Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo scanner per individuare i segni in anticipo del cancro di vescica ha potuto salvare migliaia di vite

Migliaia di vite perse ai cancri di vescica ogni anno potrebbero essere grazie salvati ad un nuovo scanner che usa la fotonica per illuminare le parti del tessuto che sono corrente impossibli da visualizzare.

Il nuovo scanner per individuare i segni in anticipo del cancro di vescica ha potuto salvare migliaia di vite

Un gruppo di ricerca europeo di fotonica sta sviluppando un nuovo endoscopio per scandire per i segni in anticipo del cancro di vescica.

Facendo uso dei laser di multi-lunghezza d'onda, lo scanner fornirà istantaneo, non invadente, preciso e l'informazione dettagliata per determinare che fase e grado che un tumore ha raggiunto e fornire diagnosi precoce.

Il cancro di vescica (BLC) è il sixth la maggior parte del cancro comunemente d'avvenimento negli uomini ed il diciassettesimo cancro il più comunemente d'avvenimento in donne. Secondo il fondo di ricerca sul cancro del mondo, c'erano nel 2018 quasi 550.000 nuovi casi del cancro di vescica universalmente.

I Cancri che si formano nella vescica sono difficili da macchiare nelle loro fasi iniziali e spesso sono mancati quando usando la luce bianca.

Attualmente, i clinici lottano per creare le immagini accurate e dettagliate dentro la vescica perché l'indicatore luminoso non può penetrare in profondità nel tessuto - piombo alle immagini vaghe o scure.

Corrente, le prove per il cancro di vescica comprendono l'analisi delle urine (un assegno per sangue nell'urina), la citologia dell'urina (facendo uso di un microscopio da cercare le cellule tumorali in urina), o gli esami delle urine per i marcatori tumorali (una prova per vedere se un paziente ha alterazioni cromosomiche che sono vedute spesso nelle cellule tumorali della vescica o nei livelli elevati di una proteina chiamata NMP22).

Mentre tutte queste prove possono trovare le celle cancerogene nell'urina, non catturano la malattia nelle sue fasi iniziali ed a volte le prove possono mancare i biomarcatori complessivamente.

AMPIEZZA

Ma i ringraziamenti ad un gruppo degli scienziati europei, un nuovo sistema che utilizza i laser di multi-lunghezza d'onda presto potranno creare un'immagine dal profondo del tessuto per dare una diagnosi rapida ed accurata della presenza di tumore come pure la sui fase e grado.

Il progetto, chiamato AMPLITUDE, è combinarsi medica e competenza di fisica per mettere a punto un nuovo sistema multimodale della rappresentazione completo con una sonda endoscopica che consegna una diagnosi istantanea in una regolazione clinica.

Una sfida sociale per le prossime decadi è diagnosi istantanea delle malattie importanti. La fotonica fornisce le opportunità eccellenti di dare i professionisti avanzati, sistemi diagnostici non invadenti di sanità che diagnosticano i sintomi e le malattie ad una fase iniziale. L'approccio multimodale della rappresentazione nell'AMPIEZZA è basato su tre modalità, che forniranno insieme preciso e l'informazione dettagliata necessari per determinare la fase ed il grado del tumore. Il sistema che è diventato dall'AMPIEZZA sarà la prima unità per consegnare una procedura contrassegna contrassegno. Ciò significa che possiamo evitare facendo uso dei uorophores del fl e dei loro effetti phototoxic che possono a volte danneggiare le celle. Una riduzione della fototossicità durante la rappresentazione di autofluorescence minimizzerà il danno delle cellule„

Dott. Regina Gumenyuk, coordinatore di progetto

Finestre biologiche

Il sistema funziona usando la luce infrarossa per visualizzare profondo dentro il tessuto, permettendo che gli scienziati scrutino 'nelle finestre biologiche' o nelle aree infrarosse dove l'infiltrazione dell'indicatore luminoso aumenta approfondito.

La cosiddetta 'terza finestra biologica' - un intervallo di 1550-1870 nanometri - ancora non è stata studiata estesamente. Mentre è possibile studiare attualmente questo intervallo, avremmo bisogno di una sorgente di laser di Supercontinuum, che è proibitivamente costosa. I nuovi laser che saranno sviluppati da AMPIEZZA permetteranno che noi esploriamo questa lunghezza d'onda con i sistemi compatti e redditizi.„

Dott. Gumenyuk

Il progetto è coordinato dall'università di Tampere (Finlandia) e comprende parecchi specialisti dall'altro lato di Europa, compreso l'istituto di Aston delle Tecnologie-AIPT fotoniche (Regno Unito), il Ricerche-CNR del delle della ricerca del modus ed innovazione la srl (Regno Unito), di Consiglio Nazionale (Italia), l'università di Milano-Bicocca e l'università di Firenze (Italia), di istituto delle Scienze-ICFO fotoniche (Spagna), di Ampliconyx Oy (Finlandia), Femtonics la srl (Ungheria), di fotonica di HC (Taiwan) e di fibre ottiche di LEONI Gmbh (la Germania).