Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

WHO invitato a riconoscere trasmissione ærea di COVID-19

La pandemia di coronavirus in primo luogo è emerso in Cina alla fine del dicembre 2019. Da là, si è sparsa a 188 paesi e territori. Il coronavirus 2 (SARS-CoV-2), l'agente causativo di sindrome respiratorio acuto severo della pandemia COVID-19, ha infettato più di 11,4 milione di persone, mortali il 6 giugno 2020 almeno 533.000. L'organizzazione mondiale della sanità (WHO) ha detto le diffusioni di malattia di coronavirus (COVID-19) soprattutto da personale via le piccole goccioline dal radiatore anteriore o la bocca che sono espelse quando una persona infettata starnutisce, tossisce o parla. La diffusione rapida del virus ha scintillato molti studi che hanno esaminato la durata che questi di aerosol carichi di virus potrebbero restare nell'aria.

Ora, un gruppo degli scienziati internazionali, compreso 239 esperti in salubrità da 32 paesi, ha redatto una lettera aperta al WHO che invita l'organizzazione per rivedere le sue raccomandazioni per la diffusione di SARS-CoV-2, dovuto prove crescenti che la malattia è dispersa nell'aria per i periodi più estesi che il advisory del WHO. I ricercatori intendono pubblicare presto la loro lettera nelle malattie infettive cliniche del giornale. La lettera è stata riferita da Los Angeles Times e da New York Times.

Micrografo elettronico novello della trasmissione di Coronavirus SARS-CoV-2 delle particelle del virus SARS-CoV-2, isolato da un paziente. L
Micrografo elettronico novello della trasmissione di Coronavirus SARS-CoV-2 delle particelle del virus SARS-CoV-2, isolato da un paziente. Immagine catturata e colore-migliorata alla funzione di ricerca integrata NIAID (IRF) in Detrick forte, Maryland. Credito: NIAID

Trasmissione ærea

Gli scienziati hanno detto che gli studi multipli dimostrano che gli aerosol possono restare nell'aria per i lungi periodi, distanze lunghe di viaggio. Le nuove informazioni fanno le stanze male arieggiate, veicoli di trasporto quali i treni, bus ed aeroplani ed altro spazi confermati pericolosi.

Le piccole particelle che contengono il coronavirus novello possono infettare la gente essendo inalanda e possono viaggiare rapidamente seguendo uno starnuto.

Nella lettera aperta, gli scienziati hanno descritto la prova al WHO.

“Siamo 100 per cento sicuri circa questo,„ Lidia Morawska, un professore nel banco di terra e di scienze atmosferiche, facoltà di scienza & l'assistenza tecnica, l'università tecnologica del Queensland (QUT) a Brisbane, Australia, ha detto Los Angeles Times.

“Gli studi dai firmatari e da altri scienziati hanno dimostrato oltre tutto il dubbio ragionevole che i virus sono esalati in microdroplets abbastanza piccoli per rimanere in alto nell'aria e per comportare un rischio di esposizione oltre 1 - 2m da una persona infettata,„ il professor Morawska hanno detto.

“Alle velocità dell'aria dell'interno tipiche, una gocciolina da 5 micron viaggierà dieci dei metri, molto maggiori del disgaggio di una stanza tipica mentre si sistema da un'altezza di 1.5m sopra il pavimento. La competenza in molte scienze e aree di organizzazione ci permette di capire le caratteristiche ed i meccanismi dietro la generazione di microdroplets respiratori, come i virus sopravvivono a in questi microdroplets e come i reticoli del flusso d'aria portano i microdroplets in edilizie.„

Le misure che devono essere approntate per attenuare la trasmissione ærea includono:

  • Fornisca la ventilazione sufficiente ed adeguata (l'aria all'aperto pulita dell'offerta, minimizza la diffusione dell'aria), specialmente in edifici pubblici, negli ambienti del posto di lavoro, in banchi, in ospedali e nelle case invecchiate di cura.
  • Completi la ventilazione generale con i comandi dispersi nell'aria di infezione quali scarico locale, filtrazione dell'aria di alto-risparmio di temi e luci ultraviolette germicide.
  • Avoid che sovraffolla, specialmente in trasporto pubblico e edifici pubblici.

“Questi sono pratici e possono essere applicati facilmente e molti non sono costosi. Per esempio, i punti semplici quali sia le porte che le finestre d'apertura possono aumentare drammaticamente le tariffe del flusso d'aria in molte edilizie„, Morawska ha detto.

Come i vari paesi che riaprono l'economia ed i commerci, il coronavirus novello se trovando le nuove vittime mondiali, principalmente legato alle barre, ristoranti, casinò ed uffici, per nominare alcuni. Questi nuovi cluster delle infezioni possono confermare che cosa molti scienziati stanno reclamando per i mesi - il virus può indugiare nell'aria all'interno, anche se la gente resta sei piedi a parte.

