonno nell'infanzia possono indicare verso questi problemi nell'adolescenza.„

Dott. Isabel Morales-Muñoz, ricercatore del cavo

I ricercatori hanno esaminato i dati del questionario da più di 7.000 partecipanti che riferiscono sui sintomi psicotici nell'adolescenza e più di in 6.000 che riferiscono sui sintomi di BPD nell'adolescenza. I dati analizzati provengono dai bambini dello studio degli anni 90 (anche conosciuto come lo studio longitudinale di Avon gruppo su nascita dei bambini e dei genitori (ALSPAC)) che è stato installato dall'università di Bristol.

Il comportamento di sonno fra i partecipanti è stato riferito dai genitori quando i bambini erano di 6, 18 e 30 mesi ed è stato valutato ancora a 3,5, 4,8 e 5,8 anni.

I risultati, pubblicati in psichiatria di JAMA, mostrano le associazioni particolari fra gli infanti a 18 mesi che hanno teso a svegliare più frequentemente alla notte e che hanno avuti routine meno regolari di sonno da 6 mesi, con le esperienze psicotiche nell'adolescenza. Ciò supporta la prova attuale che l'insonnia contribuisce a psicosi, ma suggerisce che queste difficoltà possano essere anni già attuali prima che le esperienze psicotiche accadano.

Il gruppo egualmente ha trovato che i bambini che hanno avuti meno sonno durante la notte e sono andato a letto più successivamente all'età degli anni di tre-e-un-metà sono stati collegati con i sintomi di BPD. Questi risultati indicano una via specifica dai bambini da parte a parte agli adolescenti con il BPD, che è a parte dalla via collegata con psicosi.

Per concludere, i ricercatori esaminatori se i collegamenti fra sonno infantile e disturbi mentali in adolescenti potrebbero essere mediati dai sintomi della depressione in bambini invecchiati 10 anni. Hanno trovato che la depressione ha mediato i collegamenti fra i problemi di sonno di infanzia e l'inizio di psicosi in adolescenti, ma questa mediazione non è stata osservata nel BPD, suggerente l'esistenza di un'associazione diretta fra i problemi di sonno ed i sintomi di BPD.

Sappiamo che l'adolescenza è un periodo inerente allo sviluppo chiave per studiare l'inizio di molti disturbi mentali, compreso psicosi o il BPD. Ciò è a causa del cervello particolare e dei cambiamenti ormonali che accadono in questa fase. È cruciale identificare i fattori di rischio che potrebbero aumentare la vulnerabilità degli adolescenti allo sviluppo di questi disordini, identificare quelli ad ad alto rischio e consegnare gli efficaci interventi. Questo studio ci aiuta a capire questo trattamento e che cosa gli obiettivi potrebbero essere.

Il sonno può essere uno dei fattori di fondo più importanti - ed è uno che possiamo influenzare con gli efficaci, interventi iniziali, in modo da è importante che capiamo questi collegamenti.„

Il professor Steven Marwaha, autore senior

Source:
Journal reference:

Morales-Muñoz, I., et al. (2020) Association of parent-reported sleep problems in early childhood with psychotic and borderline personality disorder symptoms in adolescence. JAMA Psychiatry. doi.org/10.1001/jamapsychiatry.2020.1875.