Il rischio di trasmissione ærea è un fattore significativo nella pandemia, particolarmente nella revisione delle raccomandazioni che sono state stabilite i mesi fa. Ora, se il virus può appendere nell'aria per i lungi periodi, è essenziale per indossare le maschere anche se all'interno. Più ulteriormente, i lavoratori di sanità possono avere bisogno di di indossare le maschere N95 che filtrano anche le più piccole goccioline respiratorie, particolarmente poiché catturano la cura dei pazienti infettati.

Il professor Morawska ha detto che parecchi studi retrospettivi sull'epidemia di SAR avevano indicato che la trasmissione ærea era il meccanismo più probabile che ha spiegato il reticolo spaziale delle infezioni.

“Per esempio, uno studio recente ha analizzato i dati e le registrazioni televisive in un ristorante in cui tre gruppi separati di commensali hanno contrattato COVID-19, osservati nessuna prova del contatto diretto o indiretto fra i tre gruppi, ma modellistici come la trasmissione si è presentata attraverso l'aria

“Siamo interessati che la gente può pensare che siano completamente protette quanto segue le raccomandazioni correnti, ma infatti, le precauzioni disperse nell'aria supplementari sono necessarie diminuire la diffusione del virus più ulteriormente.„

L'ultimo WHO aggiorna

Ad aprile, gli scienziati e gli esperti in salubrità su qualità dell'aria e gli aerosol hanno invitato il WHO a riconoscere la prova che la trasmissione ærea del coronavirus novello è una possibilità. Il WHO ha risposto ed organizzato una riunione. L'agenzia ha sottolineato che la trasmissione ærea accade soltanto in determinate impostazioni dell'ospedale.

Nell'ultimo aggiornamento dell'agenzia di salubrità sul coronavirus, che è stato rilasciato il 29 giugno, ha detto che la trasmissione ærea del virus è soltanto possibile dopo che determinate procedure mediche che producono le goccioline o gli aerosol che sono più piccoli di 5 micron, quale intubazione.

Il WHO ha aggiunto che la ventilazione e l'uso adeguati della maschera N95 sono raccomandati soltanto in quelle circostanze. Ha aggiunto che l'orientamento di controllo di infezione aveva promosso handwashing come la strategia primaria di prevenzione in mezzo della pandemia di coronavirus.

“Particolarmente nell'ultimo paio di mesi, stiamo specificando parecchie volte che consideriamo la trasmissione ærea come possibile ma certamente di supporto da prova solida o persino chiara. C'è un forte dibattito su questo,„ il Dott. Benedetta Allegranzi, il WHO è tecnico inganna il controllo di infezione, ha detto.

Più ulteriormente, il professor Paul Hunter, un professore nella medicina all'università di East Anglia e un membro del comitato di prevenzione di infezione del WHO, hanno detto che la trasmissione della gocciolina è l'itinerario primario della diffusione novella di coronavirus.

“La trasmissione dell'aerosol può accadere, ma probabilmente non è quella importante nel grande schema delle cose. È interamente circa le goccioline. La trasmissione ærea gestente non sta andando fare che molto per gestire la diffusione di Covid-19. Sta andando imporre i gravami inutili, specialmente in paesi in cui non dispongono già di abbastanza personale o mezzi formati,„ lui ha spiegato.

Che cosa può essere fatto

Gli esperti in salubrità raccomandano che se la trasmissione ærea è effettivamente un modo SARS-CoV-2 di trasmissione, sia vitale indossare le maschere anche se all'interno, anche nelle impostazioni in cui distanziare del sociale è applicato.

La ventilazione adeguata è egualmente essenziale ed i regolamenti più stretti sono necessari affinchè ventilazione e lo stato dell'aria diminuiscano diffondere l'aria. Le luci ultraviolette in edilizie possono anche contribuire ad evitare i virus che indugiano nell'aria.

Il WHO ancora non ha risposto alla lettera.

Sources:
Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2020, July 06). WHO invitato a riconoscere trasmissione ærea di COVID-19. News-Medical. Retrieved on August 04, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200706/WHO-urged-to-recognize-airborne-transmission-of-COVID-19.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "WHO invitato a riconoscere trasmissione ærea di COVID-19". News-Medical. 04 August 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200706/WHO-urged-to-recognize-airborne-transmission-of-COVID-19.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "WHO invitato a riconoscere trasmissione ærea di COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200706/WHO-urged-to-recognize-airborne-transmission-of-COVID-19.aspx. (accessed August 04, 2021).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2020. WHO invitato a riconoscere trasmissione ærea di COVID-19. News-Medical, viewed 04 August 2021, https://www.news-medical.net/news/20200706/WHO-urged-to-recognize-airborne-transmission-of-COVID-19.aspx.